16°

31°

consigli

Il segreto per capire i propri gatti

Il segreto per capire i propri gatti
Ricevi gratis le news
0

Chi ha detto che non è possibile capire i gatti? Non sono dei “libri aperti” come i cani, ma per chi conosce il loro linguaggio, comprenderli e avere una comunicazione efficace è tutt’altro che impossibile.

Il primo consiglio è non “umanizzare” i loro comportamenti, perché c’è una grande differenza tra il loro modo di vivere la socialità e il nostro. Esistono però alcuni comportamenti “standard” dai quali possiamo iniziare per capire i nostri gatti. Uno di questi è quando “impasta”. Si tratta di un comportamento che risale a quando erano piccini e stimolavano con questi stessi movimenti le mammelle della madre a rilasciare il latte. Lo attuano anche da grandi perché in questo modo rilasciano endorfine, quindi serve per rasserenarli. Un altro grande classico è quando i gatti portano in dono topi e uccellini morti: in questo caso è amore in senso felino. Così i gatti riescono ad esperire in contemporanea che “contribuisco al benessere del branco e porto da mangiare” e che “tu non sei capace di provvedere al cibo per il gruppo, non ti preoccupare ci penso io”.

CODA RIVELATRICE

Quando i gatti si avvicinano con la coda a punto interrogativo esprimono tutta la loro felicità nel vederci, ma dicono anche che non hanno intenzioni malevoli nei nostri confronti. Molto diverso da come lo pensiamo, è invece, il comportamento di accucciarsi a dormire in braccio. Non si tratta di affetto, ma è più un “comodo questo lettuccio caldo”. Non è amore nemmeno quando i gatti miagolano chiedendo la pappa ogni volta che vedono i propri padroni: è una richiesta di attenzioni che per pigrizia nostra viene scambiata per richiesta di cibo.

I “BACINI”

Un altro gesto di affetto è rappresentato dalle “testate” o da morsetti delicati: non tutti i gatti lo fanno, ma quelli che si prestano a questo gioco lo fanno per esprimere il loro amore nei confronti del padrone.

Alcuni lo fanno anche nei confronti degli sconosciuti, ma sono pochi…Quando i gatti danno dei bacini, invece, che poi sono più delle leccatine con la loro linguetta ruvida, non si può intendere lo stesso significato dei baci umani, fermo restando che anche le tipologie di bacio tra persone hanno significati diversi e non sempre di amore.

I gatti a volte lo fanno perché si autogratificano, un po’ come quando impastano, ma se lo fanno di notte svegliandoti, il messaggio è uno solo “mio umano, perché perdi tempo a dormire quando potresti giocare/nutrire me che invece sono bello sveglio?”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi