consigli

Zanzare, come scacciare l’incubo in 5 mosse

Zanzare, come scacciare l’incubo in 5 mosse
0

Quel ronzio nel cuore della notte. Dapprima distante, qualche secondo dopo a un centimetro dall’orecchio, dolce come un trapano al piano di sopra. Quella puntura proprio lì, sulla fronte, a rovinare la messa in piega. Quel prurito che nemmeno un monaco tibetano resisterebbe a non grattarsi. Quel commando di “vampiri” diurni assetati di sangue che sembra essersi accampato per sempre nel vostro giardino, e addio merenda all’aperto. L’estate si avvicina a grandi falcate, ispirando sogni e buonumore ma anche – inesorabilmente - risvegliando l’ansia da zanzare. 

L’adattamento anche alle nostre latitudini, lo scorso decennio, del cosiddetto Aedes albopictus, più comunemente noto come “zanzara tigre”, durante la stagione calda porta sistematicamente e con prepotenza agli onori della cronaca il tema dell’autodifesa e della bonifica contro le punture. In alcune regioni d’Italia, il clima mite di aprile avrebbe già favorito la comparsa delle prime larve. Notizia inoltre di questi giorni, il Comune di Roma eleverà multe fino a 500 euro ai cittadini che non elimineranno le acque stagnanti. Insomma, ogni anno la psicosi monta prima. 

Detto che l’argomento è vasto e che “il” rimedio per definizione non esiste (se non quello di trasferirsi nel Nord Europa, almeno finché la Scandinavia sarà libera dal contagio…), in realtà alleggerire il problema e trascorrere un’estate relativamente al riparo da zanzare (comuni e di origine tropicale) è possibile. Come sempre, il “common sense” e il ricorso a soluzioni già esistenti in natura risultano – anche nell’era della tecnologia – l’antidoto più efficace. Di seguito, cinque tra le avvertenze anti-zanzare che l’esperienza empirica ha dimostrato essere vincenti. 

1. Zanzariere 

Banale, d’accordo. Ma finché non si mette in pratica… Equipaggiare ogni finestra di un apposito “filtro” a maglie strette contro gli insetti rappresenta la strategia più ecologica e intuitiva per scongiurare la piaga delle zanzare all’interno dell’abitazione. Purché (altra banalità, ma non si sa mai…) ci si ricordi di abbassarle. L’accorgimento è rivolto soprattutto agli inquilini dei piani inferiori, i più esposti all”attacco”. 

2. Pipistrelli 

Ebbene sì, questi affascinanti – e dopotutto innocui – mammiferi volanti sono ghiotti di zanzare. Perché non considerare di “adottare” una famiglia di pipistrelli e assegnarle il compito di vigilare sulle proprie notti? Il mercato propone numerosi esemplari di “bat box”, vere e proprie tane da sistemare fuori dalla finestra e invitare i pipistrelli ad abitarle. E ovviamente, a “pasteggiare” a gustose zanzare. 

3. Piante 

Esistono alcune specie che funzionano come ottimo repellente. Si tratta in particolare di menta, basilico e lavanda. Il loro profumo provoca alle zanzare il voltastomaco e le dissuade dal frequentare quelle zone. Anche l’aglio pare faccia parte della lista. La coltivazione di queste piante è alla portata di tutti: piantate in giardino, o sistemata sul balcone, genereranno una invalicabile cortina fumogena anti-punture. 

4. Oli essenziali 

Un altro rimedio che fonda la propria efficacia sulle sue proprietà olfattive. L’odore dell’olio essenziale di lavanda, di limone, di citronella e di geranio è dimostrato infastidire le zanzare e depotenziare il loro impulso a martoriare la vostra pelle. Diluito in acqua, si può versare l’olio in barattoli o bottiglie di vetro, oppure scioglierlo dentro una candela. L’effetto sarà duplice: casa libera da zanzare, stanze avvolte da un gradevole profumo. 

5. Repellente per il corpo 

Si può approcciare il problema da un punto di vista ambientale, oppure corporale. Una efficace “armatura” naturale è quella che si ottiene spalmando su gambe e braccia una soluzione di acqua, menta e basilico. Bollire due mazzetti di ciascuna pianta per 20 minuti, filtrare l’acqua e conservare in frigorifero il preparato. Ogni sera, una “passata” di menta e basilico sul corpo terrà le zanzare alla larga.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi