11°

17°

amarcord

Verdi 2.0: riletture elettroniche per #22.2.22, l’evento che aprirà il Festival

Verdi 2.0: riletture elettroniche per #22.2.22, l’evento che aprirà il Festival
Ricevi gratis le news
0

“Vogliamo creare un’occasione, aperta e coinvolgente, per far scoprire ai più giovani un Verdi bellissimo ma meno noto. E per stupire i melomani.”

Parole di Giovanni Sparano, ideatore di #22.2.22, il progetto del Teatro Regio di Parma prodotto da Barezzi Festival che alle 22.30 del 30 settembre, nel cuore di Parma, unirà passioni e linguaggi diversi.
Lo farà per immagini, rievocando attraverso uno spettacolare video mapping sulle pareti del Palazzo della Pilotta il perduto Monumento a Verdi, un tempo vanto di una città intera. Ma lo farà, anche e soprattutto, nei suoni e nelle melodie.

“Karmachina, studio di visual design che ha animato l’Albero della Vita di Expo Milano 2015 e che realizzerà #22.2.22 – spiega Giovanni Sparano, ideatore del progetto – ci farà scoprire un Verdi “nuovo”, riletto e rielaborato elettronicamente. Una contaminazione di linguaggi che rappresenterà per i più giovani l’occasione di emozionarsi con arie di Verdi “nascoste”, meravigliose ma non sempre celebri, e per i melomani di vivere uno spettacolo nuovo eppure già carico di valori.”

“Quella notte – continua - apriremo il Festival Verdi grazie al contributo di chi sta sostenendo il progetto partecipando alla campagna di crowdfunding, un modo concreto per dare una mano alla cultura di Parma e riscoprirne la storia.
L’evento, infatti, sarà suddiviso in tre fasi; tre momenti storici e spettacolari che troveranno nelle opere di Verdi la loro essenza musicale. Ci saranno la gioia e la festa, da vivere attraverso estratti da Il trovatore, La traviata, Nabucco, Aida. Verrà poi la maledizione, che per il Monumento fu la Seconda Guerra Mondiale, e che sarà raccontata sulle note di Rigoletto, La forza del destino, Un ballo in maschera, Macbeth. Infine, la rinascita e la speranza con La traviata, Simon Boccanegra, Otello, Falstaff. Tutte da ascoltare come mai prima.”

Uno spettacolo, una rievocazione storica ma anche una festa: “Dopo il video mapping la musica, vera anima dell’evento, continuerà a risuonare attorno al Palazzo della Pilotta. Perché è con la musica che Verdi ha appassionato generazioni su generazioni.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi