10°

22°

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

salone del camper

La ripresa viaggia in camper con una crescita a doppia cifra

Il settore genera un fatturato di 700 miliardi e l'Italia è sul podio dei produttori europei



La ripresa viaggia in camper con una crescita a doppia cifra

La ripresa viaggia in camper. Il turismo en plen air attira infatti sempre più appassionati e non sembra conoscere crisi, con numeri importanti a livello di indotto economico. I numeri testimoniano come di turismo, in grado di assicurare uno sviluppo sostenibile sotto tutti gli aspetti, attiri sempre di più. Il settore caravanning in Italia, con oltre 5.500 persone addette, genera annualmente un fatturato di 700 milioni di euro, rientrando stabilmente tra i tre migliori produttori europei, con 12.406 veicoli prodotti nel 2015 (+41% rispetto al 2014). I risultati sono ottimi anche per quanto concerne le immatricolazioni di nuovi camper, visto che il 2015 si è concluso registrando un +7,9%, rispetto all’anno precedente.

In alcune aree del Paese, come il Nord-Ovest, nel 2015 i camper immatricolati sono cresciuti addirittura del +12,8%. Il boom riguarda sia il mercato dei veicoli nuovi, dove si sono registrate 3.722 immatricolazioni di camper, che il mercato dell’usato, dove sono stati conclusi ben 27.281 trasferimenti netti di proprietà (+7% rispetto al 2014).

Questo trend riferito all’anno scorso viene anche confermato dagli incoraggianti dati statistici del nuovo (+10,5%) e dell’usato netto (+14,4%) nel primo trimestre del 2016. La crescita a doppia cifra è in scia al trend di tutto il Vecchio Continente, che fa registrare un +17,7% di immatricolazioni di camper nel primo trimestre 2016. Crescita economica vuol dire anche occupazione: secondo i risultati forniti in occasione del Salone del Camper dello scorso anno, i produttori di veicoli per il turismo all’aria aperta hanno ricominciato ad assumere per far fronte ai nuovi ordinativi, registrando un +19% delle vendite e intenzioni d’acquisto rispetto al 2014. Significativa è anche la costante crescita delle esportazioni nel comparto nell’ultimo triennio, passate da 6.829 del 2013 a 9.856 veicoli del 2015, con un incremento di circa il 45%. Una testimonianza di come la qualità dei prodotti italiani sia universalmente riconosciuta anche all’estero, sia a livello di design sia per le avanzate tecnologie di cui vengono dotati i veicoli

.