Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Kim Kardashian divorzia?

Gossip

Kim Kardashian divorzia?

ManìnBlù: "Questa canzone"

singolo prenatalizio

ManìnBlù, il nuovo singolo: "Questa canzone" Video

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger

Mick Jagger

New York

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger Video

Notiziepiùlette

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

GUSTO

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

Parma

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale



Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale
 

Il Monumento a Giuseppe Verdi dello scultore Ettore Ximenes e dell’architetto Lamberto Cusani rivive in un video mapping, proiettato sulla facciata del Palazzo della Pilotta. Lo spettacolo «#22.2.22», che avrà luogo venerdì 30 settembre alle 22.30 nel Piazzale della Pace, precederà l’inaugurazione ufficiale del Festival Verdi con una festa aperta gratuitamente a tutta la città, in cui immagini e musica si uniranno per un inedito omaggio al Maestro di Busseto. La video-installazione, un filmato di circa quindici minuti firmato dai visual designer di Karmachina (autori delle proiezioni che hanno animato l’Albero della Vita di Expo 2015), verrà proiettato due volte durante la serata. Nel video si ripercorre la storia del monumento: la sua costruzione, voluta dal sindaco di Parma Giovanni Mariotti nel 1912, alla vigilia del primo centenario della nascita del Maestro, ma realizzata solo più tardi, a partire dal 1919, ritardata dallo scoppio della prima guerra mondiale; la sua inaugurazione; poi gli eventi più tragici: il bombardamento del 1944, che distrusse gran parte del monumento, e la decisione, nel 1945, di demolire definitivamente l’opera, di cui oggi rimane solo l’ara centrale, collocata in Piazzale della Pace, e nove statue, che adornano l’Arena del Sole di Roccabianca. Il video si conclude però con un’ideale rinascita del monumento, grazie alle moderne tecnologie.

Per creare la videoinstallazione, gli artisti di Karmachina hanno usato materiale storico e d’archivio, sia fotografico che video, rielaborandolo in modo contemporaneo secondo il proprio linguaggio e stile. Le immagini saranno accompagnate da alcune musiche di Giuseppe Verdi (tratte da opere come Aida, La traviata, Otello, Nabucco, Rigoletto, Simon Boccanegra, Un ballo in Maschera, Macbeth, I Vespri Siciliani) rielaborate dalla Band degli Optogram secondo il linguaggio della musica elettronica. La serata sarà completata da un raffinato e ricercato Dj-set a cura di Rollover dj: un percorso di un paio d’ore, che inizierà subito dopo la proiezione e farà ascoltare musica che andrà dal funk alla disco anni Settanta. Nel Piazzale della Pilotta saranno anche presenti alcuni Food truck per il ristoro del pubblico.

Lo spettacolo ideato e prodotto da Giovanni Sparano in collaborazione con Barezzi Festival e Associazione Culturale È-motivi, è inserito nel cartellone «Verdi Off» ed è stato finanziato tramite una campagna di crowdfunding promossa dal Teatro Regio di Parma e affidata a Musicraiser, con il sostegno quindi di tutti i cittadini che hanno voluto partecipare alla raccolta fondi e di Docomo Digital. L. B.