20°

36°

SPECIALE RISCALDAMENTO

Attenzione, ora scatta l'obbligo dei contatori

Entro il 31 Dicembre vi è l'obbligo di installare contatori, sotto contatori e contabilizzatori

Attenzione, ora scatta l'obbligo dei contatori
Ricevi gratis le news
0

A Parma, con un’ordinanza firmata dal sindaco, da ieri è possibile accendere i termosifoni, in anticipo rispetto alla data del 15 ottobre, quella in cui in quasi tutta l’Italia del Centro-Nord, sarà possibile avviare gli impianti di riscaldamento centralizzati. Ma, quest’anno, c’è anche un’altra scadenza importante da ricordare, il 31 dicembre 2016. È questo, infatti, il termine massimo stabilito per l’obbligo di installazione di contatori di fornitura, sottocontatori e contabilizzatori, a seconda di quale sia la situazione specifica di ogni abitazione.

LE INSTALLAZIONI

Entrando più nello specifico della normativa, emerge quindi che nel caso in cui il riscaldamento funzioni tramite teleriscaldamento o con un impianto centralizzato, in corrispondenza della scambiatore di calore, dove non sia già presente, serve dotare il sistema di un contatore di fornitura. Il proprietario dell’immobile, inoltre, qualora sia necessario, deve anche prevedere l’installazione di sotto contatori tanti quante sono le unità abitative, così da misurarne per ognuna il consumo energetico. L’unica deroga concessa è quella prevista per gli edifici con sistemi di distribuzione di calore “a colonna”: in questo caso, la situazione deve essere segnalata nella specifica relazione tecnica firmata dal progettista o del tecnico abilitato. È stata prevista anche la possibilità in cui non sia possibile, per motivi tecnici, l’installazione di sottocontatori: in questo caso, i proprietari delle singole unità immobiliari devono provvedere all’installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore individuali, così da poter quantificare il consumo di calore in corrispondenza di ogni corpo scaldante.

Come stabilire l’efficienza economica? Il calcolo è semplice: si somma quanto speso per la dotazione e la gestione dei contatori, inserendo anche manutenzione e lettura, confrontandolo con quanto si è risparmiato. Nel conteggio può essere utile tenere presente che la vita media dei dispositivi è di circa 10 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi