pelle

Via le antiestetiche macchie sulla pelle con l'aiuto di specialisti

Dalle creme depigmentanti al peeling, arrivando all'uso dei sistemi laser

Via le antiestetiche macchie sulla pelle con l'aiuto di specialisti
0

Sulla pelle possono comparire antiestetiche macchie scure riconducibili a innumerevoli  fattori: invecchiamento della pelle, infiammazioni, lunga esposizione al sole e problemi di salute.

GIOVANI E ANZIANI

Nel caso dei giovani, le macchie si formano in seguito a un’infiammazione, come acne, eczema, follicolite; a piccoli traumi, come la depilazione; all’assunzione di alcuni farmaci, come alcuni antibiotici. Di solito sono temporanee e scompaiono spontaneamente. Le lentigo solari sono invece macchie di forma tondeggiante, di colore bruno, con bordi ben delineati, che affiorano dopo i 40-50 anni sulle zone esposte laser Q-switched o la crioterapia. Il melasma è invece una macchia di colore variabile dal marrone chiaro al marrone scuro, dai contorni poco definiti, che compare nelle ragazze giovani.

Se sono macchie leggere si procede con l’applicazione di creme depigmentanti (le più efficaci sono a base di idrochinone, in concentrazione tra il 3 e il 5%, un composto che inibisce la produzione di melanina); se sono più scure si può ricorrere al peeling o al laser. In quest’ultimo caso il peeling può essere a base di acido glicolico, salicilico, mandelico, piruvico, fitico. Nel caso invece uno specialista suggerisca di utilizzare il laser, la medicina ne propone di diversi.

DIVERSE TIPOLOGIE

La luce pulsata ad alta intensità, ovvero un’apparecchiatura che, attraverso l’utilizzo di filtri, consente di selezionare un range appropriato di lunghezza d’onda, in modo da agire solo sulle macchie. Il laser Q-switched, ad esempio, è un particolare fascio di luce, brevissimo ma potente, che colpisce in modo molto specifico le macchie senza danneggiare in alcun modo il tessuto circostante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi