Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

le vie del gusto

Rural Adventure: tour delle aziende in fuoristrada o a dorso d'asino

E tra i filari di antichi frutti, colline erbose e vulcanelli si scorgono sei piccole capanne dove si può dormire



Rural Adventure:  tour delle aziende in fuoristrada   o a dorso  d'asino

In posizione panoramica sopra la Food Valley, la Fattoria di Rivalta di Lesignano de’ Bagni è un’area che si presta a un turismo «slow», con itinerari e proposte turistiche per chi ama una cucina sana, buona e corretta, che dia valore ai produttori e che ben si sposa a relax e natura, in un silenzio che è terapeutico. L’area di biodiversità agricola è aperta per le visite ogni domenica dalle 10 alle 15: qui sono custodite antiche razze animali e varietà vegetali a rischio di estinzione. Si possono anche ammirare trattori degli anni Trenta e Cinquanta (ingresso gratuito, Info: 342 9128266 / 335 316337, www.rural.it)
Trai filari di antichi frutti si scorgono, perfettamente integrate nell’ambiente naturale che le circonda, sei piccole capanne, dove si può dormire, godendo del cielo stellato, aromatizzato dal profumo del vento Marino con vista impagabile che spazia dal castello di Torrechiara alle piccole frazioni collinari di Stadirano e Mulazzano. Ogni capanna ha due letti e si affaccia su una terrazza di legno con poltrone e mini cucinino. Per permettere agli ospiti di immergersi completamente nella natura che li circonda, ogni capanna ha una zona servizi poco distanti con sauna, bagno turco, cromoterapia, dotata di tuta, pila e stivali per poter vivere liberamente l’esperienza rurale che riporta a sensazioni ancestrali. Simili sensazioni si provano la mattina, gustando i prodotti di biodiversità, nell’accogliente spazio interno della Fattoria, come il latte d'asina, l’orzo Leonessa o le marmellate di prugna Zucchella. Con la bella stagione si può usufruire anche dei tavolini esterni in ardesia. E per immergersi completamente in quest’angolo di Emilia intatta e verde, vengono organizzati Rural Adventure per visitare le aziende locali in fuoristrada, a piedi, in bicicletta o a dorso d'asino, per conoscere da vicino il lavoro di agricoltori e allevatori custodi della biodiversità locale con una guida esperta (info e prenotazioni: 377.7802223, roberto@rural.it), tra colline erbose, paesaggi lunari mossi da calanchi e da barboj che gorgogliano e realtà agricole custodi di antichi saperi di cui la Fattoria di biodiversità agricola di Rosa dell'Angelo si fa degna portavoce.
Da qui si può arrivare fino al Lago Santo o al parco dei Cento Laghi sul Monte Marmagna, porta d’accesso della Food Valley, area “Core” della Riserva MaB Unesco, attrezzati per la notte con tende da trekking che vengono messe a disposizione dall’organizzazione e quando ci sarà la neve, via libera anche a ciaspolate.
Sul fronte dell'ospitalità presto sarà operativa anche la Locanda Rural a Rivalta, offrendo la possibilità di pernottare sul posto durante tutto l’anno per un Turismo rural-chic ma anche per team building aziendali. Diversi i progetti anche per le scuole con visite alle cantine di stagionatura del prosciutto, possibilità di andare nella vigna di uva Termarina e in cantina per la lavorazione del vino, o assistere alla preparazione della conserva di pomodoro Riccio di Parma, antica varietà locale della val Parma.

Da qualche giorno sul sito web del Rural (www.rural.it) è attivo un blog che svela periodicamente curiosità sui prodotti e sui personaggi protagonisti di questo movimento.
Imminente poi l’apertura del primo negozzio Rural nel cuore di Parma, per gustare tutto l’anno le eccellenze dei produttori di biodiversità dell’Appennino Tosco-Emiliano (B.go Giacomo Tommasini 7/B). Un traguardo importante per tutti i produttori del circuito, per condensare lo spirito del mercato contadino in una bottega storica, vecchio stampo, con prodotti genuini della terra, salumi, formaggi e carni pregiate, e dotata di un piccolo laboratorio sul retro. E infatti chi varcherà la soglia di Rural potrà semplicemente acquistare i prodotti del giorno o approfittare delle soluzioni per la pausa pranzo proposte. E anche assaggiare una fetta di prosciutto di maiale nero, formaggi di antiche razze, latte d’asina, confetture, miele, conserve e qualche prelibatezza dai sapori ormai perlopiù dimenticati. r.c.