11°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

REGALI NATALE

Cibi biologici e a chilometro zero: questo il cesto a prova di gourmet

Il trend del momento? Le specialità di ciascuna regione, per un Natale all’insegna dell’enogastronomia



Cibi biologici e a chilometro zero: questo il cesto a prova di gourmet

I regali di Natale, si sa, richiedono uno sforzo impegnativo: prima di pensare cosa regalare, si deve pensare a chi è diretto il dono e poi, dopo una breve analisi della personalità dell’interessato, si deve andare alla ricerca dell’oggetto giusto. Ma esiste una scorciatoia, un regalo chic, raffinato, perfetto per tutti gli amanti dell’enogastronomia italiana: il cesto natalizio. 

NON PIÙ “GENERALISTA”

C’è però cesto e cesto. I trend degli ultimi anni sono molto diversi da ciò che il cesto natalizio ha rappresentato nell’immaginazione collettiva per decenni, ovvero il classico  pot-pourri con spumante, panettone, pacco di pasta e altri prodotti “generalisti”, che esprimevano nel destinatario anche un certo distacco nella scelta del regalo da parte del mittente.

Oggi si punta molto di più sulla qualità e sulla territorialità dei prodotti da inserire nella classica cesta di vimini: un’idea regalo che va molto negli ultimi anni è quella di confezionare il cesto con le specialità di ciascuna regione d’Italia, per sottolineare la diversità (e la ricchezza) del patrimonio gastronomico nazionale.

Un’idea potrebbe essere quella di alternare le varie regioni di Natale in Natale: si evitano i doppioni e si permette di scoprire sapori sempre nuovi.

WINE E BEER LOVER

Molto gradito anche il cesto a tema: a un wine lover si può regalare una selezione di vini di diverse regioni, magari accompagnata da un elegante decanter.

Anche i formaggi (meglio se biologici) hanno il loro perché: quattro o cinque, di diverse tipologie (a pasta dura o a pasta filante, facendo ovviamente attenzione a scegliere quelli non deperibili), faranno un figurone. Immancabile la versione brassicola, con le birre artigianali che stanno conoscendo un successo enorme. Un’idea in più è quella di preparare cesti che raccolgano al loro interno diverse tipologie di sale, da quello affumicato della Danimarca a quello blu di Persia, fino a quello rosa dell’Himalaya.

Un regalo sfizioso e originale, perfetto per gli amici o i familiari dai palati più esigenti. Ad accompagnare le varie tipologie di sale anche una sessola di legno, due ciotole in ceramica e una borsa refrigerante in plastica.

Coldiretti e shopping natalizio: il successo del made in Italy

Agli italiani, lo shopping di Natale piace moltissimo. Secondo un’indagine firmata dalla Coldiretti, infatti,  il budget complessivo previsto per le festività 2017 è pari a 208 euro a famiglia, sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno.

IL CONFRONTO

La spesa in regali degli italiani per feste di fine 2017 – sottolinea la Coldiretti – è superiore quest’anno dell’11% ai 188 euro a famiglia che si spendono in media in Europa, dove gli inglesi sono al vertice della classifica con una spesa di 321 euro a famiglia e in fondo ci sono i greci con appena 136 euro. Da segnalare – afferma  Coldiretti – la preferenza accordata all’acquisto di prodotti made in Italy, con l’obiettivo di dare un piccolo contributo nel rilanciare l’economia nazionale.