20°

34°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Freddi a 45 anni sarà mamma

gossip

Laura Freddi sarà mamma: è al quarto mese

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

calestano

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

Madonna festeggia il suo compleanno ballando la pizzica in Puglia

social network

Madonna balla la pizzica alla sua festa di compleanno in Puglia Video

Notiziepiùlette

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e giocali subito

GIOCHI ESTIVI

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e gioca subito

speciale papa francesco

I viaggi all'estero

Dalla visita al Muro del Pianto all’avvio del Giubileo a Bangui



Il Papa dei poveri

Tra gli elementi caratterizzanti del Pontificato di Papa Francesco, un posto di rilievo lo occupano senza dubbio i viaggi apostolici.
Ad oggi se ne sono contati 16, che hanno portato Bergoglio da un capo all’altro del mondo. Nell’arco di tre anni, il Papa ha visitato quattro continenti, portando messaggi di pace tra i popoli e le religioni.

BRASILE
Il primo viaggio di Bergoglio si è tenuto dal 22 luglio al 29 luglio 2013 a Rio de Janeiro, in Brasile, per celebrare la XXVIII Giornata mondiale della gioventù. Dopo una visita di cortesia al presidente della Repubblica Dilma Rousseff nel Palazzo Guanabara, ha visitato il Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida e l’ospedale di San Francesco d’Assisi. Il 25 luglio ha ricevuto le chiavi della città di Rio de Janeiro e ha benedetto le bandiere olimpiche, in occasione degli imminenti Giochi; successivamente si è recato presso la favela di Varginha per incontrarne i residenti. Il 26 luglio ha celebrato la Via Crucis e sabato 27 luglio la veglia alla grande spiaggia di Copacabana. Il 28 luglio papa Francesco ha celebrato la messa di chiusura a Copacabana prima di ripartire per Roma, alla presenza di circa tre milioni di fedeli.

TERRA SANTA
L’anno successivo, dal 24 al 26 maggio, Papa Francesco compie un altro viaggio pieno di significato. Il Pontefice si reca infatti in Terra Santa, visitando Amman in Giordania, Betlemme in Palestina e Gerusalemme in Israele: qui ha pregato davanti al Muro del Pianto, chiedendo “la grazia della pace”. Sempre a Gerusalemme, Bergoglio ha presenziato a un incontro ecumenico con il Patriarca ecumenico Bartolomeo I e il Patriarca ortodosso di Gerusalemme Teofilo III.

CUBA e USA
Una grande valenza politica ha ricoperto la visita che Papa Francesco ha effettuato dal 19 al 27 settembre 2015 a Cuba prima e negli Stati Uniti poi, proprio nel periodo del riavvicinamento tra i due Paesi. All’Avana si è assistito all’incontro tra il Santo Padre e il Lider Maximo Fidel Castro, mentre a Washington Bergoglio ha tenuto un importantissimo discorso alle Nazioni Unite sull’ambiente e contro le guerre. Francesco tornerà una seconda volta a Cuba nel 2015, per una visita lampo prima di raggiungere il Messico: ancora una volta all’Avana andrà in scena un altro storico incontro, quello con il Patriarca della Chiesa
Ortodossa Kirill. Al centro del colloquio tra i due, la questione dei cristiani perseguitati nel mondo.

KENYA e UGANDA
Bangui, Repubblica Centrafricana, 29 novembre 2015: Papa Francesco apre la Porta Santa della cattedrale inaugurando il Giubileo della Misericordia. Un gesto, quello di Bergoglio, che mette al centro del mondo spirituale l’Africa: “L’anno santo della misericordia - ha detto il Papa davanti alla cattedrale - viene in anticipo in questa terra che soffre da anni per l’odio, l’incomprensione, la mancanza di pace. Bangui diviene la capitale spirituale della preghiera per la misericordia; tutti noi chiediamo misericordia, riconciliazione, perdono, per Bangui, per tutt a la Repubblica centrafricana e per tutt i i Paesi”. Nello
stesso viaggio il Pontefice farà tappa anche in Uganda e Kenya, dove si scaglierà contro i massacri compiuti in nome di Dio.

LUGLIO 2013: 1 Brasile
MAGGIO 2014: 2 Terra Santa
AGOSTO 2014: 3 Corea del Sud
GENNAIO 2015: 4 Filippine e Sri Lanka
SETTEMBRE 2015: 5 Cuba e USA
NOVEMBRE 2015: 6 Kenya e Uganda
FEBBRAIO 2016: 7 Messico
LUGLIO 2016: 8 Polonia
NOVEMBRE 2016: 9 Svezia