-2°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

speciale pane

Grano tenero, riso o segale Il pane italiano è buono e vario

Ogni zona del nostro Paese può contare su prodotti tipici eccellenti



Grano tenero, riso o segale Il pane italiano è buono e vario

Il pane rappresenta, da sempre, uno degli alimenti più consumati sulle tavole degli italiani. La tradizione nazionale nella panificazione è lunga e di grande qualità, in quanto ogni regione può proporre tipologie di pane specifiche, perfette per diventare l’accompagnamento ideale alle specialità gastronomiche tipiche.

LE FARINE UTILIZZATE
In Italia il bianco alimento si presenta con un assortimento di circa 250 varietà, declinate in un migliaio di varianti. In relazione alla posizione geografica e alle usanze gastronomiche, sono diverse anche le farine che vengono utilizzate.
Nelle aree montane, più affini, a livello di abitudini, all’Europa centrale, viene molto consumato il pane di segale. Questo cereale si adatta perfettamente ai climi freddi, prestandosi a essere coltivato, soprattutto, in Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.
Il mais, per decenni, ha rappresentato l’unica fonte di sostentamento disponibile, in alcune zone del Nord Italia. Ciò ha fatto sì che in alcune regioni, quali la stessa Emilia Romagna, la già citata Lombardia o il Veneto, si realizzi tuttora pane composto da farina di mais, mescolata alla consueta farina di grano. Questa qualità di pane è contraddistinta, oltre che da un colore vivace, anche da un gusto molto particolare, tendente leggermente al dolce.
Tipico del Nord Italia, soprattutto dove sono presenti risaie, è il prodotto ricavato dalla farina di riso, che viene preparato anche in occasione di eventi particolari. Essendo impossibile utilizzare la sola farina di riso, questa viene unita alla farina di grano tenero, dando vita a un alimento leggero e delicato. Molto apprezzato, soprattutto negli ultimi anni, quando si è diffuso in tutto il territorio nazionale, è il pane con le olive.
Questo prodotto è però originario dell’Italia meridionale, dove vi sono grandi estensioni di uliveti.
Nel meridione è molto radicata anche la consuetudine di preparare pane attraverso l’uso della farina di grano duro, solitamente utilizzata per realizzare la pasta.
Doveroso di citazione anche il pane che contiene frutta, come fichi secchi o uva sultanina, ideale anche per essere mangiato a colazione.

Il pane caratteristico di alcune zone

1. Mantova
Nella cittadina lombarda, e nella sua provincia, è tipica la produzione del cosiddetto "pane mantovano". Questo alimento è prodotto da farina di grano tenero, pur avendo pasta dura e crosta croccante.

2. Sardegna
Il pane carasau, considerato uno dei più antichi al mondo, è tipico sardo, originario della Barbagia. Si presenta come una sfoglia tonda molto sottile e croccante, simile ad un ostia, proprio per questo è un “atipico”

3. Toscana
Il "pane sciocco" è un prodotto tradizionale, realizzato senza sale, tipico di molte aree dell’Italia centrale, dalla Toscana all’Umbria e alle Marche. Pane ideale per la cucina della zona, dai gusti decisi.

4. Altamura
Il pane originario delle Murge è noto in tutto il mondo, potendo anche godere del marchio D.O.P. Questo prodotto viene realizzato da varie farine di grano duro e si mantiene ottimale per diversi giorni.

Il pane azzimo è ottimo per allergici ai lieviti

L’Italia è un Paese nel quale la panificazione è una vera e propria arte. Il pane è, da sempre, alimento che non può mancare nell’alimentazione degli italiani. Il suo consumo, ovviamente con moderazione, può essere anche inserito nelle diete dimagranti.
In particolare, una delle tipologie più indicate ai fini del dimagrimento è il celebre pane azzimo, noto sin dai tempi biblici.

Il pane azzimo
Il prodotto in questione è un pane particolare, che non ha subito il processo di lievitazione.
Il pane azzimo presenta le medesime caratteristiche del già citato pane comune però, rispetto a questo, conta un minore contenuto di acqua e un maggiore contenuto calorico. Nonostante quest’ultimo dato, il pane azzimo si dimostra essere un buon alleato nelle diete se, ovviamente, consumato senza esagerazioni.

Le proprietà
Il pane azzimo, innanzitutto, è ideale per le numerose persone che soffrono di intolleranza agli agenti lievitanti. Il prodotto in questione, perciò, non provoca alcun tipo di problema digestivo.
Esso è, inoltre, un ottimo alleato della linea, in quanto è un cibo che dà senso di sazietà e può contare, inoltre, su un basso contenuto glicemico.
Il contenuto calorico è di circa 377 kcal/100 g.