-2°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

migliori anni

Grand Tour tra storia e arte: In Italia e in giro per il mondo

Torna un mito del passato: un percorso di "formazione" per nutrire l'anima e il corpo



Grand Tour tra storia e arte - In Italia e in giro per il mondo

Anche nel turismo, come succede spesso nel mondo della moda, ci sono tendenze destinate a tornare, ciclicamente, in auge. Così, uno dei nuovi trend del settore, riguarda lunghi viaggi, anche di alcuni mesi, tra storia, natura e arte. Proprio come accadeva ai giovani aristocratici di tutta Europa a partire dal XVII secolo. Era chiamato il "Grand Tour", ovvero un lungo itinerario destinato a perfezionare il sapere, con arrivo e partenza fissati in una medesima città. Il viaggio poteva durare mesi o anni interi. Una delle mete obbligatorie del percorso di "formazione" era l'Italia, culla della civiltà, ieri come oggi. Il termine turismo e più in generale quello dei viaggi turistici odierni ebbe proprio origine partendo dai Grand Tour in voga secoli fa.

LE TAPPE IN ITALIA Chi vuole ripercorrere l'epopea dei "Grand Tour" e magari desidera concentrarsi sull'Italia, ha davvero l'imbarazzo della scelta. Si parte, ovviamente, da Roma: la città antica, i suoi monumenti, la sua storia. Poi ci si immerge nel Neoclassicismo di Napoli, per sconfinare a Pompei ed Ercolano. Altra tappa, quella dalla Campania ala Sicilia, per ammirare le bellezze barocche e i resti dell'evolutissima civiltà greca. Poi ci si dirige a nord, verso le città d'arte: Firenze, Bologna, Venezia, Milano. E lo si fa passando per borghi, più o meno grandi, ricchi di storia e cultura.

GIRO DEL MONDO Chi invece volesse conoscere i luoghi più belli del mondo, Italia a parte, può affidarsi ad agenzie che, ad esempio, offrono biglietti con un massimo di 15 scali e la possibilità di atterrare in 1185 aeroporti in 185 Paesi.  In un unico, lungo viaggio, si potrà fare trekking sull'Himalaya, ammirare le balene lungo le coste dell'Australia, immergersi nei tramonti dell'Africa, attraversare le distese sconfinate degli Stati Uniti o visitare le principali città di tutti i continenti. Quanto tempo occorre per un viaggio del genere? Basterebbero in realtà anche due mesi, ma - potendoselo permettere - un anno sarebbe la soluzione ottimale per scrollarsi di dosso tutto lo stress. Rispetto al passato però, oggi per viaggiare senza preoccupazioni è meglio affidarsi, in parte o del tutto, ad agenzie di qualità in grado di organizzare itinerari così complessi in diversi Paesi del mondo.

Le meraviglie da vedere prima che scompaiano

Dall'Oceano Indiano all'America, il mondo è ricco di luoghi mozzafiato da vedere prima che scompaiano. Già, perché i cambiamenti climatici in corso potrebbero cancellare bellezze naturali dal valore inestimabile. Come la barriera corallina in Australia: con i suoi 344,400 chilometri quadrati è la più estesa al mondo. Incredibile ma vero: anche Venezia è a rischio. Anno dopo anno rischia di scomparire a causa dell'aumento del livello del mare.  E anche il Mar Morto rischia di "ritirarsi": negli ultimi 40 anni il lago si è ridotto di un terzo della sua superficie, mentre il livello delle acque è sceso di circa 24 metri. Gli esperti ritengono che potrebbe scomparire entro 50 anni.  Entro il 2030 potrebbe lasciarci anche il Glacier National Park in Montana (Stati Uniti). Si estende per circa 4mila chilometri quadrati, racchiude due catene montuose, oltre 130 laghi, più di mille specie di piante e centinaia di animali.