-2°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

speciale migliori anni

Giocare a golf fa bene e allunga la vita

Chilometri in cammino, calorie bruciate, muscoli rinforzati: tutti i benefici di uno sport troppo spesso sottovalutato



Giocare a golf fa bene e allunga la vita

l'ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush un giorno disse: "È sorprendente il numero delle persone che mi hanno battuto a golf da quando non sono più presidente". Bush è solo uno dei tanti appassionati di golf, che conta su estimatori del calibro di Gianluca Vialli a Bill Murray. Anche in Italia la pratica del golf è sempre più in aumento. E, secondo un recente studio, è uno degli sport migliori per il fisico.

I NUMERI Il golf non è più un gioco d'élite e comincia a piacere sempre a più persone: nel mondo ci giocano oltre 55 milioni di persone che lo scelgono anche per mantenersi in forma. Infatti su un campo da 18 buche, un golfista mediamente cammina da sei (ammesso che usi la mini car), fino a tredici chilometri. Tradotto: mediamente percorre dai 12mila ai 17mila passi. Giocando brucia da 264 a 450 calorie l'ora e, complessivamente, può consumarne anche 2.500, quindi all'incirca quanto il fabbisogno giornaliero di una persona adulta.

LA RICERCA I dati sono stati forniti dai ricercatori della University of Edinburgh e dell'University College di Londra sintetizzando oltre 300 studi, svolti in 24 diversi Paesi. L'obiettivo dell'indagine - poi pubblicata sul British Journal of Sports Medicine - era quello di stabilire se il golf fosse uno sport utile alla salute.

I risultati hanno dato esito positivo. Fa bene, infatti, a prescindere dal livello con cui si gioca; non vengono in alcun modo sforzate le articolazioni (come nella corsa, ad esempio), e lo sforzo fisico associato può essere considerato da moderato a intenso.

Il golf, si legge nella ricerca britannica, è perfetto per migliorare lo stato di salute dell'apparato cardiovascolare, respiratorio e metabolico, il benessere e anche la forma fisica. è adatto anche nelle fasi di riabilitazione perché esercita la postura, l'equilibrio e il movimento migliorando le capacità propriocettive del corpo. Soprattutto in età matura, perfeziona la resistenza e la funzionalità muscolare.

ELISIR DI LUNGA VITA La sedentarietà provoca, secondo recenti studi, più di tre milioni di morti all'anno. Per questo il golf, che "costringe"a lunghe passeggiate, è particolarmente indicato per il proprio benessere. I prati curati sono l'ideale per camminare; in più, secondo alcune ricerche svedesi, giocare a golf con regolarità potrebbe regalare fino a cinque anni di vita in più. Così come il nuoto, giocare a golf migliora la capacità respiratoria, in particolare in età avanzata e nei bambini asmatici.

Ovviamente, per avere effetti così importanti ed impattanti sul proprio corpo, è necessario anche fare camminate a ritmo più sostenuto e ad un livello più intenso. Avviso per i golfisti più pigri: meno mini car e più gambe, perché altrimenti ogni sforzo risulterà vano. Unica avvertenza: quando si va a giocare a golf, soprattutto durante il periodo estivo, occhio alla copertura della pelle. Un‘appropriata protezione con filtri solari, abiti coprenti e zone di ombra più numerose sui campi sarebbero auspicabili per evitare di sviluppare malattie della pelle. Attenzione anche a possibili e fastidiosi mal di schiena, quando gli swing (le torsioni per colpire la palla) sono troppo forti e manca un po' di allenamento.

Come difendere la pelle dall'inquinamento in città

Ogni giorno l'inquinamento delle città rischia di danneggiare la salute, anche perché risulta un nemico temibile per la pelle. Spesso, infatti, senza nemmeno accorgersene, la pelle viene aggredita da agenti inquinanti che vanno ad alterare il film idrolipidico, ovvero quella naturale barriera di acqua e sebo che si crea a difesa della cute.

I fenomeni esterni, dunque, interagendo con la nostra pelle, finiscono per renderla più spenta, fragile, stressata. Non riuscendo più a proteggersi naturalmente, la pelle si disidrata, perdendo la luminosità e invecchiando prematuramente. è tutta la pelle del corpo a risentire degli effetti dell'inquinamento atmosferico. Il viso e il collo sono ovviamente tra le zone più esposte a queste continue aggressioni. Perciò è importante proteggerli al meglio con soluzioni ad hoc.

Gli alleati sono creme viso e soin che nutrono, difendono e ripristinano la barriera protettiva. L'importante, oltre alla scelta della crema giusta, è avere la costanza di usarla tutti i giorni. Possibilmente prima di uscire e prima di andare a letto.