Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Sondaggio

Il ministro: a scuola sono troppi tre mesi di vacanza in estate. Ha ragione?

Il ministro: a scuola sono troppi tre mesi di vacanza in estate. Ha ragione?
Ricevi gratis le news
13

La scuola pare essere un cantiere di idee sempre aperto. Mentre ancora si consumano analisi e speculazioni sul testo del ddl «Buona scuola», una considerazione del ministro Poletti sulla durata delle vacanze scolastiche ha aperto un nuovo fronte di dibattito, nella stessa giornata in cui Matteo Renzi, parlando alla Luiss School of government, ha assicurato che sulla scuola l’Italia si gioca «una delle chance di essere superpotenza mondiale».
«Un mese di vacanza va bene. Ma non c’è un obbligo di farne tre. Magari uno potrebbe essere passato - ha ipotizzato il ministro del Lavoro - a fare formazione. Una discussione che va affrontata». «I miei figli d’estate sono sempre andati al magazzino della frutta a spostare le casse» ha raccontato dicendosi convinto che non si distruggerebbe un ragazzino se invece «di stare a spasso per le strade della città va a fare quattro ore di lavoro». Tanto è bastato per dare la stura a commenti e interpretazioni. Qualcuno, leggendo tra le righe, ha visto dietro le parole del ministro Poletti un disegno politico per sfruttare gratuitamente il lavoro dei giovani.
Ma il ministro Giannini, da Madrid, ha chiarito: i temi che Poletti tocca «sono stati oggetto di analisi anche nel lavoro sul Ddl Scuola», «all’articolo 4 comma 3 prevediamo esplicitamente che ‘l’alternanza può essere svolta durante la sospensione delle attività didattichè. Fare esperienza di lavoro durante la scuola è utile non solo per diminuire la dispersione e facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro, ma anche per orientare le scelte di chi andrà all’università».
I presidi hanno colto l’occasione della «querelle» per rilanciare una delle loro battaglie. «Da anni, più o meno dai primi anni ‘90, chiediamo che ci siano piani intelligenti per l’utilizzo della risorsa scuola durante l’estate» ha osservato Mario Rusconi, vicepresidente dell’Anp, ricordando che durante le vacanze gli istituti scolastici sono inutilizzati. «L’idea di utilizzare i locali durante l’estate per corsi di sostegno e recupero, per ospitare iniziative di giovani diplomati in cerca di lavoro ci trova - osserva Rusconi - senz’altro d’accordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

No

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    08 Aprile @ 14.59

    smettiamola per favore,con ste amenità! nn è normale!!! bambini di 9 anni che fanno 8 corsi di musica,5 sport..... i bambini devono giocare e stare tra di loro. Nn uscire da ginnastica artistica,salire in macchina e andare a nuoto,uscire salire in macchina e andare al corso di violino! braghette,maglietta ,un pallone e degli amici!!!! altro che un mese di vacanza e corsi di formazione!

    Rispondi

  • Bastet

    08 Aprile @ 14.56

    ma smettiamola! ma di cosa parliamo? sarebbe opportuno specificare e diversificare le classi! formazione??? ma andate a cagare! mio figlio ha 6 anni.....e deve giocare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Gigi

    24 Marzo @ 16.52

    Tutti fenomeni i renzusconiani, ci pensano loro a sistemare l'Italia. ...è giusto si abituino a lavorare i giovani lo dovranno fare fino a 70 anni. ..ma. ..lavoro non ce ne. ...ho un'idea x lei minestrone, costruiamo una fabbrica che produca lavoro. ..che idea vero? Ma li andiamo a scegliere con il lanternino?

    Rispondi

  • Francesco

    24 Marzo @ 13.32

    Positivo che i ragazzi facciano esperienze lavorative ma non andrei oltre i 30 giorni e solo per i ragazzi dalla prima superiore in poi. L'importante che non si tramuti in un aggravio di costi e/o incombenze per le imprese. Il vero problema sono i tre mesi in cui gli insegnanti sono pagati senza lavorare!!!!!!. Anzi, a questo proposito avrei due proposte: 1)Si potrebbero organizzare centri estivi all'interno delle scuole a costo zero: Gli insegnati pagati ci sono, i bidelli ci sono, gli edifici ci sono; in più le famiglie potrebbero usufruirne a costo ridotto se non gratuito. Inutile pagare cooperative e/o ragazzine di parrocchia con esperienza nulla o molto limitata. Con i minori servono solo professionisti e tutto ciò non costerebbe un euro allo stato. 2) Per gli insegnati che non accettano di fare i centri estivi e per quelli delle superiori si potrebbe pensare di detrarre due mesi di stipendio (la differenza tra mesi lavorati e non escludendo il mese di ferie) e riconoscere un rimborso spese ai ragazzi che fanno esperienza formativa. Anche qui tutto ciò a costo ZERO per lo stato.

    Rispondi

    • salamandra

      25 Marzo @ 00.13

      Anche a te però farebbe bene tornare un po' a scuola dai ragionamenti che fai.

      Rispondi

      • gigiprimo

        25 Marzo @ 15.46

        vignolipierluigi@alice.it

        Perché? ci sono errori di grammatica o dimenticanze come in quello di Luigi (16,52)? perché gli dobbiamo pagare quei tre mesi, durante i quali, alcuni, si prestano a lezioni private lautamente pagate in nero?

        Rispondi

  • Demianlee

    24 Marzo @ 13.14

    Dilettanti allo sbaraglio.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS