17°

30°

Parma

Morosità incolpevole: scaduta la moratoria, polemica Rete Diritti in casa - Iren

Ricevi gratis le news
0
Botta e risposta fra Rete Diritti in Casa e Iren sul confronto per la moratoria sulle utenze nei casi di morosità incolpevole. Rete Diritti in Casa accusa la multiutility di aver fatto saltare il tavolo. Iren replica che lo slittamento al 21 gennaio era stato concordato. Uno spostamento che secondo l'azienda non mette in pericolo le persone coinvolte dal problema. 
RETE DIRITTI IN CASA ATTACCA IREN E INDICE UN'ASSEMBLEA PUBBLICA. (comunicato stampa)
Giovedì 16 gennaio, alle ore 11, presso la sede di Iren, si sarebbe dovuto tenere il tavolo di concertazione, ottenuto a seguito dell'azione condotta dagli attivisti di Rete Diritti in Casa e Assemblea No Inceneritori dello scorso 29 Novembre, che doveva mettere a confronto i movimenti cittadini con i vertici di IREN e istituzioni, attorno alla questione del diritto alla fruizione dei servizi essenziali (acqua, luce e gas).

Iren, oggi, ha deciso di far slittare il tavolo. Le motivazioni riportate dall'azienda sono assai discutibili. Il tavolo dimenticato è simbolo del comportamento di un'azienda che si comporta di fatto in maniera autoritaria e paternalistica. Reputiamo gravissima tale superficialità nei confronti di una città intera che paga oggi, per colpa di Iren, dei gravissimi e preoccupanti costi sociali ed ambientali.
Quello che chiediamo è una moratoria contro i distacchi delle utenze nei casi di morosità incolpevole, l'istituzione di un minimo garantito su base universale per la fruizione dei servizi giudicati essenziali per la sussistenza e la progressivizzazione delle tariffe in base al reddito. Proposte che mirano nel complesso a garantire e a preservare il diritto alla dignità e alla vita.
E infatti di pochi giorni fa la notizia della morte di un cittadino cremonese, trovato senza vita sotto uno strato di coperte mentre cercava di difendersi dal freddo invernale, deceduto di stenti a seguito del distacco delle utenze.
La piccola moratoria che ha coperto i mesi di dicembre e gennaio, pur essendo un importante risultato delle mobilitazioni, è assolutamente insufficiente a contrastare il crescente fenomeno dei distacchi delle utenze in situazioni di morosità incolpevole.
Moratoria, ad oggi, capace di rappresentare solo un maldestro tentativo di pacificazione sociale, in cui i fondi necessari a coprire la garanzia di un diritto, che spetterebbe in capo a chi fa della gestione di un bene pubblico il proprio business, sono stati stornati dalla spesa comunale per welfare .
Questa è la piattaforma che movimenti e famiglie avrebbero portato al tavolo del 16 gennaio, l'unica possibilità di confronto tra cittadini ed azie nda IREN, che fa utili sulle tariffe pagate da tutti noi e costringe sempre più famiglie nella trappola dellinsolvenza.
Non ci fermeremo fin quando un minimo di acqua, luce e gas non sarà garantito a tutti, a maggior ragione a chi incolpevolmente non possa pagare, fin quando non vedranno restaurato il proprio diritto ad un'esistenza degna.

Per questo reputiamo fondamentale rilanciare una piattaforma di mobilitazioni che sappia imporre le ragioni di movimenti e famiglie ad Iren ed alle Istituzioni competenti.

Per questo indiciamo un'assemblea pubblica, prevista per sabato 18 gennaio, in Casa Cantoniera Autogestita (via Mantova, 24) alle ore 18.

LA REPLICA DI IREN: "INCONTRO IL 21 GENNAIO, CONCORDATO CON RETE DIRITTI IN CASA E COMMISSIONE AUDIT". (comunicato stampa)
Nel corso dell’incontro svoltosi lo scorso 2 dicembre tra Iren, Comune di Parma, rappresentanti di Rete Diritti in Casa, commissione Audit e Assemblea Permanente No inceneritore, alla presenza dell’On.le Patrizia Maestri, era stato concordato di riunirsi nuovamente il 16 gennaio per completare l’analisi puntuale delle procedure previste in caso di morosità incolpevole.
Si è inoltre condiviso che, per i più ampi temi di politica sociale aggravati dal perdurare della crisi economica, si proponesse la costituzione di un tavolo istituzionale convocato dal Prefetto di Parma per contemperare soluzioni a livello locale e nazionale.
Nella giornata di ieri (15 gennaio), a seguito dei contatti telefonici intercorsi con i rappresentanti di Rete Diritti in Casa e commissione Audit, si è concordato di rinviare l’incontro, inizialmente previsto per oggi (16 gennaio), immediatamente dopo il 21 gennaio per consentire un ulteriore approfondimento tecnico già programmato tra Iren e il Comune di Parma. Peraltro, dato l’impegno di Iren a mantenere la sospensione di tutte le interruzioni per morosità incolpevole, fino al nuovo incontro, lo spostamento di qualche giorno dell'appuntamento non pregiudica assolutamente la tutela delle persone che unilateralmente Iren ha proposto di salvaguardare. 
Stupisce quindi che oggi qualcuno parli di “tavolo saltato” o di comportamento “autoritario e paternalistico” dopo aver concordato, proprio per garantire un migliore confronto negli interessi dei cittadini, di aggiornare l’appuntamento inizialmente previsto per oggi. 
Ancora una volta Iren ha confermato la propria apertura al confronto, con l’intenzione di renderlo costruttivo e operativo. Auspichiamo che anche gli altri attori di questa partita abbiano analogo interesse e non invece l'esigenza di farsi pubblicità piuttosto che mantenere un costruttivo clima di confronto per la risoluzione dei problemi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

tribunale

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

concorso

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

fontanini

incidenti

Scontro tra auto e uno scooter a Fontanini: un ferito grave

TRIBUNALE

La truffa online del robot da piscina, parmigiano condannato

gazzareporter

Largo Coen: risveglio dopo la notte di raccolta rifiuti... Foto

1commento

A Corcagnano

Rubati due escavatori in un cantiere

po

Ancora senza esito le ricerche del soragnese scomparso

Asolana

Getta un mozzicone: scoppia l'incendio

3commenti

siccità

Regione: nessun rischio di razionamento dell'acqua in Emilia

Oggi incontro dell'Osservatorio per il Po

Fidenza

Addio alla «Rita» borghigiana doc

BASSA

Falchi cuculi, il loro regno targato Parma

L'INTERVISTA

Noa Zatta: «L'estate perfetta sul set di Salvatores»

ZONA VIA BARACCA

Caso di Dengue a Mariano, disinfestazione per tre notti Cosa fare

Da stasera dalle 23 alle 4. Tutti consigli per i residenti

3commenti

ATLETICA

Folorunso, ai mondiali per stupire

1commento

parma

Lascia la figlia addormentata in auto sotto il sole: denunciato

Il padre accusato di abbandono di minore

1commento

DELITTO DI VIA SIDOLI

«Elisa voleva andare a un concerto, io ho perso la testa»

Nuove rivelazioni dell'ex fidanzato

3commenti

PARMA

Qualità e quantità, le due rime di Barillà

langhirano

Un "dolce" Festival del Prosciutto: arriva Ernst Knam Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

ITALIA/MONDO

LONDRA

I genitori di Charlie si arrendono, "Vai con gli angeli" Video

SCENARI

Nel 2050 più siccità e il 20% in meno di pioggia Video

SPORT

MOTOCROSS

Per Kiara Fontanesi weekend da dimenticare

PARMA CALCIO

Open Day femminile il 2 agosto

SOCIETA'

gusto

I Maestri del lievito madre ingolosiscono la piazza Foto

FRANCIA

Il leader degli U2 Bono ricevuto da Macron Video

MOTORI

BMW

Serie 2 Coupé e Cabrio, debutta il restyling

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori