11°

29°

Parma

Morosità incolpevole: scaduta la moratoria, polemica Rete Diritti in casa - Iren

0
Botta e risposta fra Rete Diritti in Casa e Iren sul confronto per la moratoria sulle utenze nei casi di morosità incolpevole. Rete Diritti in Casa accusa la multiutility di aver fatto saltare il tavolo. Iren replica che lo slittamento al 21 gennaio era stato concordato. Uno spostamento che secondo l'azienda non mette in pericolo le persone coinvolte dal problema. 
RETE DIRITTI IN CASA ATTACCA IREN E INDICE UN'ASSEMBLEA PUBBLICA. (comunicato stampa)
Giovedì 16 gennaio, alle ore 11, presso la sede di Iren, si sarebbe dovuto tenere il tavolo di concertazione, ottenuto a seguito dell'azione condotta dagli attivisti di Rete Diritti in Casa e Assemblea No Inceneritori dello scorso 29 Novembre, che doveva mettere a confronto i movimenti cittadini con i vertici di IREN e istituzioni, attorno alla questione del diritto alla fruizione dei servizi essenziali (acqua, luce e gas).

Iren, oggi, ha deciso di far slittare il tavolo. Le motivazioni riportate dall'azienda sono assai discutibili. Il tavolo dimenticato è simbolo del comportamento di un'azienda che si comporta di fatto in maniera autoritaria e paternalistica. Reputiamo gravissima tale superficialità nei confronti di una città intera che paga oggi, per colpa di Iren, dei gravissimi e preoccupanti costi sociali ed ambientali.
Quello che chiediamo è una moratoria contro i distacchi delle utenze nei casi di morosità incolpevole, l'istituzione di un minimo garantito su base universale per la fruizione dei servizi giudicati essenziali per la sussistenza e la progressivizzazione delle tariffe in base al reddito. Proposte che mirano nel complesso a garantire e a preservare il diritto alla dignità e alla vita.
E infatti di pochi giorni fa la notizia della morte di un cittadino cremonese, trovato senza vita sotto uno strato di coperte mentre cercava di difendersi dal freddo invernale, deceduto di stenti a seguito del distacco delle utenze.
La piccola moratoria che ha coperto i mesi di dicembre e gennaio, pur essendo un importante risultato delle mobilitazioni, è assolutamente insufficiente a contrastare il crescente fenomeno dei distacchi delle utenze in situazioni di morosità incolpevole.
Moratoria, ad oggi, capace di rappresentare solo un maldestro tentativo di pacificazione sociale, in cui i fondi necessari a coprire la garanzia di un diritto, che spetterebbe in capo a chi fa della gestione di un bene pubblico il proprio business, sono stati stornati dalla spesa comunale per welfare .
Questa è la piattaforma che movimenti e famiglie avrebbero portato al tavolo del 16 gennaio, l'unica possibilità di confronto tra cittadini ed azie nda IREN, che fa utili sulle tariffe pagate da tutti noi e costringe sempre più famiglie nella trappola dellinsolvenza.
Non ci fermeremo fin quando un minimo di acqua, luce e gas non sarà garantito a tutti, a maggior ragione a chi incolpevolmente non possa pagare, fin quando non vedranno restaurato il proprio diritto ad un'esistenza degna.

Per questo reputiamo fondamentale rilanciare una piattaforma di mobilitazioni che sappia imporre le ragioni di movimenti e famiglie ad Iren ed alle Istituzioni competenti.

Per questo indiciamo un'assemblea pubblica, prevista per sabato 18 gennaio, in Casa Cantoniera Autogestita (via Mantova, 24) alle ore 18.

LA REPLICA DI IREN: "INCONTRO IL 21 GENNAIO, CONCORDATO CON RETE DIRITTI IN CASA E COMMISSIONE AUDIT". (comunicato stampa)
Nel corso dell’incontro svoltosi lo scorso 2 dicembre tra Iren, Comune di Parma, rappresentanti di Rete Diritti in Casa, commissione Audit e Assemblea Permanente No inceneritore, alla presenza dell’On.le Patrizia Maestri, era stato concordato di riunirsi nuovamente il 16 gennaio per completare l’analisi puntuale delle procedure previste in caso di morosità incolpevole.
Si è inoltre condiviso che, per i più ampi temi di politica sociale aggravati dal perdurare della crisi economica, si proponesse la costituzione di un tavolo istituzionale convocato dal Prefetto di Parma per contemperare soluzioni a livello locale e nazionale.
Nella giornata di ieri (15 gennaio), a seguito dei contatti telefonici intercorsi con i rappresentanti di Rete Diritti in Casa e commissione Audit, si è concordato di rinviare l’incontro, inizialmente previsto per oggi (16 gennaio), immediatamente dopo il 21 gennaio per consentire un ulteriore approfondimento tecnico già programmato tra Iren e il Comune di Parma. Peraltro, dato l’impegno di Iren a mantenere la sospensione di tutte le interruzioni per morosità incolpevole, fino al nuovo incontro, lo spostamento di qualche giorno dell'appuntamento non pregiudica assolutamente la tutela delle persone che unilateralmente Iren ha proposto di salvaguardare. 
Stupisce quindi che oggi qualcuno parli di “tavolo saltato” o di comportamento “autoritario e paternalistico” dopo aver concordato, proprio per garantire un migliore confronto negli interessi dei cittadini, di aggiornare l’appuntamento inizialmente previsto per oggi. 
Ancora una volta Iren ha confermato la propria apertura al confronto, con l’intenzione di renderlo costruttivo e operativo. Auspichiamo che anche gli altri attori di questa partita abbiano analogo interesse e non invece l'esigenza di farsi pubblicità piuttosto che mantenere un costruttivo clima di confronto per la risoluzione dei problemi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il Mastiff cambia timoniere: bentornato Luca

festa

Il Mastiff cambia timoniere: bentornato Luca Gallery

ARRABBIATO

Risate

Si infuria con l'autista...poi succede l'istant karma Video

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

IL VINO

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Incidenti

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: ferito un 32enne. San Lazzaro: motociclista ferito Video

Un altro ciclista ferito a Lesignano. Incidente anche a Tizzano: un motociclista all'ospedale

1commento

VIA GRENOBLE

Chiesa gremita per l'addio a "Camelot"

1commento

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

traffico

Gli autovelox della prossima settimana

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

PARMA

E' morto Afro Carboni, storico gioielliere e volto della pesca su TvParma Video

PARMA CALCIO

Intenso allenamento senza Lucarelli e Munari: video-commento di Piovani

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso

3commenti

tg parma

Pasimafi, il tribunale del riesame revoca i domiciliari: Grondelli è libero

Autostrada

Il casello di Parma sarà chiuso per 3 notti

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

tg parma

Scarpa: dalla sicurezza al welfare, ecco 10 punti per il rilancio della città Video

1commento

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

evento

Gay Pride a Reggio, Anche Parma ci sarà "con entusiasmo"

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

CINEMA

Eva e Emmanuelle: a Cannes le muse di Polanski Video

ITALIA/MONDO

URBINO

E' morto il bambino malato di otite e curato con l'omeopatia

TORINO

Rally, auto fuori strada travolge il pubblico: muore un bimbo

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

CICLISMO

Giro: Pinot trionfa ad Asiago, Quintana sempre in rosa

F1 - MONACO

Pazza griglia di partenza, Ferrari imprendibili per rompere il digiuno di vittorie

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover