16°

30°

calcio

I 10 motivi per sognare che Cassano resti a Parma

Ricevi gratis le news
11

10 motivi per sognare che Cassano resti ancora a Parma:

1) Avete visto le sue giocate a Palermo. E avete visto anche le giocate degli altri...?

2) Perchè un anno e mezzo fa tutti dicevano: "Vedrete quante Cassanate!" E invece il suo comportamento e' stato ineccepibile, a parte un paio di situazioni subito rientrate (e molto ben gestite da Donadoni e società)

3) Avete visto come sorride dopo un gol, un assist o una vittoria? E' il "calcio bambino" che raccontava Rivera: "giocare in serie A con lo stesso gusto delle partite all'oratorio o sulla strada"

4) Perché gli piace il gol ma ancor di più l'assist, che è il gesto calcistico insieme più tecnico e piu' generoso

5) Perché ci ha riportato in Europa e ci ha fatto cantare, anche se solo per una sera

6) Perché dopo i Mondiali, e con questa classifica, poteva essere il primo a tirare i remi in barca. E invece a Palermo e' quello che maggiormente ha onorato la maglia crociata

7) Perché quando ha detto "Il Parma è il mio Barcellona" non ci credeva neppure lui, ma era il suo modo di dire grazie a una citta' che lo ha sempre lasciato tranquillo

8) Perche' se andra' alla Samp, o altrove, lo dirà con la stessa sincerità di gennaio. Ma nell'ultima partita in maglia crociata farebbe di tutto per regalarci un'altra perla

9) Perchè il video romanista di Cassano e Totti insieme è uno dei più spettacolari prodotti del nostro calcio negli ultimi 20 anni

10) Perchè per intelligenza calcistica è uno dei primi 5 numeri 10 italiani del dopoguerra. E fa rabbia che un simile talento non sia stato accompagnato in passato dalla maturità giusta per arrivare ai massimi livelli. Ma proprio per questo, ora Fantantonio sa che il suo destino, qualunque sia la maglia, è quella di regalare ai propri tifosi quelle magìe che solo i numeri 10 sanno creare. Anche quando indossano il 99.......

(P.s. - E perchè con lui perfino la moglie Carolina gioca da numero 10...)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • susanna

    06 Dicembre @ 11.19

    Certo che definire Cassano un "Dio del pallone" è azzardato......è ( o forse ormai si può dire era ) un talento ma non è stato capace di mettere a frutto le sue capacità.....dove è arrivato Cassano?? dove? ha ragione chi scrive che nessuna squadra sente la sua mancanza. E ricordate che il Dio del pallone è uno solo: Zlatan Ibrahimovic!

    Rispondi

    • 06 Dicembre @ 11.29

      Susanna dice cose vere, però aggiungo: 1) adoro il talento di Ibrahimovic, ma prima di lui ho visto gente come Maradona o Van Basten (e quest'ultimo vinceva anche Champions League, cosa che Ibra non ha mai saputo fare); 2) Su Cassano tutto vero tranne una cosa: il secondo Milan di Allegri ha patito tantissimo la sua assenza (dopo il malore, se ricordo bene) e ha ceduto alla prima Juve di Conte, di cui secondo me era superiore. E al di là del campo, credo che il Milan o la Juve fossero le due società con gli strumenti per "ingabbiare" gli eccessi di Fantantonio e farlo diventare un giocatore ad altissimo livello. Poi quel malore fece saltare tutto. Però quello che lei dice sul talento non sfruttato è, purtroppo per Cassano, verissimo.

      Rispondi

  • Gio

    05 Dicembre @ 21.32

    Giorgio R.

    Io credo Federicot che al di la delle Cassanate si debba tenere conto dell'importante problema di salute occorso a Cassano nel pieno della sua carriera. E' comunque tornato e credo che quando si sia arrabbiato con la società del Parma questa estate sia stato per il fatto della uefa mancata non per colpa sua o dei compagni e per il fatto che già non prendeva i soldi che erano stati pattuiti. Qualsiasi persona nella sua posizione si sarebbe arrabbiata.

    Rispondi

  • killer

    05 Dicembre @ 18.16

    "federicot "hai detto come al solito una CASSANATA !!!!

    Rispondi

  • federicot

    05 Dicembre @ 15.29

    federicot

    Il palmares di Cassano: 1 campionato con la Roma 1 col real ( in cui faceva la mascotte) 2 supercoppe italiane Oggi è ultimo in classifica. Grandissimo giocatore, non ha vinto quasi nulla e non è mai stato decisivo per nessuna squadra nella quale ha giocato.

    Rispondi

    • 05 Dicembre @ 15.50

      Per una volta hai ragione (e del resto è quello che già dico al punto 10). Per l'Europa del Parma è stato certamente decisivo (quella sul campo, intendo). Ma mi pare che tu stia dimenticando (vado a memoria e forse sbaglio) uno scudetto col Milan: e quando l'anno dopo il malore lo ha fermato Allegri e i suoi se ne sono accorti....

      Rispondi

      • federicot

        05 Dicembre @ 19.05

        federicot

        su wiki non c'è nessuno scudo col milan e francamente i milanisti non è che sentano la sua mancanza. ci vuole del coraggio a definirlo uno dei primi 5 numeri 10 italiani... un allenatore a cui appioppano cassano sa giá che avrá una palla al piede. Fenomeno da circo.

        Rispondi

        • 05 Dicembre @ 19.16

          7 maggio 2011 contro la Roma https://www.youtube.com/watch?v=ICLmZiSoCCE A voler pontificare su troppe cose...................

          Rispondi

        • federicot

          06 Dicembre @ 14.29

          federicot

          ho sbagliato ha vinto lo scudetto col milan non con la roma, arrivò a gennaio 17 presenze e 4 reti. il totale è invariato. Ribadisco HO SBAGLIATO E NON HO PROBLEMI AD AMMETTERLO. Rimane immutato il giudizio sul giocatore, un allenatore sano di mente ne fa volentieri a meno. Ingombrante e inutile alla squadra

          Rispondi

  • SILENZIOSO

    05 Dicembre @ 11.38

    Cassano è un dio del pallone. Quello che più di tutti ricorda Rivera. Nel 1^ tempo di Palermo ha messo 5 uomini soli davanti al portiere. Avesse giovato in un'altra squadra sarebbe stato un 5-0....Non si può avere un talento grandioso e mettergli vicino Belfodil e Ristosky

    Rispondi

    • Gio

      05 Dicembre @ 21.36

      Giorgio R.

      Si silenzioso soprattutto Belfodil grande fisico atletico ma purtroppo le volte che l'ho visto giocare a Parma al Tardini non mi pare sia un grande talento. Resta sempre il fatto che se non c'è una società forte con tanti abbonati è impossibile pensare di far arrivare tanti talenti. Oggi hanno difficoltà tante altre squadre. Forse una proprietà condivisa potrebbe essere una soluzione.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti