-3°

14°

dipendenti

Provincia: un presidio "per avere un futuro"

Ricevi gratis le news
6

Due ore di mobilitazione e presidio: è stato questo il lunedì pomeriggio dei lavoratori della Provincia, che chiedono di sapere che futuro li aspetta dopo la ristrutturazione dell'ente, che mette in discussione i loro posti di lavoro. 

Le condizioni poste dall'emendamento del governo, che sarà votato in maniera definitiva il 16 dicembre, pongono forti preoccupazioni (come affermava il documento sindacale) sulle stabilità di finanza degli Enti Provincia, e per questo motivo è necessaria estrema chiarezza nei confronti dei lavoratori.

In sintesi, dicono i sindacati, non si chiarisce che fine farà il personale al di fuori delle funzioni fondamentali, in particolare quello di supporto.

Da qui il presidio, con assemblea unitaria, svoltosi in concomitanza dell’Assemblea Provinciale dei Sindaci oggi nella sede di palazzo Giordani, in viale Martiri della Libertà.

Nel video, un momento della manifestazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • David€

    16 Dicembre @ 10.07

    uscito dalla scuola, per un breve periodo ho avuto l'occasione di fare uno stage in provincia. Vi posso assicurare che sarà sempre troppo tardi lasciarli a casa e farli lavorare davvero

    Rispondi

    • Medioman

      16 Dicembre @ 11.48

      Non infierire: almeno, quelli che tu hai visto erano "presenti sul posto di lavoro". Pensa a tutti quelli che, invece, erano "fuori in missione"!

      Rispondi

  • annamaria

    16 Dicembre @ 01.49

    E' chiaro che se manca il lavoro, poi non c'è chi paga le tasse e non consuma. Infatti questo è il problema dell'italia: non c'è lavoro. Quello però che non si capisce è perché in questa crisi, se un'azienda privata chiude , i lavoratori vanno a spasso. I dipendenti pubblici invece non sono MAI licenziati e anche questi provinciali,il loro lavoro se lo terranno e quindi il loro stipendio. Indendiamoci, non sono affatto felice che abbiano queste incertezze di luogo di lavoro, ma la disparità con i dipendenti privati è evidente, e questo non va certo bene.

    Rispondi

  • Samuele

    15 Dicembre @ 23.31

    AAHHAH Votate pd mi raccomando !!

    Rispondi

  • federicot

    15 Dicembre @ 19.07

    federicot

    Mi verrebbe voglia di dire: a casa! Ma è un luogo comune, così come era un luogo comune dire in ogni bar o in ogni discussione parlamentar ( che tanto sono la stessa cosa) che le province andavano abolite. Non so cosa faccia queste persone addette ad attività di supporto, forse non sono indispensabili, forse se ne può fare a meno e si tagliano . SI perchè è ora di finirla con questi dipendenti pubblici che non si sa cosa facciano , al burocrazie ecc.. ecc.. ecc... Poi però scopriamo che se tagliamo 50 lavoratori a Parma forse se facciamo lo stesso a livello nazionale e fan 5000 lavoratori, che ricoprono funzioni non indispensabili, ma toh oggi ci accorgiamo che sono tanti in Italia, che hanno un reddito ( magari basso ma ce lo hanno) che hanno contrati a tempo indeterminato e che sostanzialmente CONSUMANO E CHI CONSUMA OGGI TIENE IN PIEDI L'ECONOMIA. LO DICO DA 5 ANNI CHE SIANO LAVORATORI PUBBLICI O PRIVATI LA SOLFA NON CAMBIA. OGNI POSTO DI LAVORO TAGLIATO è UN REDDITO NON SPESO E UN ALTRO PICCOLO PASSO PER ALLONTANARE LA FINE DI QUESTA CRISI. Ci è quel genio ( perchè ci cuole un genio) che ha pensato che potevamo fare senza province, così, da un giorno all'altro perchè si risparmia? e tutti quelli che dicevano si aboliamole , non servono a nulla??? Benissimo!!! aboliamole, poi però non lamentiamoci se per andare a Tizzano d'ora in poi ci sarà da fare una mulattiera non asfaltata o se una diaci cento mille o diecimila lavoratori pubblici non avranno un reddito da spendere. Ah no ...è vero ...avranno l'ASPI , la nuova disoccupazione, che paghiamo sempre noi.

    Rispondi

    • Medioman

      16 Dicembre @ 09.46

      In certi casi, è meglio pagare stipendi a persone per "farle stare a casa", piuttosto che averle in azienda a far danni. Una delle disgrazie "volute" dello statuto dei lavoratori era proprio il "reintegro": negli anni '70, c'era gente che si divertiva a sabotare le linee di produzione (veniva definito "sciopero a gatto selvaggio"); questo provocò la chiusura di stabilimenti con centinaia, o migliaia, di dipendenti, anche in provincia di Parma. E noi ci preoccupiamo di questi "quattro gatti"?

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Episodio di omo-transfobia in via Cavour, 37enne insultato

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

sabato

Cremona, quasi 2.000 tifosi crociati per una trasferta (e rivalità) d'altri tempi

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

IL FATTO DEL GIORNO

Lupi e polemiche: dite la vostra, ma con garbo e correttezza Video

3commenti

polizia locale

Unione Pedemontana, camionisti sempre più indisciplinati: 213 sanzioni su 263 mezzi controllati I dati

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

p.le della pace

La città che cambia: ecco la (ex) sede della Provincia vuota Video

PARMA CALCIO

I nuovi numeri di maglia. I convocati per Cremona (ci sono Calaiò e Ceravolo)

Cremonese-Parma

D'Aversa: "Ceravolo e Calaiò in recupero. Ma non sono al 100%" Video

POLIZIA

Parma, mancano agenti: Pizzarotti chiede un incontro al ministro dell'Interno

Nella lettera, il sindaco sottolinea che Parma è penalizzata rispetto ad altre città dell'Emilia-Romagna

9commenti

elezioni

Da "Mamme del mondo" a "W la fisica" (oltre a Lega e M5S), ecco i primi simboli presentati Foto

FURTO

Collecchio, va a fare la spesa e le svaligiano la villa

Casa a soqquadro. La proprietaria: «Conoscevano le nostre abitudini»

1commento

Traversetolo

In fiamme autocarro che trasportava fieno a Vignale Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

1commento

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

1commento

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

AUTO

Da febbraio notifica delle multe con la mail certificata

1commento

USA

Trump assegna i "Fake News Awards" ma il sito fa flop Video

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

televisione

Armando Gandolfi (e il pomodoro) protagonisti sabato su Rai1 Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"