12°

dipendenti

Provincia: un presidio "per avere un futuro"

6

Due ore di mobilitazione e presidio: è stato questo il lunedì pomeriggio dei lavoratori della Provincia, che chiedono di sapere che futuro li aspetta dopo la ristrutturazione dell'ente, che mette in discussione i loro posti di lavoro. 

Le condizioni poste dall'emendamento del governo, che sarà votato in maniera definitiva il 16 dicembre, pongono forti preoccupazioni (come affermava il documento sindacale) sulle stabilità di finanza degli Enti Provincia, e per questo motivo è necessaria estrema chiarezza nei confronti dei lavoratori.

In sintesi, dicono i sindacati, non si chiarisce che fine farà il personale al di fuori delle funzioni fondamentali, in particolare quello di supporto.

Da qui il presidio, con assemblea unitaria, svoltosi in concomitanza dell’Assemblea Provinciale dei Sindaci oggi nella sede di palazzo Giordani, in viale Martiri della Libertà.

Nel video, un momento della manifestazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • David€

    16 Dicembre @ 10.07

    uscito dalla scuola, per un breve periodo ho avuto l'occasione di fare uno stage in provincia. Vi posso assicurare che sarà sempre troppo tardi lasciarli a casa e farli lavorare davvero

    Rispondi

    • Medioman

      16 Dicembre @ 11.48

      Non infierire: almeno, quelli che tu hai visto erano "presenti sul posto di lavoro". Pensa a tutti quelli che, invece, erano "fuori in missione"!

      Rispondi

  • annamaria

    16 Dicembre @ 01.49

    E' chiaro che se manca il lavoro, poi non c'è chi paga le tasse e non consuma. Infatti questo è il problema dell'italia: non c'è lavoro. Quello però che non si capisce è perché in questa crisi, se un'azienda privata chiude , i lavoratori vanno a spasso. I dipendenti pubblici invece non sono MAI licenziati e anche questi provinciali,il loro lavoro se lo terranno e quindi il loro stipendio. Indendiamoci, non sono affatto felice che abbiano queste incertezze di luogo di lavoro, ma la disparità con i dipendenti privati è evidente, e questo non va certo bene.

    Rispondi

  • Samuele

    15 Dicembre @ 23.31

    AAHHAH Votate pd mi raccomando !!

    Rispondi

  • federicot

    15 Dicembre @ 19.07

    federicot

    Mi verrebbe voglia di dire: a casa! Ma è un luogo comune, così come era un luogo comune dire in ogni bar o in ogni discussione parlamentar ( che tanto sono la stessa cosa) che le province andavano abolite. Non so cosa faccia queste persone addette ad attività di supporto, forse non sono indispensabili, forse se ne può fare a meno e si tagliano . SI perchè è ora di finirla con questi dipendenti pubblici che non si sa cosa facciano , al burocrazie ecc.. ecc.. ecc... Poi però scopriamo che se tagliamo 50 lavoratori a Parma forse se facciamo lo stesso a livello nazionale e fan 5000 lavoratori, che ricoprono funzioni non indispensabili, ma toh oggi ci accorgiamo che sono tanti in Italia, che hanno un reddito ( magari basso ma ce lo hanno) che hanno contrati a tempo indeterminato e che sostanzialmente CONSUMANO E CHI CONSUMA OGGI TIENE IN PIEDI L'ECONOMIA. LO DICO DA 5 ANNI CHE SIANO LAVORATORI PUBBLICI O PRIVATI LA SOLFA NON CAMBIA. OGNI POSTO DI LAVORO TAGLIATO è UN REDDITO NON SPESO E UN ALTRO PICCOLO PASSO PER ALLONTANARE LA FINE DI QUESTA CRISI. Ci è quel genio ( perchè ci cuole un genio) che ha pensato che potevamo fare senza province, così, da un giorno all'altro perchè si risparmia? e tutti quelli che dicevano si aboliamole , non servono a nulla??? Benissimo!!! aboliamole, poi però non lamentiamoci se per andare a Tizzano d'ora in poi ci sarà da fare una mulattiera non asfaltata o se una diaci cento mille o diecimila lavoratori pubblici non avranno un reddito da spendere. Ah no ...è vero ...avranno l'ASPI , la nuova disoccupazione, che paghiamo sempre noi.

    Rispondi

    • Medioman

      16 Dicembre @ 09.46

      In certi casi, è meglio pagare stipendi a persone per "farle stare a casa", piuttosto che averle in azienda a far danni. Una delle disgrazie "volute" dello statuto dei lavoratori era proprio il "reintegro": negli anni '70, c'era gente che si divertiva a sabotare le linee di produzione (veniva definito "sciopero a gatto selvaggio"); questo provocò la chiusura di stabilimenti con centinaia, o migliaia, di dipendenti, anche in provincia di Parma. E noi ci preoccupiamo di questi "quattro gatti"?

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Video Gigi Pacifico Fidenza

fidenza

"Io non so" l'ultimo video di Gigi Pacifico

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Auto si ribalta  e sbatte contro altre vetture: donna incastrata, 5 feriti

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: donna incastrata, 5 feriti Foto Video

viale fratti

Duc, cinque piani allagati: uffici chiusi per due giorni Video 1-2 Foto

Attivati due sportelli per le emergenze. Ed è corsa a salvare più documenti possibili

4commenti

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

anteprima gazzetta

Ranieri esonerato: "Pro e contro", tra sport e costume

maltempo

Allerta meteo Protezione civile: forti temporali in Emilia Romagna

Allerta arancione per il rischio idrogeologico

arresti

Trafficanti seguiti da Fidenza a Parma: avevano in auto un kg di eroina

tg parma

Legionella, Comune e Ausl varano un protocollo di intervento Video

11commenti

tg parma

Parma, rinnovi per Baraye e Nocciolini. Scaglia in attacco a Salò?

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

POLizia

Campagna antitruffe “Non siete soli #chiamatecisempre” I consigli

1commento

scuola

Contro le bufale dei social, educare a informarsi bene

Incontro all'Ipsia Primo Levi con gli studenti di sei medie superiori di Parma e provincia

musica

Ottima prova zero: Parma dà il la a Elio e le Storie tese Video

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

4commenti

Finto tecnico

Truffa del termosifone: un'altra anziana raggirata

1commento

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

1commento

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

svezia

Sesso in pausa pranzo: proposta choc in un comune artico

roma

Caso Cucchi: sospesi dal servizio i tre carabinieri accusati di omicidio

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia