-4°

trasporto pubblico

Tornelli sui bus: si parte dalla linea 15

Ricevi gratis le news
13

Nell’ambito delle misure di contrasto all’evasione sui bus che l’Azienda Tep sta sperimentando, entreranno in funzione nei prossimi giorni i nuovi tornelli che regolano l’accesso ai bus della linea 15 (in servizio tra strada Pastrengo, il centro città con fermate in via Mazzini e via Garibaldi, fino ai due capolinea alternati di strada Nuova Naviglio e via Moletolo/quartiere artigianale Primo). Le nuove apparecchiature, omologate e conformi alle norme di sicurezza, sono state autorizzate nei giorni scorsi dalla Motorizzazione Civile di Parma, previa verifica tecnica. Le caratteristiche della linea 15 dovrebbero consentire una adeguata sperimentazione senza creare ritardi di percorrenza ed evitando, quindi, di danneggiare la qualità del servizio.

COME FUNZIONANO
I varchi elettronici sono montati accanto alla cabina di guida, poco oltre l’unica porta d’ingresso e subito dopo la validatrice. I bracci mobili, normalmente chiusi, si aprono automaticamente solo alla convalida di biglietti e abbonamenti. L’accensione di un led verde indica al passeggero la possibilità di accedere alla parte centrale del bus. Quando invece l’obliteratrice “legge” un biglietto scaduto o non valido, i bracci rimangono chiusi, con luce rossa accesa.
Per le prime installazioni dei nuovi tornelli sono stati scelti autobus a due porte - una di accesso e una di discesa – allo scopo favorire un migliore controllo sugli accessi a bordo in questa fase di entrata in funzione di questi dispositivi.
Il sistema è compatibile con i titoli di viaggio oggi in funzione (biglietti magnetici e tessere d’abbonamento elettroniche Mi Muovo) e ben si sposa con la norma che, dallo scorso giugno, impone la validazione obbligatoria ad ogni accesso a bordo bus, anche in caso di passeggeri dotati d’abbonamento o di titoli di viaggio già timbrati su altri bus e ancora in corso di validità.
Per i passeggeri che viaggiano con uno dei pochi titoli che ancora non sono convalidabili attraverso le validatrici di bordo (es. il biglietto acquistato tramite l’app SmarTicket o gli abbonamenti integrati ferro/bus), sarà sufficiente mostrarlo all’atto della salita al conducente, che provvederà ad azionare l’apertura del tornello direttamente dal posto guida.
Non cambia nulla, invece, per quanto riguarda l’accesso dei passeggeri con disabilità motorie in carrozzella, che continueranno a salire dalla seconda porta, normalmente adibita alla discesa. L’apertura della pedana avverrà, come di consueto, a cura del conducente.
L’introduzione dei nuovi tornelli non sostituirà, in ogni caso, la normale attività di verifica a bordo della linea 15 e di tutte le altre percorrenze urbane ed extraurbane.
I dispositivi sono studiati in modo da risultare facilmente apribili quando ciò sia necessario per la sicurezza dei passeggeri, ad esempio in caso di incidente o in tutte le occasioni in cui si renda necessaria una rapida evacuazione del mezzo. Gli autisti, peraltro, avranno facoltà di decidere di mantenere aperti i tornelli per velocizzare gli accessi qualora si verificassero situazioni di particolare congestione del servizio (es. orari di punta, situazioni di traffico eccezionale che creino ritardo ecc.). Qualsiasi forzatura non autorizzata o non dettata da ragioni di sicurezza, invece, farà scattare un allarme sonoro di segnalazione al conducente.

Nelle prossime settimane, i nuovi tornelli saranno sperimentati anche su alcune linee extraurbane per Bedonia, Langhirano, Calestano e Scurano. Terminata la sperimentazione si valuterà l’opportunità di estendere l’uso dei dispositivi anche su altre linee con caratteristiche analoghe.
“E’ un altro passo avanti nella lotta all'evasione, verso l'obiettivo "multe zero". Zero semplicemente perché tutti pagano il biglietto o l’abbonamento, cosa che, d’altra parte, dovrebbe essere la norma in un paese civile. – è il commento del presidente di Tep Antonio Rizzi. - Oltre ad essere lo scenario più giusto da un punto di vista etico per i nostri utenti, è quello ottimo per TEP, per generare le risorse utili a fare gli investimenti necessari per garantire il servizio che i parmigiani si aspettano.”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Betti

    16 Aprile @ 12.23

    bisognerà mettersi in fila per salire e questo provocherà ritardi.

    Rispondi

  • Valerio

    16 Aprile @ 12.11

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    All'estero non passa neanche per l'idea di salire senza biglietto. In tal caso, il biglietto lo si paga all'autista. Tutti salgono dal davanti senza spingere, aspettando chi deve pagare. Non e' difficile, basta essere educati.

    Rispondi

  • Goldwords

    16 Aprile @ 11.03

    Quindi verranno tolti i controllori?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      16 Aprile @ 11.57

      No.

      Rispondi

  • Lavapiatti

    16 Aprile @ 09.12

    Beh è un ottimo punto di partenza!! Chi romperà pagherà ovvio, i soliti deficienti ci sono sempre, ma non penso che un macchinario così esposto venga preso di mira... Penso anche Vercingetorige che l'autista all'arrivo alla fermata aprirà solo la porta d'entrata e non quella di uscita, oppure farà salire prima i passeggeri dalla fermata, è una volta saliti aprirà la porta di discesa...e tutti, parmigiani compresi, si abitueranno e si SCANTERANNO E NON ROMPERANNO I COSIDDETTI PER TIRARE FUORI DAL TASCHINO SPILORCIO 1,20€!!!!!!

    Rispondi

    • Vercingetorige

      16 Aprile @ 12.12

      NO , il conducente , in quasi tutte le fermate , apre contemporaneamente le porte di uscita e di entrata , perché ad ogni fermata , c' è chi sale e chi scende ( e tutti , parmigiani compresi , ormai salgono e scendono dove gli pare ) . L' idea di aprire alternativamente , prima la porta di salita , poi chiuderla per aprire quella di discesa , mi sembra macchinosa e poco efficace , perché ci sarebbe chi aspetta che si apra la porta di discesa , per usarla per salire, e non si può chiedere all' autista di mettersi a fare la lotta libera coi passeggeri ad ogni fermata ( e non credo neanche che lo farebbe ) . Inoltre prolungherebbe di molto i tempi di sosta. La miglior soluzione , secondo me , sarebbe quella di mettere i tornelli anche alle porte di discesa , che si aprano solo dall' interno verso l' esterno. L' intenzione della TEP di porre un freno al malcostume dei tanti che viaggiano ormai senza biglietto mi sembra condivisibile , ma , al momento , è realizzata male.

      Rispondi

      • filippo

        16 Aprile @ 12.47

        si si sono tutti parmigiani i portoghesi...

        Rispondi

  • tobia

    15 Aprile @ 20.32

    Speriamo non si faccia spesso come si vede in metropolitana...cioè che quello dietro si accosta a quello davanti e passano in due o più...comunque ci voleva!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Tom Petty

Tom Petty

MUSICA

Tom Petty è morto per overdose accidentale

Biondo e Filippo riammessi nella scuola di Amici

televisione

Biondo e Filippo riammessi nella scuola di Amici, espulso Nicolas

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Cremonese-Parma 1-0: crociati sconfitti a pochi minuti dalla fine sotto gli occhi di Lizhang

DIRETTA

Cremonese-Parma 1-0: crociati sconfitti a pochi minuti dalla fine sotto gli occhi di Lizhang Foto Video

Nel primo tempo squadre equilibrate, poi i crociati calano. La Cremonese aumenta il pressing e fa gol con Cavion

1commento

DIARIO DELLA TRASFERTA

"Tutti a Cremona!": quasi 2mila tifosi da Parma Foto Video

Uno dei pullman ha qualche problema al motore in autostrada ma riesce a raggiungere lo stadio di Cremona. Molti tifosi in auto

APPENNINO

Escursionisti in difficoltà per il ghiaccio: due interventi del Soccorso Alpino sul Marmagna

In salvo due 29enni toscane e due uomini del Parmense. Appello del Saer: "Usate l'attrezzatura adatta"

FURTI

Ladro in fuga si lancia da una finestra al quarto piano: ferito e... arrestato Foto

Di chi sono tutti questi oggetti rubati?

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

incidente

Frontale nella notte al Botteghino: due feriti

via d'azeglio

Prima minaccia i clienti, poi lancia bottiglie contro le vetrine: inseguito e bloccato

5commenti

mobilità

Maxi zone a velocità limitata nel Cittadella e nel Montanara Video

2commenti

droga

Arrestato mentre spaccia in viale dei Mille. Con 17 dosi pronte nelle siepi

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

politica

Pizzarotti: "Nel M5s restano solo gli yes man. Con me usata la linea sovietica"

7commenti

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

1commento

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

GAZZAREPORTER

"Il Cortile del Guazzatoio è ancora un parcheggio"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La strana democrazia delle parlamentarie

di Francesco Bandini

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

SESTRIERE

Va a sbattere contro la barriera della pista: muore sciatore

BERGAMO

Lei vuole troncare la relazione, lui le spara nella stanza di un albergo

SPORT

RUGBY

Le Zebre battono Agen 38-30

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

società

Droga, prostituzione, sigarette: gli italiani spendono 19 miliardi annui in attività illegali

musica

Ed Sheeran annuncia il fidanzamento con Cherry Seaborn

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"