trasporto pubblico

Tornelli sui bus: si parte dalla linea 15

13

Nell’ambito delle misure di contrasto all’evasione sui bus che l’Azienda Tep sta sperimentando, entreranno in funzione nei prossimi giorni i nuovi tornelli che regolano l’accesso ai bus della linea 15 (in servizio tra strada Pastrengo, il centro città con fermate in via Mazzini e via Garibaldi, fino ai due capolinea alternati di strada Nuova Naviglio e via Moletolo/quartiere artigianale Primo). Le nuove apparecchiature, omologate e conformi alle norme di sicurezza, sono state autorizzate nei giorni scorsi dalla Motorizzazione Civile di Parma, previa verifica tecnica. Le caratteristiche della linea 15 dovrebbero consentire una adeguata sperimentazione senza creare ritardi di percorrenza ed evitando, quindi, di danneggiare la qualità del servizio.

COME FUNZIONANO
I varchi elettronici sono montati accanto alla cabina di guida, poco oltre l’unica porta d’ingresso e subito dopo la validatrice. I bracci mobili, normalmente chiusi, si aprono automaticamente solo alla convalida di biglietti e abbonamenti. L’accensione di un led verde indica al passeggero la possibilità di accedere alla parte centrale del bus. Quando invece l’obliteratrice “legge” un biglietto scaduto o non valido, i bracci rimangono chiusi, con luce rossa accesa.
Per le prime installazioni dei nuovi tornelli sono stati scelti autobus a due porte - una di accesso e una di discesa – allo scopo favorire un migliore controllo sugli accessi a bordo in questa fase di entrata in funzione di questi dispositivi.
Il sistema è compatibile con i titoli di viaggio oggi in funzione (biglietti magnetici e tessere d’abbonamento elettroniche Mi Muovo) e ben si sposa con la norma che, dallo scorso giugno, impone la validazione obbligatoria ad ogni accesso a bordo bus, anche in caso di passeggeri dotati d’abbonamento o di titoli di viaggio già timbrati su altri bus e ancora in corso di validità.
Per i passeggeri che viaggiano con uno dei pochi titoli che ancora non sono convalidabili attraverso le validatrici di bordo (es. il biglietto acquistato tramite l’app SmarTicket o gli abbonamenti integrati ferro/bus), sarà sufficiente mostrarlo all’atto della salita al conducente, che provvederà ad azionare l’apertura del tornello direttamente dal posto guida.
Non cambia nulla, invece, per quanto riguarda l’accesso dei passeggeri con disabilità motorie in carrozzella, che continueranno a salire dalla seconda porta, normalmente adibita alla discesa. L’apertura della pedana avverrà, come di consueto, a cura del conducente.
L’introduzione dei nuovi tornelli non sostituirà, in ogni caso, la normale attività di verifica a bordo della linea 15 e di tutte le altre percorrenze urbane ed extraurbane.
I dispositivi sono studiati in modo da risultare facilmente apribili quando ciò sia necessario per la sicurezza dei passeggeri, ad esempio in caso di incidente o in tutte le occasioni in cui si renda necessaria una rapida evacuazione del mezzo. Gli autisti, peraltro, avranno facoltà di decidere di mantenere aperti i tornelli per velocizzare gli accessi qualora si verificassero situazioni di particolare congestione del servizio (es. orari di punta, situazioni di traffico eccezionale che creino ritardo ecc.). Qualsiasi forzatura non autorizzata o non dettata da ragioni di sicurezza, invece, farà scattare un allarme sonoro di segnalazione al conducente.

Nelle prossime settimane, i nuovi tornelli saranno sperimentati anche su alcune linee extraurbane per Bedonia, Langhirano, Calestano e Scurano. Terminata la sperimentazione si valuterà l’opportunità di estendere l’uso dei dispositivi anche su altre linee con caratteristiche analoghe.
“E’ un altro passo avanti nella lotta all'evasione, verso l'obiettivo "multe zero". Zero semplicemente perché tutti pagano il biglietto o l’abbonamento, cosa che, d’altra parte, dovrebbe essere la norma in un paese civile. – è il commento del presidente di Tep Antonio Rizzi. - Oltre ad essere lo scenario più giusto da un punto di vista etico per i nostri utenti, è quello ottimo per TEP, per generare le risorse utili a fare gli investimenti necessari per garantire il servizio che i parmigiani si aspettano.”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Betti

    16 Aprile @ 12.23

    bisognerà mettersi in fila per salire e questo provocherà ritardi.

    Rispondi

  • Valerio

    16 Aprile @ 12.11

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    All'estero non passa neanche per l'idea di salire senza biglietto. In tal caso, il biglietto lo si paga all'autista. Tutti salgono dal davanti senza spingere, aspettando chi deve pagare. Non e' difficile, basta essere educati.

    Rispondi

  • Goldwords

    16 Aprile @ 11.03

    Quindi verranno tolti i controllori?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      16 Aprile @ 11.57

      No.

      Rispondi

  • Lavapiatti

    16 Aprile @ 09.12

    Beh è un ottimo punto di partenza!! Chi romperà pagherà ovvio, i soliti deficienti ci sono sempre, ma non penso che un macchinario così esposto venga preso di mira... Penso anche Vercingetorige che l'autista all'arrivo alla fermata aprirà solo la porta d'entrata e non quella di uscita, oppure farà salire prima i passeggeri dalla fermata, è una volta saliti aprirà la porta di discesa...e tutti, parmigiani compresi, si abitueranno e si SCANTERANNO E NON ROMPERANNO I COSIDDETTI PER TIRARE FUORI DAL TASCHINO SPILORCIO 1,20€!!!!!!

    Rispondi

    • Vercingetorige

      16 Aprile @ 12.12

      NO , il conducente , in quasi tutte le fermate , apre contemporaneamente le porte di uscita e di entrata , perché ad ogni fermata , c' è chi sale e chi scende ( e tutti , parmigiani compresi , ormai salgono e scendono dove gli pare ) . L' idea di aprire alternativamente , prima la porta di salita , poi chiuderla per aprire quella di discesa , mi sembra macchinosa e poco efficace , perché ci sarebbe chi aspetta che si apra la porta di discesa , per usarla per salire, e non si può chiedere all' autista di mettersi a fare la lotta libera coi passeggeri ad ogni fermata ( e non credo neanche che lo farebbe ) . Inoltre prolungherebbe di molto i tempi di sosta. La miglior soluzione , secondo me , sarebbe quella di mettere i tornelli anche alle porte di discesa , che si aprano solo dall' interno verso l' esterno. L' intenzione della TEP di porre un freno al malcostume dei tanti che viaggiano ormai senza biglietto mi sembra condivisibile , ma , al momento , è realizzata male.

      Rispondi

      • filippo

        16 Aprile @ 12.47

        si si sono tutti parmigiani i portoghesi...

        Rispondi

  • fabiopaio

    15 Aprile @ 20.32

    Speriamo non si faccia spesso come si vede in metropolitana...cioè che quello dietro si accosta a quello davanti e passano in due o più...comunque ci voleva!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Roberto D'Aversa

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

14commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Anga Parma

l calendario dei giovani imprenditori agricoli

Per raccogliere fondi a favore delle aziende agricole colpite dal terremoto nel Centro Italia

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

2commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti