-3°

siria

Video delle due italiane rapite: "Riportateci a casa"

Ricevi gratis le news
35

(ANSA) - Immagini drammatiche, ma che danno un filo di speranza: un video pubblicato su YouTube mostra le immagini, a prima vista autentiche - ma non si hanno al momento ulteriori conferme - delle due volontarie italiane, Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, rapite in Siria il 31 luglio scorso. Il video sarebbe stato girato il 17 dicembre.
«Siamo Greta Ramelli e Vanessa Marzullo», dice in inglese con un forte accento italiano e tenendo gli occhi bassi, la prima delle ragazze. «Supplichiamo il nostro governo e i suoi mediatori di riportarci a casa prima di Natale. Siamo in estremo pericolo e potremmo essere uccise», prosegue con tono provato. "Il governo e i suoi mediatori sono responsabili delle nostre vite», conclude senza mai guardare la telecamera mentre l’altra giovane italiana la fissa per pochi secondi. Rispetto alle fotografie circolate sul web prima del rapimento, le ragazze appaiono molto dimagrite e dai tratti particolarmente tirati.
Il link al video pubblicato oggi su YouTube è stato postato da un giornalista arabo, Zaid Benjamin, su twitter (@ziadbenjamin) con l’hashtag #Syria A Video shows 2 Italian hostages believed they were aid workers held by Jabhat Al-Nusra http://youtu.be/ma6RoszaMPE ('un video mostra due ostaggi italiane, probabilmente volontarie, tenute da Jabhat al-Nusra/).
Come accennato, il video sembra autentico, anche se nulla lo conferma per il momento: le immagini mostrano le due ragazze con indosso una tunica nera lunga che copre loro il corpo e i capelli, ma lascia libero il volto ('abayà).
A parlare è una solo di loro, presumibilmente Greta Ramelli, mentre l’altra, Vanessa Marzullo, tiene in mano un cartello dove si legge la data di mercoledì 17 dicembre 2014. Ma anche in questo caso nulla conferma la veridicità della data, in mancanza di elementi esterni temporali come la presenza di un quotidiano. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    04 Gennaio @ 18.33

    Che il governo paghi il riscatto e le riporti a casa, ma che poi lavorino gratis tutta la vita per espiare la loro idiozia esibizionistica. Se si vuole fare del bene, abbiamo abbastanza situazioni per impegnarsi anche in Italia: non c'è bisogno di andare in paesi in guerra e mettersi nelle condizioni di doversi far riportare a casa!

    Rispondi

  • Gio

    01 Gennaio @ 20.08

    Giorgio R.

    Continuo a pensare nello stesso modo. Chi predica certe cose deve capire che poi la realtà è un'altra. Libere subito ma poi che capiscano che hanno sbagliato. Non è come in Italia che fai quello che vuoi. Basta con le ideologie ingannatrici ! LIBERI I MARO' LIBERE LORO.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    01 Gennaio @ 19.30

    MA LO VOLETE CAPIRE CHE , QUESTO VIDEO , è stato girato sotto dettatura dei terroristi che mercanteggiano sui soldi del riscatto , e questo è il momenti di star zitti , come chiedono il nostro Ministero degli Esteri ed il nostro Spionaggio ? Quando , come speriamo , le ragazze torneranno in Italia , è probabile che ringrazino il Governo che i rapitori han fatto loro colpevolizzare per alzare il prezzo. A volte questi "video" sono un buon segno , perchè indicano che le trattative vanno avanti. PROBABILMENTE HO SBAGLIATO ANCH' IO A COMMENTARE , e sono doppiamente un somaro , perchè , avendo fatto , nella mia vita , diverse Operazioni di Cooperazione Internazionale , queste cose le dovrei sapere....

    Rispondi

  • Straiè

    01 Gennaio @ 18.59

    Scopo ufficiale del “progetto Horryaty” era: 1) attivare un corso base di primo soccorso e rifornire alcune aree di kit di emergenza corredati di tutto il materiale occorrente; 2) garantire ai pazienti malati di patologie croniche di accedere alle giuste terapie rispettando i tempi, dosi e qualità dei farmaci. Per eseguire un progetto così ambizioso, in area di guerra, occorrevano persone esperte, di preferenza laureate in medicina e con un lungo periodo di tirocinio alle spalle. Tuttavia Vanessa è una studentessa di Mediazione Linguistica e Culturale mentre Greta è studentessa di Scienze Infermieristiche, neppure diplomata. In compenso il coordinatore e mente del progetto è un certo Roberto Andervill, di professione fabbro. Non sarebbe meglio che lo stato, prima di riconoscere e certificare certi tipi di associazioni le passasse al setaccio abilitando solo quelle che realmente offrono serie garanzie di professionalità?

    Rispondi

  • bing bang

    01 Gennaio @ 18.28

    davvero devono vergognarsi, Questi signori qui sotto; filippo, gaiunlucapasini liverpool, questa e' gente volgare. e che la gazzetta dica qualcosa

    Rispondi

    • liverpool

      01 Gennaio @ 19.01

      la gazzetta dovrebbe dire qualcosa a noi quando c'è chi ci definisce ignoranti, nazisti e volgari?

      Rispondi

      • 01 Gennaio @ 19.14

        Da REDAZIONE: Sì, la Gazzetta dice quel commento è sfuggito e che ora è stato "depurato" delle offese. Ci scusiamo per questo disguido.

        Rispondi

    • Vercingetorige

      01 Gennaio @ 18.49

      LA "GAZZETTA" STA GIA' CENSURANDO alcuni insulti che vi sono stati mandati in risposta ai vostri. Non si vede perchè debba censurare quelli degli altri e , i vostri , no.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Emma Chambers

Emma Chambers

Gran Bretagna

Morta Emma Chambers, sorella di Hugh Grant in "Notting Hill"

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

INSTAGRAM

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

Via Picasso

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

Ex Eridania

Rubata di nuovo la bacchetta di Toscanini

Attore

Addio a Poletti, recitò con Fellini

AMMINISTRATIVE

Nasce il progetto civico «Siamo Salso»: «Insieme per costruire il futuro»

Traversetolo

I profughi spalano la neve: tregua tra Comune e Betania

VIADANA

Sequestrato un furgone carico di agnelli maltrattati

In treno

Violinista dimentica la valigia, «miracolo» della Polfer

PARMA 2020

Capitale della cultura: svelati tutti i progetti

felino

Ladri sbadati beccati dalla polizia grazie al gps Video

METEO

La neve potrebbe tornare anche in città con il ciclone artico Buran Video

Enel e energia ellettrica: una task force per fronteggiare i disagi (leggi)

7commenti

APPENNINO

Il sindaco Lucchi: "Gelo e neve in arrivo, lunedì scuole chiuse a Berceto e Ghiare"

Serie B: 27a giornata

Empoli in testa all'ultimo istante. Cade il Frosinone. Solo il Bari ne approfitta. La Cremonese non scappa

APPENNINO

Frana sulla strada fra Varsi e Ponte Lamberti: operai al lavoro Video

VIABILITA'

Buche in A1: problemi anche nel tratto parmense dell'autostrada

PARMA

Scontro fra due auto in via Sidoli: due feriti Foto

Incidente all'incrocio con via XXIV Maggio

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Confronti? No grazie. Meglio i monologhi

di Francesco Bandini

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Uccide il suo datore di lavoro dopo una lite per 100 euro

ORVIETO

E' morto Folco Quilici: il grande documentarista aveva 87 anni

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

parma calcio

D'Aversa su Parma-Venezia: "I ragazzi hanno spinto dall'inizio alla fine" Video

SOCIETA'

MODA

Borsalino, la finanza sequestra il marchio: si può vendere Foto: star di Hollywood

Irruzione

Lo streaker più famoso colpisce (ancora) alle Olimpiadi Gallery

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day