16°

30°

Parma calcio

Donadoni-Melli-Frambo: orgoglio crociato

Le interviste - E presto nuovi allenamenti in Cittadella

Ricevi gratis le news
1

Un allenatore che oltre alle sue qualità tecniche sta dimostrando a Parma la sua serietà di uomo di calcio; il centravanti simbolo del Parma di Scala (e oggi in Comune c'era anche il "sindaco" Osio) che da dirigente sta affrontando il periodo più brutto del calcio parmigiano negli ultimi decenni; e il tifoso-simbolo della passione della Curva Nord, simboleggiata dal dito puntato verso Cassano, in una immagine che aveva fatto il giro dell'Italia. Sono le tre voci che abbiamo messo insieme, nella Piazza di Parma, subito dopo l'incontro in Municipio. Tre esperienze diverse e oggi unite in una dimostrazione di orgoglio crociato.

A testa Alta

(Ecco il testo del comunicato distribuito oggi in Municipio)

C'è un Parma che va avanti e che non molla. Che non è finito il 19 marzo scorso e che non vuole finire.

E' il Parma di chi gioca per la maglia crociata, dal più anziano della Prima Squadra al più piccolo dei Pulcini.

E' il Parma di chi, seppur in difficoltà, lavora per il club, sotto i riflettori o lontano da ogni ribalta. Operando in prima persona, oppure come sponsor o fornitore.

E' il Parma di chi si identifica in un calcio diverso da quello che ci ha portati fin qui. Di chi si sente tradito da un sistema e nella delusione trova la forza di amare ancora di più il pallone e la sua squadra del cuore.

E' il Parma di chi ogni giorno lotta contro il tempo e opera perché la nostra storia centenaria possa continuare nel miglior modo possibile.

E' il Parma con i suoi campioni di ogni epoca, ma anche Parma. Una città conosciuta ovunque per le sue nobili tradizioni, le sue eccellenze, la sua anima colta e civile, il suo palmares calcistico tra i più nutriti al mondo.

La consapevolezza di "essere" questo e non un "altro" Parma, deve tenere ora tutti gli innamorati di questa squadra, parmigiani e non, più uniti che mai. Fedeli a se' stessi. Ad un orgoglio e ad una dignità di crociati e di sportivi calpestati ma non abbattuti.

Chi ama Parma, chi ama il Parma, chi si sente tifoso, non può non venire al Tardini per le partite che restano da giocare a sostenere un gruppo straordinario.
Ci sono mini abbonamenti e biglietti a prezzi ridotti. Oltre ai preziosi abbonati da ringraziare sempre, in questa crociata finale la speranza è di trovare anche forze nuove.
Chi crede nel futuro del Parma non può non sostenere a Collecchio in queste ultime gare decisive, anche i nostri giovani, ancora in lizza per le fasi nazionali in diverse categorie.

Recuperiamo in famiglia o con gli amici l'emozione del giorno della partita, la voglia di tifare senza avere nulla da perdere, l'ostinazione di sognare sempre e comunque la vittoria.

Non lasciamo che di questa amara stagione si ricordino solo le pagine più cupe. Proviamo a scrivere un finale diverso.

Facciamolo insieme.

State con noi, come noi: A TESTA ALTA

La cronaca dell'incontro in Municipio

Questa mattina nella Sala del Consiglio Comunale del Municipio di Parma, introdotti dal Sindaco Federico Pizzarotti e dall’Assessore allo Sport del Comune di Parma Giovanni Marani, il coadiutore dei curatori fallimentari Demetrio Albertini, il team manager del Parma Fc Sandro Melli, mister Roberto Donadoni, capitan Alessandro Lucarelli, il Responsabile del Settore Giovanile Francesco Palmieri, hanno rinnovato pubblicamente la volontà di tutti i giocatori crociati, dalla prima squadra alle giovanili, di terminare questa sfortunata stagione con orgoglio e dignità.
“Con questo incontro – ha esordito il sindaco Federico Pizzarotti - vogliamo dare l’idea di un percorso che va oltre la squadra di calcio e che riguarda la città. Giocatori, tifosi, città devono scendere in campo insieme per raggiungere l’obiettivo di dare di Parma un’immagine diversa e migliore da quella che ci ha accompagnato in questi mesi. Parma ci crede – ha concluso il sindaco – e questo è il luogo più idoneo per rappresentare la voglia di riscatto di una comunità intera”.
“Il Parma Calcio – ha affermato l’assessore allo sport Giovanni Marani – è diventato la metafora della città, anche per questo il Comune farà da facilitatore per il dialogo fra le parti interessate, con lo scopo di raggiungere il miglior risultato possibile per assicurare un futuro alla Società”.
Sulla necessità di assegnare valori nuovi e più alti al calcio ha insistito anche Demetrio Albertini: “Sono qui per dare un piccolo contributo alla squadra e alla città – ha affermato Albertini in veste di coadiutore dei curatori – questo è il momento della concretezza, di darci degli obiettivi e puntare al miglior risultato possibile, che realisticamente speriamo possa essere la serie B, nella prossima stagione. Comunque vada dobbiamo procedere a testa alta, garantendo serietà, professionalità e impegno già dimostrati dalla squadra, poi prenderemo quello che viene”.
“La strada che abbiamo intrapreso è quella giusta - è l’opinione del team manager Sandro Melli – non siamo falliti noi, siamo anzi vittime di uragani e terremoti che hanno investito la società, ma abbiamo reagito e giochiamo con dignità. Ora – ha concluso Melli – ci serve il sostegno del pubblico al Tardini”.
Stesso tema affrontato dal mister Roberto Donadoni: “Abbiamo bisogno dello stadio pieno – ha affermato l’allenatore – cerchiamo di finire al meglio il Campionato onorando la maglia, ma lo potremo fare solo se i tifosi saranno la nostro fianco e ci aiuteranno a rendere il mondo del calcio un po’ migliore”.
“In questa disgraziata annata – ha affermato il capitano Alessandro Lucarelli - noi giocatori ci siamo spesi per far ripartire il Parma almeno dalla serie B; non so se ci riusciremo, ma intanto chiediamo ai tifosi di essere orgogliosi della squadra, di fare un blocco unico per rendere appetibile il prodotto Parma ai possibili compratori”.
E sabato arriva la Juve al Tardini: “Abbiamo un giorno in meno per recuperare le forze – ha ricordato Roberto Donadoni – era un problema che si poteva facilmente evitare, tuttavia – ha scherzato – sappiamo di essere più forti, quindi non ne facciamo una questione”.

BIGLIETTI A PREZZI RIBASSATI PER LE GARE AL TARDINI

Da qui al termine della stagione, i curatori del Parma Fc Angelo Anedda e Alberto Guiotto, di concerto con Demetrio Albertini, hanno deciso, oltre ai vantaggiosi miniabbonamenti, di proporre per le gare che rimangono da giocare al Tardini, una importante riduzione dei prezzi. Riduzione che riguarda tutte le partite, comprese le due di “cartello” con Juventus e Napoli, storicamente mai state interessate da iniziative promozionali. Oltre infatti a ribassare notevolmente i prezzi, è stato anche studiato un biglietto a prezzo RIDOTTO (Donne, Over65 e Under18) particolarmente conveniente, che addirittura, per le gare con Palermo e Hellas Verona, è indistintamente fissato a 15 euro per tutti i settori. E’ stata poi mantenuta la tradizionale attenzione per gli Under14 con un biglietto unico per tutte le gare e settori a 5 euro.

UNA MAGLIA UFFICIALE DA GARA PARMA FC PER CHI VA A CAGLIARI

Considerato che diversi tifosi hanno manifestato il loro disagio per lo spostamento della trasferta con il Cagliari, a quanti esibiranno - unitamente alla propria tessera del tifoso - documentazione comprovante il pagamento di traghetto o volo aereo per Cagliari nel primo weekend di maggio, Parma Fc, consegnerà una maglia ufficiale da gara della stagione 2014-15. Gli interessati dovranno contattare il club allo 0521.505111 per lasciare i propri dati e concordare l’invio della documentazione necessaria e quindi la consegna della maglia.

LA NOSTRA SQUADRA NELLA NOSTRA CITTA’: ALLENAMENTO IN CITTADELLA

Per stare ancora più vicino ai tifosi e a tutti i parmigiani, è volontà della curatela, dello staff tecnico e dei giocatori crociati tornare almeno una volta in Cittadella per allenarsi nel cuore della città. La data della sessione sarà preventivamente comunicata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Loris

    10 Aprile @ 17.33

    Nel campo centrale della Cittadella, sarebbe un ottima soluzione mettere una RUOTA PANORAMICA e una GIOSTRA coi cavalli per i bambini. Avremo sicuramente il parco pieno di genitori e bambini felici. Non riesco a capire il perchè un Amministrazione non arrivi a vedere una soluzione di questo tipo. In tutte le città Europee esistono. Noi mettiamo la ruota in P.le S.Croce dove non si riesce neanche a guardarla per il traffico, poi visto che nessuno ne usufruisce, si toglie. Parma Città Turistica ? meglio non approfondire oltre.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti