19°

Tg Parma

Inceneritore: si infiamma il dibattito politico

Ghiretti e Dall'Olio contro Pizzarotti. E in Regione, interrogazione M5S contro il potenziamento degli impianti di Parma e Forlì

Ricevi gratis le news
4

Roberto Ghiretti (Parma Unita) e Nicola Dall'Olio (Pd) criticano Pizzarotti per l'accelerazione sulla manifestazione contro l'inceneritore. Domani se ne parlerà in Consiglio comunale. Le dichiarazioni di Ghiretti e Dall'Olio sono nel video del TgParma.

Intanto il Movimento 5 Stelle prende iniziative contro l'impianto di Ugozzolo anche in Regione.  Domani in Assemblea Legislativa - annuncia il M5S dell'Emilia-Romagna - sarà discussa un'interrogazione presentata dai consiglieri Gian Luca Sassi e Andrea Bertani che chiedono alla Giunta di sospendere l’iter per il potenziamento della capacità di smaltimento per i due impianti: da 120mila a 180mila per quello di Forlì, da 130mila a 195mila per quello di Parma. "Situazione di assoluta incertezza normativa, tra il Piano dei Rifiuti Regionale che deve essere ancora approvato, la probabile procedura di infrazione dall’Europa e il riordino istituzionale (in particolare di Province ed ARPA), che potrebbe modificare a breve l’iter autorizzativo".

Dice il comunicato del M5S regionale: 
Stop alle autorizzazioni per l’aumento delle tonnellate di rifiuti bruciati negli inceneritori di Parma e Forlì. È quanto domani, martedì 16 giugno, il gruppo assembleare del M5S dell’Emilia-Romagna chiederà alla giunta attraverso una interrogazione a risposta immediata che sarà presentata in aula dai consiglieri Gian Luca Sassi e Andrea Bertani. “Il Governo, attraverso lo Sblocca Italia, approfittando della situazione di assoluta incertezza causata dalla possibile apertura di una procedura di infrazione da parte dell’Europa ha di fatto dato il via libera all’arrivo dei rifiuti speciali da tutta Italia nei nostri inceneritori – spiegano i due consiglieri del M5S – La Regione deve opporsi a questa ipotesi, bloccando già da subito le autorizzazioni visto che il Piano Regionali di Gestione dei Rifiuti non è ancora stato approvato dall’Assemblea Legislativa e la legge sul riordino degli enti locali concede alla nuova Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia, l’ex Arpa, ulteriori poteri di controllo e autorizzazione su queste tematiche”. La richiesta del M5S ripercorre le tappe più importanti della vicenda: alla fine del 2014 l’Europa comunicò al Governo italiano che i parametri per classificare gli inceneritori di rifiuti come valorizzatori di energia (da D10 – smaltimento – a R1 – recupero -) non erano conformi a quelli della Direttiva europea. L’Italia aveva stabilito questi parametri per Decreto nel 2013: in pratica la tesi europea sosteneva che il nostro Paese si fosse assicurato un illecito vantaggio competitivo rispetto agli altri inceneritori europei. In seguito a quella comunicazione UE l’Italia avrebbe dovuto, nei primi mesi del 2015, abrogare quel Decreto e sostituirlo o modificarlo, adeguando le formule a quelle europee pena, appunto, l’attivazione di procedura d’infrazione. Ma il risultato fu il decreto Sblocca Italia che di fatto ha consentito i cambi di classificazione degli inceneritori in modo assolutamente non rispettoso delle direttive. “In questo modo l’inceneritore di Forlì passerebbe da 120mila tonnellate a 180mila – sostengono Bertani e Sassi - mentre quello di Parma da 130mila a 195mila, una eventualità che non possiamo permettere e che rischia di avere ripercussioni pesantissime sui nostri territori e sulla salute dei cittadini. Da ricordare poi che entrambi gli impianti sono stati costruiti ed avviati a seguito di (spesso sofferte) intese con i territori, riguardo ben definiti limiti massimi e di provenienza dei rifiuti da incenerire, limiti che oggi qualcuno vorrebbe superare, sfruttando abilmente un quadro normativo non ancora definito”. Per questo nell’interrogazione che domani sarà presentata il M5S chiede alla Giunta “se e come intenda intervenire in questo quadro di incertezza per assicurare il rispetto della normativa europea, assicurando con ciò condizioni non peggiorative della qualità dell’aria e dell’ambiente, riducendo i rischi per la salute dei cittadini, evitando la possibile procedura di infrazione (con il conseguente esborso da parte dei contribuenti) valutando di sospendere entrambi gli iter autorizzativi fino a quando non sia definito un quadro normativo più chiaro sia nell’ambito dei parametri per classificare gli inceneritori di rifiuti come valorizzatori di energia (ritenuti ad oggi non conformi dalla UE), sia dei decreti attuativi del c.d. Sblocca Italia (ancora mancanti), sia del riordino istituzionale (appena avviato) e dell’approvazione definitiva del PRGR (ancora passibile di modifiche)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianluca

    15 Giugno @ 14.51

    Sono anni che il fallimento in cui sono parte lesa è fermo come un paracarro. Vabbè, il calcio si sa: una vetrina per il Tribunale.

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    15 Giugno @ 14.48

    Vorrei dire una cosa a Dall'Olio : quando ci si comporta da perfetti pollastri (anche se per cadere in una trappola di Pizzarotti è più facile parlare di pit o nador) l'esito non può essere che quello di finire in padella. Complimenti all'acume politico di chi unanimemente schiera il proprio partito locale contro il suo segretario, il suo governo, la sua regione per seguire chi, tutti giorni e più volte al giorno, apostrofa gli elettori del partito di Dall'Olio coi simpatici epiteti di piddioti, collusi, corrotti, mafiosi. Sono certo che se sarà lui il candidato alle prossime amministrative, il M5S potrà (continuare a ) dormire sonni tranquilli

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro