Tg Parma

Inceneritore: si infiamma il dibattito politico

Ghiretti e Dall'Olio contro Pizzarotti. E in Regione, interrogazione M5S contro il potenziamento degli impianti di Parma e Forlì

Ricevi gratis le news
4

Roberto Ghiretti (Parma Unita) e Nicola Dall'Olio (Pd) criticano Pizzarotti per l'accelerazione sulla manifestazione contro l'inceneritore. Domani se ne parlerà in Consiglio comunale. Le dichiarazioni di Ghiretti e Dall'Olio sono nel video del TgParma.

Intanto il Movimento 5 Stelle prende iniziative contro l'impianto di Ugozzolo anche in Regione.  Domani in Assemblea Legislativa - annuncia il M5S dell'Emilia-Romagna - sarà discussa un'interrogazione presentata dai consiglieri Gian Luca Sassi e Andrea Bertani che chiedono alla Giunta di sospendere l’iter per il potenziamento della capacità di smaltimento per i due impianti: da 120mila a 180mila per quello di Forlì, da 130mila a 195mila per quello di Parma. "Situazione di assoluta incertezza normativa, tra il Piano dei Rifiuti Regionale che deve essere ancora approvato, la probabile procedura di infrazione dall’Europa e il riordino istituzionale (in particolare di Province ed ARPA), che potrebbe modificare a breve l’iter autorizzativo".

Dice il comunicato del M5S regionale: 
Stop alle autorizzazioni per l’aumento delle tonnellate di rifiuti bruciati negli inceneritori di Parma e Forlì. È quanto domani, martedì 16 giugno, il gruppo assembleare del M5S dell’Emilia-Romagna chiederà alla giunta attraverso una interrogazione a risposta immediata che sarà presentata in aula dai consiglieri Gian Luca Sassi e Andrea Bertani. “Il Governo, attraverso lo Sblocca Italia, approfittando della situazione di assoluta incertezza causata dalla possibile apertura di una procedura di infrazione da parte dell’Europa ha di fatto dato il via libera all’arrivo dei rifiuti speciali da tutta Italia nei nostri inceneritori – spiegano i due consiglieri del M5S – La Regione deve opporsi a questa ipotesi, bloccando già da subito le autorizzazioni visto che il Piano Regionali di Gestione dei Rifiuti non è ancora stato approvato dall’Assemblea Legislativa e la legge sul riordino degli enti locali concede alla nuova Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia, l’ex Arpa, ulteriori poteri di controllo e autorizzazione su queste tematiche”. La richiesta del M5S ripercorre le tappe più importanti della vicenda: alla fine del 2014 l’Europa comunicò al Governo italiano che i parametri per classificare gli inceneritori di rifiuti come valorizzatori di energia (da D10 – smaltimento – a R1 – recupero -) non erano conformi a quelli della Direttiva europea. L’Italia aveva stabilito questi parametri per Decreto nel 2013: in pratica la tesi europea sosteneva che il nostro Paese si fosse assicurato un illecito vantaggio competitivo rispetto agli altri inceneritori europei. In seguito a quella comunicazione UE l’Italia avrebbe dovuto, nei primi mesi del 2015, abrogare quel Decreto e sostituirlo o modificarlo, adeguando le formule a quelle europee pena, appunto, l’attivazione di procedura d’infrazione. Ma il risultato fu il decreto Sblocca Italia che di fatto ha consentito i cambi di classificazione degli inceneritori in modo assolutamente non rispettoso delle direttive. “In questo modo l’inceneritore di Forlì passerebbe da 120mila tonnellate a 180mila – sostengono Bertani e Sassi - mentre quello di Parma da 130mila a 195mila, una eventualità che non possiamo permettere e che rischia di avere ripercussioni pesantissime sui nostri territori e sulla salute dei cittadini. Da ricordare poi che entrambi gli impianti sono stati costruiti ed avviati a seguito di (spesso sofferte) intese con i territori, riguardo ben definiti limiti massimi e di provenienza dei rifiuti da incenerire, limiti che oggi qualcuno vorrebbe superare, sfruttando abilmente un quadro normativo non ancora definito”. Per questo nell’interrogazione che domani sarà presentata il M5S chiede alla Giunta “se e come intenda intervenire in questo quadro di incertezza per assicurare il rispetto della normativa europea, assicurando con ciò condizioni non peggiorative della qualità dell’aria e dell’ambiente, riducendo i rischi per la salute dei cittadini, evitando la possibile procedura di infrazione (con il conseguente esborso da parte dei contribuenti) valutando di sospendere entrambi gli iter autorizzativi fino a quando non sia definito un quadro normativo più chiaro sia nell’ambito dei parametri per classificare gli inceneritori di rifiuti come valorizzatori di energia (ritenuti ad oggi non conformi dalla UE), sia dei decreti attuativi del c.d. Sblocca Italia (ancora mancanti), sia del riordino istituzionale (appena avviato) e dell’approvazione definitiva del PRGR (ancora passibile di modifiche)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianluca

    15 Giugno @ 14.51

    Sono anni che il fallimento in cui sono parte lesa è fermo come un paracarro. Vabbè, il calcio si sa: una vetrina per il Tribunale.

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    15 Giugno @ 14.48

    Vorrei dire una cosa a Dall'Olio : quando ci si comporta da perfetti pollastri (anche se per cadere in una trappola di Pizzarotti è più facile parlare di pit o nador) l'esito non può essere che quello di finire in padella. Complimenti all'acume politico di chi unanimemente schiera il proprio partito locale contro il suo segretario, il suo governo, la sua regione per seguire chi, tutti giorni e più volte al giorno, apostrofa gli elettori del partito di Dall'Olio coi simpatici epiteti di piddioti, collusi, corrotti, mafiosi. Sono certo che se sarà lui il candidato alle prossime amministrative, il M5S potrà (continuare a ) dormire sonni tranquilli

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

1commento

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

In manette la banda delle spaccate: 2 giovani arrestati dai carabinieri

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

8commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareprter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

CASSINO

Abusa della figlia 14enne: trovato impiccato davanti a una chiesa

SPORT

football americano

Superbowl: Patriots per la leggenda, Eagles per il paradiso

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

SOCIETA'

FESTE PGN

Open Bar al castello di Felino Foto

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova