15°

28°

rifiuti

Tariffazione puntuale: la vedremo online

Ricevi gratis le news
28

Dal 1° luglio entra in vigore la tariffazione puntuale nella gestione dei rifiuti. Si passa a un sistema che introduce il calcolo dell'effettivo utilizzo del servizio, basato sul numero di svuotamenti del bidone grigio, quello dell'indifferenziato.

Video TgParma - Come funziona il nuovo sistema in sintesi

Alcune novità annunciate nella conferenza stampa dell'assessore Folli, insieme ad alcuni consigli:

Agli utenti sarà addebitato un numero minimo di svuotamenti. Se non saranno superati si avrà il massimo risparmio (quindi con costo ridotto rispetto a quanto pagato attualmente); in caso di vuotature aggiuntive saranno addebitate nella prima bolletta dell'anno successivo.

Con un solo componente del nucleo familiare per i contenitori da 40 litri il numero di vuotamenti è 12, per quello da 120 litri è 4. 
Con 2 persone in famiglia: per contenitori da 40 litri il numero di vuotature è 18, per contenitori da 120 litri è 6.
Con 3 persone nel nucleo familiare: 24 vuotature per contenitori da 40 litri, 8 per quelli da 120 litri
Per nuclei con 4 persone: minimo 30 vuotature per contenitori da 40 litri; 10 vuotature per quelli da 120 litri
Per nuclei con 5 componenti o più il numero minimo è di 36 vuotature per contenitori da 40 litri, che scende a 12 per contenitori da 120 litri. 

Scarica le tabelle con gli esempi


La Tari. La prima rata del 2015 è stata calcolata con il metodo in vigore fino ad oggi. La seconda rata sarà emessa in autunno e sarà calcolata con il nuovo metodo. Si comporrà di 4 parti: due uguali alla precedente, più due nuovi elementi. Le novità: una riduzione percentuale sulla quota variabile prevista dall'introduzione del sistema di calcolo puntuale e una nuova quota variabile basata sul numero di vuotature previste. 
In sintesi, al cittadino viene comunque addebitato un numero minimo di vuotature del bidoncino. Se quel numero non viene superato si otterrà il massimo rispario; in caso contrario, le vuotature aggiuntive saranno addebitate nella prima bolletta dell'anno successivo. 
Per le famiglie con bambini di età inferiore a 30 mesi sarà introdotto uno sconto di 28 euro a bimbo sulla quota variabile della Tari (quota variabile che ammonta a 175,23 euro; la quota fissa è di 78,90 euro). 

Alcuni consigli utili:
* meglio esporre il bidone quando è pieno;
* apporvi un'etichetta per identificarlo;
* tenerlo su suolo privato ed esporlo solo nel giorno indicato. 

Da luglio saranno in line i dati degli svuotamenti e ognuno potrà controllare la propria situazione in base al numero del contratto. Come? Scaricando la app gratuita Clickiren e al sito https://clickiren.gruppoiren.it

Per informazioni su avviso di pagamento, attivazione nuove utenze o cessazioni e subentri si può chiamare il numero verde 800 608 090 dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18, e il sabato dalle 8 alle 14. Si può anche scrivere all'e-mail clienti.pr@gruppoiren.it
 

La frequenza di raccolta zona per zona: 

Cosa è previsto per le famiglie:

 
Come funziona il sistema per le famiglie? Ecco alcuni esempi

Il comunicato del Comune

Tariffazione puntuale al via, a partire dal 1 luglio, il che significa per i cittadini di Parma avere la possibilità di risparmiare effettuando una raccolta differenziata in modo virtuoso. Per una famiglia composta da 3 persone che vive in un appartamento di 100 metri quadrati ecco come si profila la situazione. A fronte di una tariffa attuale di 254 euro, c'è la possibilità di risparmiare 18 euro annui, fino a 24 vuotamenti annuali del bidone o del sacco per l'indifferenziato, con una bolletta, nel caso di un comportamento virtuoso, quindi, pari a 236 euro annui. Nel caso in cui la stessa famiglia effettui 36 vuotamenti annui, la bolletta raggiunge i 254 euro, cioè lo stesso importo di quella attuale uguale per tutti. Nel caso in cui effettui il numero massimo di vuotamenti annui, pari a 52, allora la bolletta sale a 276 euro annui. Si tratta, quindi, di un sistema progressivo che parte premiando coloro che espongono meno rifiuto residuo, 236 euro per 24 vuotamenti, prevede il mantenimento ai livelli attuali della tariffa, cioè 254 euro per 36 vuotamenti annui, ed arriva fino a 276 euro per 52 vuotamenti annui. Questo presuppone che non vi siano in alcun modo riduzioni nella frequenza dei passaggi, ma solo il conteggio puntuale del numero di vuotamenti effettuati dalla famiglia stessa. Si tratta, pertanto, di un sistema meritocratico che premia chi effettuata una raccolta differenziata attenta. Il che significa avere sempre meno rifiuti indifferenziati, riducendo il numero di vuotamenti annui degli appositi bidoncini microchippati o dei sacchi microchippati. Se si differenziano vetro, carta e cartone, plastica e barattolame in modo corretto, di residio ne dovrebbe rimanere ben poco. Discorso diverso per i pannolini per cui sono previste delle specifiche apposite.

Ne hanno parlato questa mattina nel corso di una conferenza stampa l'assessore all'ambiente Gabriele Folli e Gianluca Paglia, Raccolte e Territorio Emilia - Iren Ambiente Spa.
“Il sistema che entra in vigore – ha spigato Folli – permette, a chi effettuata una raccolta differenziata in modo corretto, di avere delle riduzioni che potranno aumentare nei prossimi anni dopo un primo periodo di assestamento e di verifica del sistema stesso. Fare la raccolta differenziata ha permesso alla città di Parma di praticare tariffe concorrenziali rispetto ad altre città capoluogo in Regione se si pensa che a Reggio Emilia il costo annuo per una famiglia di 3 componenti in un appartamento di 100 metri quadrati è pari a 277 euro, cioè il massimo previsto di vuotamenti a Parma per lo stessa tipologia di famiglia (52 vuotamenti – mentre chi ne fa il minimo avrà una tariffa pari a 236 euro). A Ferrara la bolletta lievita a 317 euro. L'applicazione della tariffazione puntuale è il naturale sbocco di un percorso avviato con l'introduzione in tutta la città della raccolta porta a porta che ha permesso una riduzione significativa dei rifiuti indifferenziati a smaltimento nell'inceneritore, con costi di 154 euro alla tonnellata e, soprattutto, una contestuale riduzione dell'impatto ambientale”. L'assessore ha raccomandato a tutti coloro, e sono circa 6 mila, che hanno ricevuto la lettera di Iren a casa per dotarsi del kit della differenziata di recarsi allo sportello Iren di strada Santa Magherita in modo da regolarizzare la loro posizione e poter usufruire, poi, degli sconti. Ha ricordato che per i bambini sotto i 30 mesi lo smaltimento dei pannolini avviene in forma agevolata basandosi sui dati dell'anagrafe della popolazione residente, mentre per gli anziani è necessaria un'autocertificazione scaricabile dal sito di Iren Ambiente.
Gianluca Paglia di Iren Abiente ha fatto riferimento al sistema delle imprese per cui sono previsti fino a 18 vuotamenti minimi annui. “E' importante – ha spiegato – che le singole aziende valutino bene il numero e la tipologia di contenitori da utilizzare”

Per il calcolo della bolletta dei rifiuti si passerà, pertanto, da un sistema presuntivo, che commisura solo il costo a numero di occupanti e metri quadrati dell'abitazione, ad un sistema che introduce il calcolo dell'effettivo utilizzo del servizio, basato sul numero di svuotamenti del bidone grigio, quello dell'indifferenziato.

La filosofia di fondo legata all'introduzione della raccolta differenziata porta a porta giunge in questo modo a compimento: l'obiettivo, infatti, è di incentivare un percorso volto alla massima differenziazione dei rifiuti in modo da ridurre al minimo la quota di rifiuto a smaltimento con conseguenti risvolti positivi non solo in tema tariffario, ma sopratutto in tema ambientale.

Bruciare meno rifiuti, significa, infatti, inquinare meno. L'introduzione della differenziata spinta ha portato al superamento degli obiettivi di legge che fissano al 65 % la percentuale di raccolta differenziata. A fine 2014, si sono aggiunti anche i benefici derivanti dalla riduzione del rifiuto residuo a smaltimento con valori dimezzati rispetto alla media degli altri capoluoghi di provincia della regione.

L'avvio della tariffazione puntuale vuole essere un passo ulteriore in questo senso, attraverso l'introduzione di una tariffazione sui rifiuti che diventa, in questo modo, personalizzata, cioè calcolata sul reale bisogno e utilizzo del servizio da parte degli utenti, famiglie e aziende. Si tratta, quindi, di una tariffa più equa.

Come funziona. Il contenitore per il rifiuto residuo può essere un bidoncino grigio o un sacco bianco. Esso è dotato di un microchip che l'operatore leggerà ad ogni vuotatura. Il microchip funziona come un contatore abbinato al proprio codice a barre identificativo della Tari e registra il numero di volte in cui il contenitore viene vuotato o il sacco raccolto. Per cui più si differenzia in modo corretto, minore sarà la quantità di rifiuto residuo.

Come si calcola la Tari per Famiglie. La prima rata Tari 2015 è stata ancora calcolata secondo il metodo in vigore fino ad oggi e comprende: la quota fissa semestrale basuata sulla superficie dell'immobile e la quota variabile basta sula numero dei componenti il nucleo familiare. Oltre a questo l'avviso di pagamento contiene l'addizionale provinciale.
La seconda rata Tari 2015 verrà emessa in autunno e sarà calcolata con nuovo metodo. Si comporrà di 4 parti, le prime due uguali alla precedente, più altri due nuovi elementi: una riduzione percentuale sulla quota variabile prevista dall'introduzione del sistema di calcolo puntuale; una quota variabile basata sul numero di vuotature minime previste.
Per cui, in sintesi, all'utente verranno addebitate un numero minimo di vuotature. Se l'utente non lo supererà avrà ottenuto il massimo risparmio, in caso contrario le vuotature aggiunte verranno addebitate nella prima bolletta dell'anno successivo.

Numero di vuotature minime annue addebitate per famiglie e tipologia id contenitore. Con un solo componente del nucleo familiare per i contenitori da 40 litri il numero di vuotamenti è 12, per quello da 120 litri è di 4. Con due componenti, per contenitori da 40 litri il numero di vuotature è di 18, per contentiori da 120 litri è di 6. Per 3 componenti, per contenitori da 40 litri il numero è di 24, per contenitori da 120 litri è di 8. Per nuclei con 4 componenti, per contenitori da 40 litri il mumero minimo di vuotature è di 30 per contenitori da 120 litri scende a 10. Per nuclei con più di 5 componenti il mumero minimo è di 36 vuotature per contenitori da 40 litri, che scende a 12 per contenitori da 120 litri.

Il costo delle vuotature cadauna, oltre a quelle addebitate, è di 1,40 euro per contenitori da 40 litri e di 4,20 euro per contenitori da 120 litri.

Per i sacchi, nel centro storico, il sistema è analogo: per un componente il numero minimo di vuotature è di 24, per due componenti è di 36, per tre componenti è di 48, per quattro sale a 60, per più di 5 si va a 72. (Nella seconda rata della Tari 2015 sarà riportato il numero di sacchi raccolti semestrale, pari alla metà)
Il costo vuotature sacco cadauna, oltre a quelle addebitate, è di 0,70 euro per ogni sacco bianco da 50 litri.
Per pannoloni e pannolini. Le famiglie con bambini fino a 30 mesi e le persone che necessitano dell'uso di presidi sanitari hanno diritto ad agevolazioni. Per info: clienti.pr@gruppoiren.it; 800 608 090.

Come si calcola la Tari per Attività e Imprese. La prima rata Tari 2015 è stata ancora calcolata secondo il metodo precedente e comprende: la quota fissa semestrale basata sulla superficie dell'immobile; la quota variabile semestrale calcolata sulla superficie dell'immobile in funzione della categoria dell'attività svolta. L'avviso di pagamento contiene l'addizionale provinciale. La seconda rata Tari 2015, che sarà emessa in autunno, sarà calcolata con il nuovo metodo e comporrà di quattro parti, le prime due uguali alla precedente, più altri due nuovi elementi: una riduzione percentuale sulla quota variabile prevista dall'introduzione del sistema di calcolo puntuale; una quota variabile basata sul numero di vuotature minime previste.

In sintesi, verrà addebitato un numero minimo di vuotature. Superato questo numero, il risparmio permane, ma si assottiglierà gradualmente fino ad arrivare all'equivalenza rispetto al metodo tariffario precedente e trasformandosi, oltre un certo numero di vuotature, in un possibile maggior costo rispetto alla tariffa tradizionale. Ma attenzione, questo avverrà solo se gli utenti non saranno stati sufficientemente attenti a fare la raccolta differenziata.

Esempio: per un ufficio da 80 metri quadrati e una pattumiera da 40 litri, l'utente continuerà a risparmiare, rispetto al metodo tradizionale di tariffazione, fino a 46 svuotamenti all'anno.

Numero di vuotature minime annue addebitate per attività e imprese, per tutte le tipologie di contenitore sono 18. (Nella seconda rata della Tari 2015 sarà riportato il numero di vuotature semestrali pari alla metà. Le vuotature superiori alle 18 saranno addebitate nella bolletta dell'anno successivo).

Costo vuotature cadauna, oltre a quelle addebitate: per contenitore da 40 litri è di 1,40 euro; contenitore da 120 litri 4,20 euro; contenitore da 240 litri 6 euro; contenitore da 360 litri 9 euro; contenitore da 660 litri 16,50 euro; contenitore da 1.000 litri 24 euro; contenitore da 5.000 litri 120 euro.

Numero di sacchi raccolti minimi annui addebitati per attività e imprese nel centro storico.
Sacco da 50 o da 100 litri è di 36. (Nella seconda rata Tari 2015 sarà riportato il numero dei sacchi raccolti semetralmente pari alla metà)

Costo vuotature cadauna, oltre a quelle addebitate, nel centro storico: sacco bianco da 50 litri è di 0,70 euro; sacco bianco da 100 litri è di 2,10 euro.

Consigli utili: il bidoncino del residuo va esposto solo quando è pieno, va personalizzato con un adesivo in modo da non scambiarlo con quello dei vicini, è importante tenerlo su suolo privato ed esporlo su suolo pubblico solo quando si vuole che venga svuotato, si consiglia di annotarsi sul calendario ogni esposizione per il controllo del numero di vuotature; scaricando la App gratuita Clickiren e al sito: https://clickiren.gruppoiren.it, dal mese di luglio si potrà controllare se il numero del codice del contenitore in possesso dell'utente corrisponde a quello collegato al proprio contratto e il numero delle vuotature effettuate.

Per informazioni relative all'avviso di pagamento, per l'attivazione di nuove utenze o cessazioni o subentri è possibile contattare il numero verde 800 608 090 da lunedì a venerdì dalle 8 alle 18, sabato dalle 8 alle 13. Oppure lo sportello Iren di strada Santa Margherita, 6, Parma, da lunedì a venerdì dalle 8 alle 14. Oppure: clienti.pr@gruppoiren.it. Per informazioni, richieste, segnalazioni relative a servizi di raccolta differenziata e igiene urbana: numero verde 800 212 607 da lunedì a venerdì dalle 8 alle 17, sabato dalle 8 alle 13. Oppure: ambiente.pr@gruppoiren.it. Oppure il sito: http://servizi.irenambiente.it con possibilità di scaricare la app gratuita EcoIren.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nocciolina

    23 Giugno @ 10.38

    così rivoluzionario sto sistema che cmq ti fanno ancora pagare il "rudo prodotto dalle pareti di casa".... Inoltre, possiamo sapere chi ha deciso il numero delle vuotature minime? Altra cosa, sapete cosa mi ci pulisco coi 18 euro di risparmio annuali (presunti) su più di 200 di tariffa? Concittadini, qua dobbiamo trovare un modo di rimandare a casa sta masnada di incompetenti! Io non ci resisto altri 2 anni... e mi sa che nemmeno la città resisterà oltre! Imploderà nel rudo e un bidoncino ci farà da lapide.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    22 Giugno @ 22.25

    La soluzione che otterranno queste teste d'uovo è semplicissima, ma contraria a quel che avrebbero voluto: la gente butterà il residuo negli anonimi e incontrollabili sacchi gialli della plastica, alla faccia della differenziata. Ad Iren non fregherà niente, tanto per come la raccolgono e come è stato denunciato da tanti, finisce comunque tutto insieme e verrà bruciato nell'inceneritore, che verrà alimentato malgrado il grido di battaglia "affamiamolo!". Io, una volta alla settimana vado comunque fuori provincia, e mi porterò il residuo da scaricare in un civile cassonetto, da cui poi tornerà comunque a Parma per essere bruciato: alla faccia anche della lotta all'inquinamento, al traffico, allo smog e dei km 0.

    Rispondi

  • Davide

    22 Giugno @ 22.12

    Ma l'avete visto e sentito? Ormai ci crede solo lui.... non so, è cieco, sordo o c'è qualche problema di connessione tra l'apparato cerebrale (ammesso che esista) e la bocca? E le opposizioni dove sono? Devo pensare che siano complici di questo sfacelo? Nessuno ci da una mano ad organizzare una bella manifestazione coi sacchetti da portare in piazza, visto che il Duce Folle fa quello che vuole indisturbato?

    Rispondi

  • gabri

    22 Giugno @ 19.43

    Perché un sacco da 50l costa 0.70 € Mentre vuotare un bidoncino da 40l 1.40€? Primo ci e stato dato arbitrariamente poi se e meno voluminoso perché costa il doppio la vuotatura straordinaria?

    Rispondi

  • marco850

    22 Giugno @ 19.09

    Ma questi sono fuori come una gronda!!! Una persona da sola ha diritto a 12 vuotature all'anno: quindi se io sono single e non voglio pagare supplementi mi devo tenere il rudo in casa per un mese.... è grazie a provvedimenti demenziali come questi che Parma diventerà un immenso immondezzaio; io mi sono già accordato con i miei vicini: esporremo un solo bidone traboccante a rotazione e se proprio non sarà possibile grazie a Folli mi troverò costretto a buttarlo nel Baganza. Non posso e non voglio pagare un centesimo in più per un servizio che fa letteralmente schifo e che ha ridotto questa città a un letamaio. Ricordiamoci dei nomi di chi sta rovinando Parma per le prossime elezioni: e tanti auguri a chi prenderà il posto di questi incapaci: si troveranno una situazione molto peggiore di quella lasciata da Vignali.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

7commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

15commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti