rete diritti in casa

Gli sfrattati occupano il Duc

Ricevi gratis le news
29

Avevano annunciato delle iniziative di protesta. E oggi sono "scesi in campo" organizzando un presidio all'interno del Duc. Alcuni esponenti della Rete Diritti in casa hanno manifestato (con le famiglie coinvolte) contro lo sfratto di alcune famiglie indigenti. Già ieri il movimento aveva spiegato (leggi il comunicato): "Da alcuni mesi continuiamo a ricevere segnalazioni di mancata assistenza ai minori in seguito a sfratti che colpiscono le famiglie di appartenenza. Praticamente dopo lo sfratto tutta la famiglia, compresi i bambini in tenera età vengono abbandonati a sé stessi dai servizi sociali". Che aveva segnalato come già da oggi cinque famiglie con minori, anche molto piccoli, si sono ritrovate in strada. E’ il caso di 5 famiglie sfrattate da un Residence di Collecchio: "Anche per loro il Comune di Parma non ha offerto nessuna alternativa alla strada".

Il servizio del tg Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele E

    27 Agosto @ 09.17

    Ma invece di portare le bandiere rosse non potrebbero portare qualche bonifico per coprire le spese? sono anche più tascabili!

    Rispondi

  • gigiprimo

    27 Agosto @ 07.38

    vignolipierluigi@alice.it

    La mafia italiana ha avuto vari concorrenti sul suolo americano, questo non la giustifica ma non continuiamo a 'fattazzarci'. Gli altri non sono santi. Rimane il fatto che nel dopoguerra alcuni fuggirono per motivi politici, altri trovarono lavoro nelle miniere belghe, chi partì motu proprio, come venditori portaaporta in alcuni casi ci fecero sfigurare, comunque il numero dei migranti è sempre stato contenuto, mai um 'esodo'!

    Rispondi

    • Michele E

      27 Agosto @ 09.23

      Nelle miniere belghe li convocavano da là, non partivi se non sapevi di avere già un lavoro. Stessa cosa per gli Stati Uniti, dove addirittura ti mettevano in quarantena a Ellis Island e i malati li rispedivano indietro. Poi se fosse etico oppure no è un altro discorso, ma la situazione non mi sembra nemmeno lontanamente paragonabile a quella attuale.

      Rispondi

  • gigiprimo

    27 Agosto @ 00.58

    vignolipierluigi@alice.it

    Purtroppo è gente che ha nulla da perdere! sono disposti a tutto e ne vedremo delle brutte in futuro, per chi ce l'ha. Mi dispiace solo per i miei nipoti! Anche se ha commesso reati, non vi sarà magistrato che la condanni.

    Rispondi

  • VivaParma

    26 Agosto @ 23.20

    Il Comune (questa volta ha pienamente ragione) dovrebbe addebitare tutte le spese (utenze, affitto ecc) a quei due parassiti che si fanno chiamare esponenti della Rete Diritti in casa.... poi vediamo se vanno ancora in comune a protestare con megafono e bandierine........p.s: Pizza tieni duro......

    Rispondi

  • Michi

    26 Agosto @ 23.11

    Ognuno si dovrebbe creare la propria alternativa..... Perché se non lo si fa, ci vai davvero in mezzo ad una strada..... E non devi dare la colpa al Comune ma a te stesso!! E tutte queste associazioni del piffero che li indirizzano verso la strada dello scocco non fanno altro che il loro male!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS