15°

29°

tg parma

Rifiuti, Iren sospende la gara d'appalto Video

Ricevi gratis le news
13

Dopo diverse polemiche, tra cui quella dell'assessore all'ambiente di Parma Gabriele Folli, Iren ha sospeso la gara d'appalto per la gestione dei rifiuti.

Ecco la nota ufficiale.

Si è riunito ieri il comitato consultivo territoriale di Reggio Emilia, il quale aveva, tra gli altri argomenti all’ordine del giorno, la presentazione del Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Iren e l’ analisi degli strumenti di comunicazione di Iren e degli Enti/Associazioni del Comitato per strutturare un piano di lancio della piattaforma IREN Collabora.

Sul Bilancio di sostenibilità si è aperta la discussione in seno al Comitato, che è composto dal Presidente Rosanna Bacci (LegaCoop Emilia Ovest), dal Vicepresidente Riccardo Faietti ( Forum Terzo Settore Reggiano), da Marco Corradi (ACER Reggio Emilia), Luca Braggion ( Adconsum Reggio Emilia), da Marco Benassi (AGESCI Reggio Emilia), da Daniele Catellani (Arci Reggio Emilia), da Mauro Panizza (CNA Reggio Emilia), da Secondo Malaguti (Confconsumatori Reggio Emilia), da Matteo Caramaschi (Confcooperative Reggio Emilia), da Mirella Battistoni (Consorzio Romero), da Giovanni Trisolini (Federconsumatori Reggio Emilia), da Gianni Vezzani (Lapam Confartigianato Reggio Emilia), da Giuliano Cervi (Pro Natura Reggio Emilia), da Enrico Buoncuore (Unindustria Reggio Emilia), da Alberto Vaccari Sindaco del Comune di Casalgrande, da Luca Vecchi Sindaco del Comune di Reggio Emilia, da Luigi Grasselli per l'Università di Modena e Reggio Emilia, dal Vice Presidente Iren Ettore Rocchi e da Francesco Profumo Presidente Iren.

Durante i lavori del Comitato si è anche aperto il confronto sul tema degli appalti dei servizi ambientali con particolare riferimento alla gara bandita sulle tre province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia per la raccolta dei rifiuti.
Il Comitato, valorizzando ulteriormentelo stretto rapporto tra la Azienda e il territorio ha condiviso l’esigenza di valutare gli affidamenti come opportunità di sviluppo del territorio. Il tutto in una logica di sostenibilità che contempli le tre dimensioni ambientale, sociale ed economica, favorendo quindi la crescita della raccolta differenziata e della qualità dei servizi con un contestuale maggiore inserimento nel mondo lavorativo di persone svantaggiate. Il Presidente di Iren, Francesco Profumo, e il Vice Presidente, Ettore Rocchi, hanno sottolineato la volontà di Iren di creare valore per e con il territorio, confermando i fondamenti che hanno da sempre caratterizzato il proficuo rapporto di crescita con il mondo della cooperazione sociale e dell’imprenditoria locale.

Anche alla luce del confronto sviluppatosi in Comitato Iren ha quindi ritenuto opportuno di sospendere la gara in corso, pur sottolineando che la forma dell’offerta economicamente più vantaggiosa, a differenza della gara al massimo ribasso, garantisce comunque caratteristiche di equilibrio tra la componente tecnica ed economica.

A fronte di queste valutazioni, la gara verrà riproposta per ridurne gli elementi di rigidità a vantaggio della qualità del servizio, della sua sostenibilità economica e della valenza ambientale per le comunità locali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mirco

    09 Settembre @ 22.14

    Persino i lavoratori di IREN sono contro alla loro azienda...però l'importante è dare contro il Comune e Folli...vero Vercinge & C? Sentite e capite solo quello che vi fa comodo... SABATO 12 SETTEMBRE - ore 16.00 presso Casa Bettola - via Martiri della Bettola 6, Reggio Emilia ASSEMBLEA PUBBLICA PER TUTELARE LAVORATORI E SERVIZIO AI CITTADINI, CONTRO L'APPALTO TRUFFA DI IREN : A seguito della notizia del rinnovo del bando di appalto per la gestione delle servizio di raccolta rifiuti per le province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza da parte della multiutility IREN s'è sollevato nell'ultima settimana una coro di proteste. E non poteva che essere così: tagliando il budget di quasi il 20% IREN mette contemporaneamente a rischio la qualità stessa del servizio di raccolta rifiuti (lautamente pagato dalle tasche dei cittadini), i livelli occupazionali e retributivi e le stesse condizioni di lavoro degli operatori del settore. È perciò necessario rifiutare il criterio del maggior ribasso, che significa peggioramento della qualità del servizio per i cittadini e ostacola il rispetto della legalità sul lavoro, favorendo quei soggetti che non si fanno scrupoli nel fare profitti sulla pelle dei lavoratori e dei cittadini e lasciando addirittura spazio a possibili infiltrazioni della criminalità organizzata nel territorio, come l'inchiesta Aemilia ha reso ormai chiaro a tutti. Come lavoratori e lavoratrici organizzati nell'Ass. Diritti Lavoratori – ADL Cobas siamo assolutamente determinati a non accettare un piano che sacrifichi il destino nostro e dei cittadini che quotidianamente serviamo per logiche di bilancio e profitto. Per queste ragioni riteniamo inaccettabile l'attuale bando di proposto da IREN e diciamo chiaramente che va ritirato e sostituito da uno che non abbia come logica principale il maggior ribasso economico. Se ciò non avverrà saremo costretti a mobilitarci come lavoratori/trici e come cittadini di questa città! Per questo riteniamo necessario discutere con tutta la città come opporsi a questo scempio e invitiamo tutti - comitati cittadini, associazioni ambientaliste, movimenti sociali e singoli abitanti di questo territorio - a partecipare ad un'assemblea cittadina sabato 12 settembre alle ore 16 presso Casa Bettola (via Martiri della Bettola 6, Reggio Emilia). Lavoratori/lavoratrici del servizio raccolta rifiuti IREN – Ass. Diritti Lavoratori - ADL Cobas

    Rispondi

    • Vercingetorige

      10 Settembre @ 11.53

      "ADL COBAS" farebbe meglio a capire quello a cui vorrebbe rispondere ! Il messaggio di Vercingetorige criticava l' assegnazione di appalti al "massimo ribasso" , coi quali il Comune di Parma sta togliendo lavoro e salario a centinaia di famiglie ! ( Vedi assistenza ai disabili , vedi "Media Group"......) . Con questo sistema del "massimo ribasso" si colpiscono gli utenti , visto che , a minor prezzo , si fa inevitabilmente un minor servizio , e, a minor lavoro , corrisponde minor salario , mentre la scusa della "razionalizzazione" è una frottola. . Gli appalti al "massimo ribasso" sono contrari anche all' interesse dei lavoratori che "ADL COBAS" dice di voler tutelare . Se le loro conquiste sindacali sono a favore delle gare al "massimo ribasso" , con due conquiste del genere siamo rovinati ! Però mi sembra che , prima , si scaglino contro Vercingetorige , poi dicano le stesse cose , quindi converrebbe che si schiarissero le idee !

      Rispondi

  • Maurizio

    09 Settembre @ 20.47

    Le varie amps ed amnu saranno state pure delle aziende mangiasoldi ma almeno i servizi c'erano e funzionavano, sul mangiasoldi poi non sai tanto d'accordo, piuttosto erano aziende dove lavoravi facilmente avendo qualche tessera o amicizie ma ripeto, il pronto intervento di luce acqua e gas era degno del nome, la raccolta avveniva direttamente e veniva fatta bene, certo non vi era la differenziata spinta ma almeno tutto era sotto il controllo dell'azienda, non come ora dove la raccolta è appaltata o subappaltata senza regole e senza sicurezza sul lavoro, inoltre ora iren guadagna sulla nostra differenziata e ci fa pagare un servizio con un costo notevolmente maggiorato rispetto ai costi effettivi, cosa peraltro denunciata solo da folli di parma e mari di traversetolo, naturalmente con reazioni diverse per dimostrare che spesso ci sono commenti denigratori a prescindere

    Rispondi

    • Vercingetorige

      10 Settembre @ 11.34

      CI SONO I "COMMENTI DENIGRATORI" QUANDO CI VOGLIONO ! Se Ginetto Mari non li merita , è un merito suo , che altri non hanno, per demerito loro.

      Rispondi

      • Maurizio

        10 Settembre @ 23.07

        Si parla di un singolo argomento, due persone che dicono la stessa cosa però quando parla ginetto mari lo si esalta perchè dice cosa giuste relative agi eccessivi guadagni di iren a spese dei cittadini mentre quando parla folli dicendo la stessa cosa i compagni di partito di mari e i commentatori denigratori gridano allo scandalo perchè a causa del comune di parma e della differenziata del comune di parma (che poi è uguale a quella di quasi tutta la provincia) i costi sono aumentati.... Quì non c'entrano demeriti o meriti è proprio mala fede e distorsione della realtà e dei dati perchè che con la differenziata i costi siano diminuiti è un dato di fatto, che i guadagni per iren è un dato di fatto, che il costo dei rifiuti dei cittadini della provincia di parma siano aumentati e sproporizionati rispetto ai costi sostenuti da iren è un dato di fatto. Ripeto, due persone che dicono la stessa cosa vanno trattati allo stesso modo, non si può travisare la realtà a seconda del partito.......

        Rispondi

  • gigiprimo

    09 Settembre @ 20.47

    vignolipierluigi@alice.it

    In questi giorni sono andato a rivedere le vecchie bollette dell'AMPS. uno, due fogli con gli importi e le scadenze del pagamento e le ho confrontate con le ultime di iren sei, sette o più pagine fitte fitte di numeri e schemi. A parte la semplicità delle prime anche il numero delle pagine e relativo consumo di carta fa pensare a chi decide queste forme di comunicazione?

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      10 Settembre @ 15.35

      Troppe informazioni equivalgono a bollette illeggibili: così fanno finta di rispettare la legge sulla trasparenza, e l'utente non riesce a comparare, rendendosi conto che paga sempre di più... Poi Iren ci racconta che è attenta al cliente...: sì, a come spennarlo!

      Rispondi

  • Paul

    09 Settembre @ 17.57

    Bravo Silvio mi piace molto "5 Stalle". Hanno ridotto Parma ad una pattumieta a cielo aperto. I5 Stalle non vogliono mai fare autocritica e sempre no a presindere. Purtroppo dobbiamo tenere duro ancora e vedrai che riusciranno a fare ulteriori danni .....vedi anche abbassamento di Borgo Romagnosi che non serve a nessuno ,anzi peggiorera' la vita dei residenti.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    09 Settembre @ 16.52

    FOLLI VUOL FARE UNA "PARTECIPATA" PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI , cioè una di quelle Società di proprietà comunale , ma con bilancio separato , che vengono usate come "lettiera dei gatti" per metterci dentro di tutto e di più , vedi SPIP , STT , STU , ecc...INTERESSANTE OSSERVARE CHE IREN DICE DI VOLER SUPERARE LE GARE D' APPALTO AL "MASSIMO RIBASSO" , come quelle che stanno mettendo in mezzo alla strada soci e dipendenti di "Media Group" , la cooperativa che , da anni , gestiva la "reception" del DUC , le segreterie di alcuni assessori , il supporto alle attività culturali , l' "informagiovani" , la "reception" all' Albo Pretorio , e che , con un appalto al "massimo ribasso" , si sono visti portare via nientemeno che il 30 % del lavoro da una cooperativa di Bologna . Di conseguenza , lavorando meno ore , ricevono meno stipendio e ci sono padri di famiglia che si trovano con 500 euro al mese. Per un anno la Cassa Integrazione in deroga coprirà , solo in parte , le perdite , poi andranno a lavare i vetri al semaforo di Barriera Garibaldi . Per quanto riguarda la qualità del servizio , è chiaro che , la scusa della "razionalizzazione" , è una presa in giro : con meno soldi si fa meno servizio . La sola finora , simpatica o antipatica che sia , che si dia da fare a Roma per cercare di superare le storture del "massimo ribasso" , è la Deputata parmigiana del PD , onorevole Patrizia Maestri.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Il caffè? Lo pago con la carta

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

CALCIO

D'Aversa si racconta

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti