15°

28°

tg parma

Calci e schiaffi all'asilo: il video

Ricevi gratis le news
27

Maltrattamenti all'asilo: maestra ai domiciliari . E nel servizio del Tg Parma, il video ripreso dalle telecamere con i maltrattamenti ai bambini

Le indagini - Strattonamenti, ingiurie, schiaffi e calci, affibbiati sistematicamente ai bambini a lei affidati, tutti di meno di tre anni. Sono le accuse che hanno portato agli arresti domiciliari un’educatrice cinquantacinquenne, che deve rispondere di maltrattamenti verso fanciulli dell’asilo nido «S. Allende» del Comune di Collecchio. Il Gip, su richiesta della procura di Parma dopo un’inchiesta dei carabinieri di Sala Baganza, ha portato i militari della compagnia di Salsomaggiore Terme a eseguire l’ordinanza di custodia cautelare.

Le indagini sono iniziate nel maggio 2015 a seguito di una denuncia e gli accertamenti, anche di natura tecnica, hanno permesso di documentare ingiurie e percosse

Genitori - La loro voce sulla Gazzetta di domenica 27

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    29 Settembre @ 11.01

    All'utente Bertozzi: mi auguro che prendano a calci,schiaffoni suo figlio....o suo nipote! calci,schiafofni,ingiurie e offese... come rovinare un bambino! ma perché sono morti i dinosauri????

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      29 Settembre @ 13.17

      Le maestre dei miei figli hanno sempre avuto da parte mia l'esplicito consenso a dare anche qualche sberla, se serviva. Non è stato necessario e non l'hanno mai fatto, forse anche perché i miei figli evidentemente sapevano che non avrei preso aprioristicamente le loro difese, come fanno in tanti. Quanta aria fritta... E i dinosauri non si sono istinti a sberle...

      Rispondi

      • pimpinella

        29 Settembre @ 14.06

        Si tratta di opinioni diverse, i figli i genitori se li gestiscono come meglio credono... qui stiamo parlando di bimbi molto piccoli... Io di sberle ad un piccino così non ne darei...poi questa sono io ed è una mia opinione personale. Rispetto l'opinione ed il pensiero di ognuno di voi...senza voler giudicare nessuno e la metodologia di educazione applicata. Ripeto, questo è quello che io applico...sono per la non violenza a priori.

        Rispondi

      • Filippo Bertozzi

        29 Settembre @ 13.26

        Estinti...

        Rispondi

  • la rivolta di atlante

    29 Settembre @ 08.47

    la rivolta di atlante

    ARGOMENTO NEBULOSO, FORSE L'ERRORE DI BASE È LA PERDITA DI AUTOREVOLEZZA DEGLI ADULTI NEI CONFRONTI DEI BAMBINI E LE CONSEGUENZE DELLA DERESPONSABILIZZAZIONE DEI GENITORI ATTRAVERSO LA ACCETTAZIONE DI QUALSIASI BAMBINO CARATTERIALE. CHI VI SCRIVE È STATO DIMESSO DA UN ASILO NIDO CITTADINO NEGLI ANNI SESSANTA PER TROPPA VIVACITÀ. SEMPLICEMENTE CI VOLEVA UN CONTROLLO PIÙ SERRATO E MENO BLAMDO DOPO 60 ANNI IL BIMBO AGITATO È ANCORA CON LA FEDINA PENALE PULITA E SI È FATTO UNA FAMIGLIA. A VOLTE MI CHIEDO SE FOSSI STATO OBBLIGATO A FREQUENTARE QUELL ASILO, SE NON FOSSE QUELLA LA VERA VIOLENZA. FARE I GENITORI NON SIGNIFICA SCARICARE LA PROLE ALLA SOCIETÀ MA PRENDERE RESPONSABILI DECISIONI TUTTI I GIORNI, QUANTI VERI GENITORI SI VEDONO IN GIRO... POCHI, SOLO DEI SINDACALISTI SUI DIRITTI DEI PROPRI FIGLI.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    28 Settembre @ 23.34

    @jack, pimpinella, lisa: di figli ne ho tre, e capisco forse meglio di altri cosa vuol dire gestirli, anche nei momenti in cui fanno perdere qualsiasi pazienza. sicuramente quel che si vede nel video non deve esser ritenuto prassi educativa, ma neanche può giustificare provvedimenti cautelari, nè un isterico linciaggio mediatico, mi auguro quindi ci siano prove più serie e pesanti. intere generazioni hanno preso qualche sberla a casa come a scuola e non è morto nessuno: adesso, sono tutti bravi a fare gli educatori a parole, e quando i ragazzi crescono non hanno più rispetto per niente e per nessuno.

    Rispondi

  • Gigi

    28 Settembre @ 14.31

    Condivido perfettamente l'opinione del Sig . Bertozzi, da queste immagini vedo solo un'educatrice troppo nervosa...

    Rispondi

    • Jack

      28 Settembre @ 16.28

      Le indagini certo non consentono di pubblicare i video completi, stia tranquillo che se i magistrati fossero stati della sua opinione non avrebbero proceduto, in ogni caso queste mi sembrano più che sufficienti. Il fatto che poi lo faccia quando è sola parla da solo.

      Rispondi

    • pimpinella

      28 Settembre @ 16.25

      Il troppo nervosismo non giustifica, schiaffi, strattonamenti e ingiurie....MAI! Quando si lavora e si ha a che fare con dei bambini e per di più così piccoli chi è troppo nervoso non può e non deve stare a stretto contatto con loro...

      Rispondi

    • LISA

      28 Settembre @ 15.48

      Quindi, Sig Luigi, se il Suo titolare troppo nervoso La prendesse a pedate nel sedere e La strattonasse sul luogo di lavoro, Lei la giustificherebbe, giusto?

      Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    27 Settembre @ 22.40

    So già che mi attirerò un miliardo di critiche, però spero sinceramente che ci siano filmati in cui si vedono cose più serie di quelle del servizio di TV Parma, per far prendere un provvedimento così grave e scatenare le reazioni scomposte di un paese. Se, come si legge nell'articolo del giornale dalle interviste agli stessi genitori, nessuno s'era accorto di niente perché neanche i bambini avevano segnalato disagi o riportato di esser stati maltrattati, forse qui si sta esagerando parecchio. Ripeto: spero ci siano prove più serie, perché di qualche scapaccione e leggero calcio nel sedere, come si vedono nel video, non è mai morto nessuno, mentre adesso i ragazzini (ovviamente più grandi) sono ingestibili proprio perché non hanno mai preso qualche sberla. Poi, gli stessi che qui si scagliano contro la maestra, domani grideranno allo scandalo quando quattro quindicenni insultano, picchiano e sputano all'autista di autobus che li riprende, ma magari sono anche i primi a difendere i propri figli dalle professoresse che ce l'hanno con loro, poverini...

    Rispondi

    • Jack

      28 Settembre @ 13.20

      Bertozzi, cosa vuole, il sangue? Fratture? Ematomi?. Sono bimbi della materna, mica quindicenni. Dove vive? Non è che attira critiche, è che le sue sono considerazioni scellerate. E sono stato gentile.

      Rispondi

    • pimpinella

      28 Settembre @ 10.52

      Sig. Bertozzi, lei è papà?

      Rispondi

    • LISA

      28 Settembre @ 10.40

      Sig Bertozzi, se permette, lo scapaccione a mia figlia, se lo ritengo opportuno, lo do io. Che già è difficile convincere i bimbi ad andare all'asilo (se non fossi costretta, io non la manderei, ma a fine mese i conti bisogna pagarli) se poi deve prendere dei calci del didietro da chi dovrebbe insegnare la reciproca tolleranza e l'amore per il vivere comune, siamo a posto.....

      Rispondi

      • Filippo Bertozzi

        28 Settembre @ 23.55

        qui casca l'asino...: non condivido ma posso capire chi nega qualsiasi forma di punizione corporale. lei invece ammette che magari può capitare, in determinate situazioni, di dover dare uno scapaccione a sua figlia. tipico atteggiamento del genitore italico: se lei l'affida ad un educatore che ritiene capace, dovrebbe anche ammettere che in qualche caso, lo scapaccione glielo possa dare lui. è facile usare concetti astratti come tolleranza e amore, poi però ogni tanto ci si trova in situazioni concrete, nelle quali da questo video non si conoscono gli antefatti, e magari si deve usare un comportamento energico per evitare che degenerino. è troppo semplice pontificare, senza mai essersi trovati a gestire determinate situazioni. e specifico: per quanto si vede dal video; se poi c'è dell'altro, il discorso potrebbe essere diverso.

        Rispondi

      • pimpinella

        28 Settembre @ 12.02

        concordo pienamente con Lisa, noi dobbiamo affidare i nostri figli a delle "educatrici" che, io credo, debbano fare il proprio mestiere molto più per vocazione che per altri motivi. una piccola creatura forse a quell'età non è in grado di comunicare uno stato d'animo o malessere...spesso ce ne si accorge da alcuni atteggiamenti.. sta a noi genitori capire se non sia un capriccio o un atteggiamento di "crescita" del proprio figlio...perché appunto, si spera, che affidandolo ad una struttura "fidata" non possano esserci episodi spiacevoli.

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Il caffè? Lo pago con la carta

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

CALCIO

D'Aversa si racconta

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti