19°

politica e sessismo

Senato: quel gesto osceno che fa discutere

Ricevi gratis le news
3

La maggioranza supera l’ostacolo tanto temuto del primo scrutinio segreto, bocciando un emendamento di Roberto Calderoli con uno divario di 44 voti, anche se l’asticella si è fermata - su questo voto - a quota 160. E per tutta la giornata la maggioranza si è mostrata solida, con risultati numerici tranquillizzanti. Ma un grave incidente in Aula, un gesto osceno attribuito al Senatore verdiniano Lucio Barani, ha creato caos totale in Aula e ha fatto slittare a questa mattina il voto sull’articolo 2 del ddl Boschi, il cuore della riforma, che trasforma l’attuale Senato in una Camera delle Regioni.

Il gesto di Barani (ha mimato un rapporto orale verso la M5S Barbara Lezzi), ha indignato le senatrici di M5S e poi degli altri gruppi. Ma anche provocato l’indignazione di Grasso e Renzi. E sarà oggetto delle valutazioni disciplinari dell’ufficio di Presidenza del Senato, col rischio di pesanti sanzioni. Sin dall’inizio dell’esame delle riforme da parte del Senato, in Aula si sono registrati non solo toni esasperati, ma anche veri e propri insulti, specie da parte dei parlamentari di M5S, verso i senatori di maggioranza, cosa di cui si è lamentato Enrico Buemi con il presidente del Senato Grasso.
Per non parlare dei punzecchiamenti della Lega verso i senatori di Ala, il gruppo di Denis Verdini: dal lancio di banconote, ai cartelli esposti oggi. E’ in questo clima che Barani, capogruppo di Ala, ha fatto un gesto osceno che ha indignato Barbara Lezzi e Paola Taverna («porco, maiale», ha gridato). Barani ha detto di averlo fatto verso il senatore della Lega Nunziante Consiglio, ma egli è stato accusato di averlo rivolto a Lezzi.

L’indignazione ha toccato altre senatrici di altri gruppi che hanno visto il gestaccio, da Erika Stefani, a Cinzia Bonfrisco e Valeria Fedeli. Grasso ha prima sospeso l’aula brevemente, e poi ha convocato per lunedì prossimo l’ufficio di presidenza per esaminare i filmati e eventualmente sanzionare Barani, che ha evitato di ripresentarsi in Aula per allentare la tensione. Peraltro, anche su sollecitazione di Paolo Romani (FI), i lavori sono ripresi all’insegna di un clima di fair play pur nel dissenso sui contenuti della riforma.
L’incidente ha bloccato di fatto per un ora l’esame degli emendamenti, il che ha impedito l’approvazione dell’articolo 2, con l’emendamento di Anna Finocchiaro che recepisce gli accordi nel Pd e nella maggioranza, che prevede la legittimazione popolare dei futuri consiglieri regionali-senatori. Il voto ci sarà questa mattina.
Ma la maggioranza ha proceduto comunque per tutta la giornata in modo coeso, sin dalla mattina quando è stato bocciato un emendamento che sopprimeva l’articolo 2 e che, come ha spiegato Finocchiaro, avrebbe fatto cadere l’intera riforma: 176 i «no», 120 sì e 4 astenuti. E l’asticella della maggioranza assoluta (161) è stata sempre superata, tranne in un voto nel pomeriggio.
Superato poi un altro ostacolo che intimoriva il governo, vale a dire un voto a scrutinio segreto su un emendamento di Roberto Calderoli sulle minoranze linguistiche. Il ministro Maria Elena Boschi ha sdrammatizzato il passaggio rimettendosi all’aula (cioè non esprimendo un parere negativo); nonostante il gruppo delle Autonomie avesse annunciato il voto favorevole, l’emendamento è stato bocciato con 160 «no» e 116 Sì; in ogni caso uno spread di 44 voti salutato con soddisfazione dal vicecapogruppo del Pd Giorgio Tonini e anche dal premier Matteo Renzi.
Da segnalare poi il travaglio di Forza Italia: alla riunione c’è chi come Augusto Minzolini ha proposto l’Aventino, e chi, come Riccardo Villari, ha invitato a votare la riforma, poter poi trattare sulle modifiche all’Italicum.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giulio

    03 Ottobre @ 15.48

    Bravo Lucio. Comunque meglio a Roma da maleducato che ad Aulla a far dei danni.

    Rispondi

  • Francesco

    03 Ottobre @ 13.13

    brundofrancesco@libero.it

    Ecco da chi siamo amministrati, da dei maiali, il Sen Barani quel gesto lo vada a fare a sua madre e alla madre del Sen Grasso, che lo ha lasciato inpunito. per vedere se sono contente ! Chiedano scusa o si dimettano tutti e due, tanto valgono ben poco, non ci perdiamo nulla.

    Rispondi

  • Biffo

    03 Ottobre @ 12.08

    Questi sono i nostri governanti, non c'è da stupirsi. Al senatore(!), Barani non verrà torto un capello; al massimo, verrà estromesso per una giornata, mentre fuori dal Palazzo, tutti gli daranno pacche sulle spalle, ridendo a crepapancia, per quel suo gesto da osteria.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma - Entella 3 - 1: fai le tue pagelle

10' GIORNATA

Parma-Entella 3-1: fai le tue pagelle

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

6commenti

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

30commenti

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

Foto del lettore Andrea

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

1commento

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

FORMULA 1

Hamilton trionfa: le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen sul podio

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro