10°

22°

il caso

Busker cacciato, polemica. Sindaco: "Benvenuti ma..."

Ricevi gratis le news
117

E' diventato subito un caso: già in via Cavour, quando i parmigiani che erano lì intorno hanno "difeso" Valerio Papa Guitar rispetto alle richieste dei vigili urbani. E poi sui social, con il video della diretta postato dallo stesso artista di strada che ha ricevuto una pioggia di visualizzazioni e di commenti di sostegno.

I fatti: il musicista stava suonando in via Cavour, quando due agenti della municipale si sono avvicinati intimandogli di spegnere tutto pena il sequestro della sua strumentazione. Lui sui è pacatamente ribellato, citando l'assenza di qualsiasi normativa nel regolamento comunale. Ma non c'è stato verso di far cambiare idea agli agenti: "Lo ha stabilito il Comune ed è legge", dice a un certo punto un agente.

Peccato che ci siano grossi dubbi su quella "legge"... che prevedrebbe invece di poter restare entro le 5 ore sul suolo pubblico.

"Oggi dal comune di Parma mi hanno inviato il regolamento cosap ,- scrive su Facebook Valerio Papa Guitar - 
''ART. 15 – Occupazioni per l’esercizio di arti e mestieri girovaghi
1. E' consentito l'esercizio di arti e mestieri girovaghi (cantante, suonatore, saltimbanco,
declamatore e simili) su suolo, aree e spazi pubblici, per un massimo di cinque ore
consecutive, senza l’autorizzazione comunale di pubblica sicurezza e di occupazione del
suolo pubblico.
2. Resta fermo che, in ogni caso, è vietata l’occupazione in modo temporaneo o permanente
di marciapiedi, portici o di suolo, aree e spazi pubblici qualora, anche a causa del
radunarsi di più persone che osservano od ascoltano le esibizioni, sia ostacolata o
impedita la libera circolazione in sicurezza.''



Ma l'agente lo ha tradotto in : ''E' VIETATO SUONARE.''

"Caro Poliziotto che interrompi gli artisti di strada, ho delle domande per te:

-Perchè ti accanisci contro chi lavora senza neanche conoscere il regolamento della tua città?
-Perchè tiri fuori regole che non esistono?
-Con quale coraggio in mezzo a migliaia di abusivi che VENDONO merce illegale vieni a fermare me?
-Lo fai solo perchè te lo hanno ordinato o non hai altro da fare e ti senti figo con la divisa?
-Se lo fai solo perchè te lo hanno ordinato, riesci a dormire la notte sapendo che il tuo lavoro consiste nell'ignorare i problemi veri e far finta di essere utile facendo cose a caso?

Spero che un giorno qualcuno possa venire da te a inventarsi delle regole per impedirti di fare il tuo lavoro."

Intanto la solidarietà via social ha preso anche una forma più concreta: la creazione dell'evento di sabato prossimo alle 16 "Suonare in massa per le strade di Parma per vedere se riescono a cacciarci tutti".

Un altro gruppo ironizza sulla presenza di pusher a San Leonardo, un modo per fare intervenire le forze dell'ordine? "Dare ai pusher degli strumenti".

Il sindaco: "I musicisti di strada sono benvenuti, ma ci sono regole" (Guarda il video del commento di Pizzarotti)

Il Comune: "Polemica inutile"

Il Comune è intervenuto sulla vicenda con una nota ufficiale

Alle ore 18 circa, domenica 4 ottobre, gli agenti della Polizia Municipale di Parma sono intervenuti in via Cavour su segnalazione telefonica registrata, pervenuta alla centrale operativa da un residente che lamentava il disturbo prodotto dalla musica ad alto volume proveniente da un impianto acustico dalla stessa strada.
Lì hanno riscontrato la presenza di un musicista che stava proponendo la sua esibizione con la chitarra, avvalendosi di un amplificatore, ad un volume tale da arrecare disturbo ai residenti nella zona.
Gli agenti hanno chiesto al musicista se era in possesso di autorizzazione e - riscontrando che ne era privo - lo hanno invitato a cessare il concerto, procedendo all'identificazione dell'interessato, che invocava l’errata applicazione del regolamento COSAP, che, a suo dire invece, avrebbe consentito l’attività in oggetto.
In realtà il Regolamento COSAP fa riferimento ad attività di occupazione di spazi pubblici senza l’utilizzo di strumentazioni di diffusione sonora. Nella fattispecie l'artista di strada non si limitava a suonare la chitarra, ma utilizzava sistemi di amplificazione e quindi, in questo specifico caso, si deve fare riferimento al Regolamento sulle attività rumorose, alla stessa stregua di quanto accade per i locali e per i concerti in spazi aperti o interni non insonorizzati.
L’operatore della Polizia Municipale, menzionando un nuovo regolamento, si riferiva proprio al Regolamento sulle attività rumorose, modificato da ultimo a gennaio di quest’anno, con deliberazione del Consiglio comunale n. 1 del 20 gennaio 2015 che si applica quando si fa uso di strumenti di amplificazione.
Riassumendo, il piccolo spettacolo con amplificazione sonora tenuto domenica pomeriggio in via Cavour andava regolarmente autorizzato ai sensi dell’articolo 10 comma 4 del Regolamento sulle attività rumorose. Non essendo autorizzato gli agenti operanti hanno correttamente fatto cessare lo spettacolo abusivo e hanno ritenuto, date le circostanze e il clima creatosi, di non procedere nell’immediato con la verbalizzazione, riservandosi di redigere il verbale in tempi successivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Eddard

    08 Ottobre @ 11.10

    castamerains@gmail.com

    Lui fa i regolamenti (idoti) ma non si rende conto che alle prossime elezioni, quando si troverà costretto a dover campare strimpellando uno strumento per strada arriverà lo stesso "vigilantes" da lui "formato" e lo caccerà malamente dal marciapiede… chi semina raccoglie, sempre.

    Rispondi

  • Pärma e po pu

    07 Ottobre @ 18.02

    Leggendo i commenti ho capito che: 1) Ci sono grandi problemi, per quasi tutti, a comprendere il contenuto di due righe di testo.Si spiega più volte cosa dice il regolamento, ma non ci si sforza di capire e si continua a dire l'esatto contrario.Esempio:per suonare con amplificazione, occorre per forza autorizzazione.Commenti:e le 5 ore di permesso..?...ma avevano il fonometro...? 2) Ci si schiera sempre dalla parte di chi rompe i coglioni, così, per sport.Perchè uno che suona strumenti amplificati sotto casa della gente senza autorizzazione è un rompicoglioni. 3) Perchè non si occupano dei pusher e delle prostitute, invece di pensare a gente che non fa male a nessuno?In pratica, ubi maior...ma non funziona così.Occorre agire nei confronti degli uni e degli altri.Senza tenere in considerazione che per combattere problemi quali droga e prostituzione occorrerebbe il pugno di ferro...e poi chi vi sente tutto il giorno a urlare "fascisti !!"? 4) I più indignati, da domani, cominceranno a tempestare vigili e comune di telefonate per denunciare reati e malcostume...e dove è la novità?C'è gente che lo fa da anni, come il sottoscritto, che non sventola come tutti voi la bandiera di tolleranza e menefreghismo.E' già tardi per fare quello che volete fare, la città è già spazzatura.E non è colpa dei politici, di cui non mi curo perchè è tutto tempo perso...ma vostra.A pensare sempre che non è compito vostro, a pensare che ci pensa qualcunaltro, che è meglio non impicciarsi...che è meglio tollerare, che ci sono cose peggiori.Vi meritate sacchi della spazzatura abbandonati ovunque, gente che orina e suona per strada, pusher che spacciano, prostitute che battono, parchi sporchi, maleducazione diffusa...Invece di indignarsi, di sparare sempre a zero sugli altri, occorre imparare un po' di senso civico, occorre crescere e cominciare a fare gli adulti.Mi sembra invece di vederne pochi di adulti, mi sembra di leggere le frasi di un mucchio di adolescenti, che, se veramente fossero, sarebbero tollerabili.Ma il fatto è che siete tutti adulti non cresciuti, disposti a cagnara e festicciole, alla tolleranza a prescindere, alla polemica con lo stato e le istituzioni a prescindere, come se fossero sbarcate da un altro pianeta, e non votati da gente che è adulta solo anagraficamente.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Ottobre @ 23.09

      Concordo su tutto, però il punto qui mi sembra anche un altro: il regolamento in oggetto è stato usato come giustificazione a posteriori, come scusante ad un atteggiamento sbagliato. Altrimenti, sarebbe bastato spiegare che il problema era l'amplificazione, che bastava spegnere, e tutto era risolto senza minacce da sceriffi o da "lei non sa chi sono io". Si sarebbe evitata una figura pessima, aggravata da una difesa d'ufficio posticcia.

      Rispondi

  • Labandieraitaliana

    07 Ottobre @ 14.35

    Non voglio assolutamente difendere i vigili perché l atteggiamento tenuto non mi é per niente piaciuto e secondo me non é stato consono alla divisa, detto questo il musicista non era in regola né col regolamento comunale né con quello del Tulps citato dal ragazzo (vedi comme 2). Basta leggere bene le cose e non essere faziosi per arrivarci. Rimane comunque da rivedere il comportamento degli agenti che credo sia il vero motivo della sollevazione popolare e della polemica che si é creata. Poi lasciamo perdere la risposta di Pizzarotti al Tg di ieri sera che é meglio!

    Rispondi

  • Giuseppe

    07 Ottobre @ 11.23

    Un Comune che scrive regolamenti a raffica, uno più demenziale dell'altro, che nemmeno lui stesso rispetta (vedi il caso degli spettacoli in Piazza Duomo o quello del referendum per gli asili) e che usa come arma contundente contro i cittadini, considerati come bestie da vessare, da parte di dipendenti pubblici a misura di quest'amministrazione (dipendenti che avrebbero bisogno di passare qualche anno nel privato....)

    Rispondi

    • giorgiop

      07 Ottobre @ 12.18

      giorgiop

      ecco...bravo...l'ultima riga me l'hai tolta dalle dita. Ti dico di più: qualche anno ? ma quelli lì dopo un mese di privato vanno in esaurimento per 180 giorni a carico dei contribuenti !! Ti dico ancora di più in certe aziende non durerebbero nemmeno quindici giorni. E devo finirla qui sennò G.B. mi censura di brutto.

      Rispondi

  • Andreaparma

    07 Ottobre @ 10.26

    Ricordo quando quando un vigile diede la multa ad una enoteca poiché erano stati gettati rifiuti presso lo Spip (lontanissimo dalla sua sede) per il semplice motivo che sul cartone compariva il suo marchio. Se avessero usato un cartone della Fiat avrebbero multato Marchionne? Il fatto è che questi amministratori, oltre a dimostrare enormi limiti, si fanno sbeffeggiare da dipendenti comunali che applicano alla lettera disposizioni concepite malissimo. E speriamo che il PD alle prossime comunali presenti un candidato di livello.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

Calcio

Parma, cambia il modulo?

Contro l'Entella il tecnico D'Aversa potrebbe apportare qualche modifica al disegno tattico dei crociati

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

BEDONIA

Telecamera a caccia di meteoriti

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

Moto

MotoGp, Marquez leader nelle libere 1 in Australia

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto