15°

29°

il caso

Festival Verdi finanziato per legge: battaglia a Roma

Ricevi gratis le news
2

Inserire anche il Festival Verdi tra i festival riconosciuti e finanziati a livello nazionale dalla legge 238 del 2012. È questo l'obiettivo dell'emendamento alla legge di stabilità depositato dalla senatrice del gruppo misto Maria Mussini (ex 5 stelle) e presentato oggi al Senato, alla presenza del sindaco Federico Pizzarotti, dell'assessore alla Cultura Laura Ferraris e del direttore generale della Fondazione Teatro Regio Anna Maria Meo. L'iniziativa è appoggiata da tutti i gruppi politici in Senato, tranne il Movimento 5 Stelle. 

"L'esclusione di questa manifestazione internazionale dalla cosiddetta legge dei festival - ha detto la Mussini - è un grave elemento di delegittimazione per una personalità che ha dato lustro all'Italia". Riuscire nell'impresa, ha osservato il primo cittadino, significherebbe "utilizzare al meglio i nostri asset e i nostri tesori, che non sono solo legati all'agroindustria ma anche alla musica". 

Il comunicato del Regio
Si è svolta oggi, oggi alle 15, nella Sala Nassirya di Palazzo Madama a Roma, la conferenza stampa #rinVerdiamoilfestival, sull’iniziativa legislativa promossa dalla Senatrice Maria Mussini, che, nell’ambito del disegno di legge n. 2111 «Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016), mira a includere il Festival Verdi tra i festival contemplati dalla legge 20 dicembre 2012 n. 238 per il sostegno e la valorizzazione dei festival musicali e operistici italiani di assoluto prestigio internazionale. Alla conferenza stampa hanno preso parte la Senatrice Maria Mussini, Vicepresidente del gruppo Misto, Federico Pizzarotti, Presidente della Fondazione Teatro Regio di Parma e Sindaco di Parma, Laura Maria Ferraris, Assessore alla Cultura del Comune di Parma, Anna Maria Meo, Direttore generale della Fondazione Teatro Regio di Parma.

“Il Festival Verdi è ancora in attesa di ricevere piena cittadinanza tra le manifestazioni riconosciute e finanziate dalla normativa nazionale sui festival (la 238 del 2012) e ciò non è più accettabile. La manovra economica, quindi, è l'occasione giusta per rimediare e rinverdire, finalmente, la manifestazione intitolata a uno dei più grandi operisti e uomini di cultura del Paese”. La senatrice Maria Mussini illustra così i suoi emendamenti alla Legge di stabilità. “Al di là dei pur importanti finanziamenti economici, l’esclusione di questa manifestazione internazionale dalla cosiddetta “legge dei festival”, infatti, è un grave elemento di delegittimazione per una personalità che ha dato e continua a dare lustro all'Italia. Proprio in linea con la convinzione che ha questo governo riguardo al ruolo centrale della Cultura per il nostro sistema Paese, non possiamo permetterci di perdere altro tempo. L'enorme potenziale che l'Italia ha a disposizione non deve essere più sprecato. A cominciare dall'inesauribile eredità che ci ha lasciato Giuseppe Verdi, il compositore più eseguito al mondo”.

“Sostenere il Festival Verdi è sostenere il rilancio dell'immagine del nostro Paese a partire dalla cultura - dichiara Federico Pizzarotti, Presidente della Fondazione Teatro Regio di Parma e Sindaco di Parma. Noi abbiamo scelto di farlo attraverso un processo di risanamento del Teatro Regio di Parma e l'aumento delle relazioni internazionali, a partire dall'ingresso nel circuito di Opera Europa. Nessuno può sentirsi escluso da partecipare all'ottenimento di un riconoscimento che non ha un colore politico ma rappresenta un valore aggiunto per tutta la Nazione. Siamo convinti che il grande lavoro che si sta facendo per stimolare tutti a sentirsi custodi e mecenati del patrimonio non potrà non vedere la condivisione di questa richiesta dal Governo. Abbiamo iniziato dal bicentenario nel 2013 e crediamo sia giunto il momento”.

“Un provvedimento legislativo a favore del Festival Verdi, atteso da anni, sarebbe un grande risultato in termini di certezza e continuità per rendere meno difficoltosa una programmazione che deve finalmente diventare pluriennale, elemento imprescindibile per un rilancio del Festival a livello internazionale - dichiara Anna Maria Meo, Direttore generale del Teatro Regio di Parma. È un obiettivo per noi prioritario che siamo certi potrebbe inoltre facilitare l'adesione al progetto da parte di sostenitori privati per i quali l'assenza di un esplicito riconoscimento da parte dello Stato costituisce un vulnus che è tempo di superare. Siamo oggi qui perché convinti che questo riconoscimento sia dovuto all’uomo, all'artista e all'opera verdiana.

“Verdi è esempio dell’unicità italiana che sa diventare universale – ha dichiarato Laura Maria Ferraris, Assessore alla Cultura del Comune di Parma. Riconoscere il valore di Festival Verdi a livello nazionale è la necessaria e indispensabile legittimazione che consentirà di farlo evolvere attraverso la continuità e la sicurezza di prospettiva. Si tratta di riconoscere la rilevanza strategica della cultura come leva per innescare percorsi virtuosi che possano sviluppare conoscenza, attrattività con indubbie ricadute turistiche ed economiche”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Parma

    11 Novembre @ 18.41

    Ma è vero che i 5s non appoggiano questo emendamento? E Pizzarotti cosa ne pensa dei suoi che lo ignorano? Mah, se è vero è l'ennesima conferma che Pizzarotti non fa più parte dei 5 stelle.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti