15°

29°

germania

Immigrazione: pugno duro della Merkel. Colonia blindata, parlano le vittime

Ricevi gratis le news
2

Colonia blindata si prepara ad un pomeriggio ad alta tensione, con due manifestazioni, a seguito delle aggressioni della notte di Capodanno contro le donne. Da un lato i militanti del movimento anti-islamico Pegida e del partito di estrema destra "Pro Koehln", dall’altro le organizzazioni anti-razziste. Schierati 1700 agenti di polizia con automezzi blindati. Nell’ambito delle proposte per leggi e pene più dure nei confronti degli immigrati che Angela Merkel ha presentato oggi c'è l’ipotesi che i profughi possano perdere il diritto d’asilo in caso di reati, anche quelli in cui è prevista condizionale.

Pugno duro della Merkel

Nell’ambito delle proposte per leggi e pene più dure nei confronti degli immigrati (dopo le molestie di capodanno a Colonia - leggi) che Angela Merkel ha presentato oggi c'è l’ipotesi, avanzata nel documento finale del seminario della Cdu, che i profughi possano perdere il diritto d’asilo in caso di reati, anche per quelli in cui è prevista la condizionale. Meccanismo che permetterebbe di accelerare le espulsioni dei colpevoli.

Manifestazioni contrapposte a Colonia

E’ iniziata la manifestazione di Pegida (movimento politico tedesco antislamista) a Colonia, con i partecipanti che sono stati fatti sfilare dalla polizia lungo un cordone protetto e indirizzati nella parte della Breslauer Platz (la piazza sul lato nord della stazione centrale) a loro riservata. Secondo stime della polizia, i manifestanti sarebbero circa 450. Il clima è molto teso.
Di fronte, divisi da transenne e poliziotti, i dimostranti della sinistra e dei gruppi anti-razzisti. Sempre secondo una stima della polizia, sarebbero 1.300. La presenza di manifestanti contrapposti è in Germania una consuetudine, ma la tensione oggi tra i due fronti è palpabile, dopo le violenze di Capodanno a Colonia. Nonostante provocazioni reciproche fra i due campi, al momento non si registrano scontri.
Il clima è tuttavia molto aggressivo, soprattutto sul lato dei manifestanti di Pegida. Fitto sventolio di bandiere nazionali tedesche, slogan contro Angela Merkel ("deve andare via") di cui i manifestanti criticano con toni molto accesi la politica sui migranti. «E' la peggiore cancelliera dopo Adolf Hitler», ha gridato un dimostrante al microfono.
«Resistenza, resistenza» è un altro slogan molto scandito. Dal podio, gli oratori che si susseguono accusano gli immigrati musulmani di «importare» abidudini legate alla sharia e di non avere rispetto per le donne. «I profughi sono invasori in guerra contro di noi e secondo quel che si dice violentano le nostre donne e i nostri bambini», ha detto un oratore al microfono.

toni dal palco di Pegida si fanno sempre più estremi. Un esponente della Pegida britannica ha detto: «l'islam è il cancro, Pegida la cura» e ha raccolto un lungo applauso concludendo «questa è la Germania non l'Afghanistan». La folla grida ripetutamente «espulsioni, espulsioni». Gli organizzatori contestano i dati della polizia (che stima 450 partecipanti) e parla di 3000 presenze. Testimoni della tv regionale Wdr dicono che la piazza si sia comunque riempita nel corso degli interventi. Sempre secondo osservatori, alla manifestazione di Pegida sono presenti diversi rappresentanti di 'Hogesà, il gruppo 'Hooligans contro i salafistì legato agli ultras del calcio che il 26 ottobre 2014 a Colonia si scontrò con la polizia durante una dimostrazione contro i salafisti.
La polizia è presente in forze con vari mezzi, oltre a blindati anche con cannoni d’acqua, con centinaia di uomini a cavallo, mentre un elicottero sorvola continuamente la piazza dove si stanno svolgendo le due manifestazioni. Anche grazie a questa presenza massiccia (1700 agenti della polizia di Colonia più centinaia di agenti della polizia federale) la situazione è tenuta finora agevolmente sotto controllo e i due gruppi, separati da transenne, poliziotti e una zona cuscinetto, non sono venuti in alcun modo in contatto.

Terminati i discorsi dal palco, i militanti di Pegida hanno iniziato a sfilare in corteo. E’ il momento più delicato. Il gruppo più animato sembra essersi preso la testa del corteo. Scandisce lo slogan «Deutschland Hooligans», intonando cori da stadio. Sono scoppiati un paio di petardi, la polizia ripete dagli altoparlanti appelli alla calma, a evitare atteggiamenti aggressivi e chiede ai manifestanti di distanziarsi dagli elementi più esagitati.

Il racconto di una delle vittima

Il racconto di alcune delle donne molestate, aggredite e derubate la notte di Capodanno a Colonia alla televisione tedesca N-TV. Busra A, Evelin M e una ragazza che ha voluto restare anonima ricordano quei terribili momenti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Serafino

    10 Gennaio @ 16.34

    Pugno duro della Merkel ? Cos´é una barzelletta ! Ha fatto entrare vagonate di incivili nel suo paese e adesso fa la dura con quattro gatti.

    Rispondi

  • rradamess

    09 Gennaio @ 17.54

    Finora l' unico a pagare è stato il capo della polizia di Colonia. Chi invitava clandestini in Germania (la Merkel) e chi li accoglieva a braccia aperte come la sindaca di Colonia (quasi, perchè è impossibile essere come la presidenta, una Boldrini ai crauti) sono ancora saldamente al loro posto.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Nada con A toys orchestra

musica

Nada a Parma con A toys orchestra

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

2commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

18commenti

METEO

Arriva una nuova ondata di caldo africano

Già finita tregua, da mercoledì temperature tornano sopra media

1commento

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

usa

Scontro fra treni a Filadelfia, 33 feriti

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

Usa

Quando la "diva" Luna oscura totalmente il sole  Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti