-0°

12°

rintracciato

Panico a Termini: "Era un fucile per mio figlio"

Ricevi gratis le news
6

E’ stato rintracciato dai Carabinieri l'uomo che ieri sera portando con sè un fucile giocattolo ha suscitato allarme alla stazione Termini di Roma. Si tratta di un pizzaiolo di 44 anni, residente a Roma, separato, che ogni settimana si reca ad Anagni per incontrare il figlio al quale aveva comprato il fucile giocattolo. L’uomo è stato identificato e sarà ascoltato dai carabinieri. L’uomo è stato rintracciato a casa dei genitori dove si era recato per portare il fucile giocattolo al figlio. L’abitazione dei genitori del 44enne si trova nei pressi dello stabilimento della Marangoni, vicino ad Anagni, dove alcuni testimoni avevano visto scendere dal treno l’uomo con la finta arma.

"Tanto clamore solo per aver portato un’arma-giocattolo da regalare a mio figlio". Queste le parole che avrebbe pronunciato il pizzaiolo di 44 anni rintracciato oggi ad Anagni (Frosinone), dopo l’allarme causato ieri sera alla Stazione Termini a Roma. L'uomo si trova ancora nella caserma della Compagnia di Anagni, dove è stato sentito dal capitano Giovanni Camillo Meo dei carabinieri. Poche le parole pronunciate dal quarantenne che, secondo quanto si apprende, non pensava che quel fucile-giocattolo da portare in regalo a suo figlio (che vive ad Anagni con i nonni) avrebbe creato una situazione di forte allarme.

Panico alla stazione Termini

Panico alla stazione Termini di Roma. L'incubo terrorismo e lo spettro di Parigi in serata si sono impadronite della Capitale, quando è stato segnalato un uomo armato di fucile che si aggirava nello scalo romano. Gente che scappava in preda al panico, forze dell’ordine che hanno evacuato la stazione e cominciato a setacciare i binari, bloccato alcuni treni, ma dell’uomo nessuna traccia.
Verso le 21 quell'uomo con il cappellino e l’arma in mano era stato bloccato da un carabiniere su un treno in prossimità di Anagni perchè aveva un’arma giocattolo con tanto di tappo rosso, ma poi era stato lasciato andare dal momento che la circostanza non era stata collegata con l’allarme e la evacuazione della stazione Termini. I carabinieri ora sono impegnati in ricerche in tutta la zona del Frusinate. Si tratterebbe di un italiano di 40 anni, con problemi comportamentali, uno «sbandato», «un barbone» lo ha definito uno degli investigatori. E l’arma era palesemente un’arma giocattolo con tanto di tappo rosso.

La segnalazione nella Capitale è arrivata alle 19:21 alla Polizia Ferroviaria e subito è stato predisposto il piano sicurezza con l’evacuazione della stazione Termini. Molti passeggeri della metro hanno telefonato dicendo che un uomo con un cappellino bianco stava camminando all’interno del principale scalo ferroviario della Capitale imbracciando un fucile. Subito è stata fatta evacuare la stazione con decine di persone che scappavano terrorizzate e i negozianti all’interno del centro commerciale che tiravano giù in fretta e furia le serrande. "Abbiamo davvero avuto paura e sono stati momenti terribili - hanno raccontato alcuni commercianti - siamo scappati senza neanche chiudere il registratore di cassa».
La metro, sia la linea A sia la B, hanno continuato le loro corse, mentre alcuni treni ferroviari sono stati bloccati. In pochi minuti la stazione si è riempita di forze dell’ordine. Carabinieri, polizia, esercito, armi in mano, hanno organizzato una vera e propria caccia all’uomo, ma lui sembrava essersi volatilizzato. Aveva però lasciato una traccia, la sua immagine era stata immortalata dalle telecamere interne alla stazione: cappellino bianco, giubbotto azzurro ed un fucile in mano. E così i controlli sono proseguiti anche sui treni.

Nel frattempo l’uomo era stato bloccato sul treno da un carabiniere dei Nas libero dal servizio e dal capotreno. Ma poi visto che si trattava di un’arma giocattolo lo ha lasciato andare. Ma quando il militare ed il capotreno sono arrivati alla stazione di Anagni (Frosinone) hanno saputo della caccia all’uomo e vedendo alcune fotografie delle telecamere lo hanno riconosciuto.
La notizia del controllo e della non pericolosità dell’uomo e dell’arma, nel frattempo, avevano fatto cessare l’allarme a Termini e la situazione era lentamente tornata alla normalità: i passeggeri erano stati fatti rientrare, i negozianti aveva ripreso possesso dei loro negozi ed i treni erano stati fatti nuovamente partire. Ora, ad Anagni e in tutta la provincia di Frosinone continua la caccia all’uomo che rischia una denuncia per procurato allarme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    26 Gennaio @ 20.42

    Questo episodio rivela due cose: la prima, è che se uno vuole fare una strage con un'arma vera, non c'è modo di fermarlo, per quanta polizia o soldati ci siano in giro; la seconda, in che stato di isteria collettiva ci hanno fatto piombare, dall'11 settembre in poi.

    Rispondi

  • StefanoC

    26 Gennaio @ 17.24

    Io per queste frasi "Si tratterebbe di un italiano di 40 anni, con problemi comportamentali, uno «sbandato», «un barbone» lo ha definito uno degli investigatori. E l’arma era palesemente un’arma giocattolo con tanto di tappo rosso." farei partire raffiche di querele a tutti i giornali. Definire uno sbandato un amorevole padre di famiglia, che ha sbagliato a non tenere il fucile nella custodia, ma che lo portava con regolare tappo rosso, è davvero cattivo. ed è il secondo caso del genere, dopo quello di Natale che aveva il fucile senza tappo rosso.

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    26 Gennaio @ 16.29

    la rivolta di atlante

    MA FATELO RICOVERARE.... PER IDIOZIA CONCLAMATA. IL CERVELLO È FINITO NELL'IMPASTO DELLA 4 STAGIONI.

    Rispondi

    • gherlan

      27 Gennaio @ 11.19

      i deficienti che invece se la sono fatta sotto vedendo un innocuo giocattolo (il tappo rosso era evidente) cosa facciamo? li abbattiamo direttamente?

      Rispondi

      • la rivolta di atlante

        28 Gennaio @ 03.03

        la rivolta di atlante

        SAI CHE MI FIDO DI UN TAPPO ROSSO ............ PRIMA GLI SPARO E POI GLI CHIEDO PERCHE' NON LO HA FATTO INCARTARE IN CARTA REGALO E UN BEL FIOCCHO ....

        Rispondi

  • Bastet

    26 Gennaio @ 15.45

    ...e si che il tappo rosso si vede,eh?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La musica non c'è in 23 versioni - I Masa

musica

"La musica non c'è" nelle 23 versioni dei Masa Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Biondo e Filippo riammessi nella scuola di Amici

televisione

Biondo e Filippo riammessi nella scuola di Amici, espulso Nicolas

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Nigeriano arrestato per detenzione materiale pedopornografico

(foto d'archivio)

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

Criminalità

Borseggi, la paura viaggia sull'autobus

4commenti

FIDENZA

Voleva suicidarsi con una bombola di gas in auto: i carabinieri arrivano in tempo

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

VIABILITA' E BUROCRAZIA

Strade pronte, ma restano chiuse

2commenti

LA STORIA

Aurora, 18enne con disabilità: «Nessun sogno è precluso»

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

SALUTE

Un test del sangue per otto tipi di tumore

Ko a Cremona

Anno nuovo, Parma vecchio

2commenti

Animali

«Delon sbaglia: non si uccide il proprio cane»

2commenti

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

10commenti

SERIE B

Cremonese-Parma 1-0: crociati sconfitti a pochi minuti dalla fine sotto gli occhi di Lizhang Foto Video

Nel primo tempo squadre equilibrate, poi i crociati calano. La Cremonese aumenta il pressing e fa gol con Cavion

9commenti

DIARIO DELLA TRASFERTA

"Tutti a Cremona!": quasi 2mila tifosi da Parma Foto Video

Uno dei pullman ha qualche problema al motore in autostrada ma riesce a raggiungere lo stadio di Cremona. Molti tifosi in auto

APPENNINO

Escursionisti in difficoltà per il ghiaccio: due interventi del Soccorso Alpino sul Marmagna

In salvo due 29enni toscane e due uomini del Parmense. Appello del Saer: "Usate l'attrezzatura adatta"

PARMA

Scontro fra due auto in via Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

INCIDENTI

Auto finisce contro un muro, morto 35enne nel Reggiano

SPORT

SCI

Schnarf, il podio che non t'aspetti

SERIE B

Cremonese-Parma 1-0: gli highlights della partita Video

SOCIETA'

Turismo

Venezia, 1.100 euro di conto per 4 bistecche e una frittura di pesce

1commento

LA PEPPA

La ricetta della domenica - Quiche di carciofi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"