-2°

tg parma

L'omicidio stradale ora è legge

Il commento dell'Associazione famiglie vittime della strada

Ricevi gratis le news
1

Arriva la legge sull'omicidio stradale. Il testo, ormai arrivato alla quinta lettura, è stato approvato dall'Aula di Palazzo Madama ed è quindi legge. L'Aula ha detto "sì" al voto di fiducia chiesto dal governo sul ddl per l'omicidio stradale. I voti a favore sono stati 149, 3 i contrari e 15 gli astenuti. Il commento di Tonino Morreale, presidente dell'Associazione famiglie vittime della strada.

"Omicidio stradale": ecco che cosa cambia (leggi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nicola Martini

    03 Marzo @ 21.45

    L'inserimento di un reato specifico non mi convince, sebbene sia chiesto a gran voce da anni. La Norma in vigore sinora, a mio modesto avviso, era già di per sè adeguata. I punti di debolezza della nuova Legge rischiano di essere svariati a partire da pene che non possono essere adeguatamente modulate. Una Norma che rischia di condurre in carcere quasi sempre, indipendentemente dalle circostanze, per quanto possa far piacere ai più non può definirsi adeguata. Draconiana probabilmente sì, adeguata certamente no. L'incidente mortale è una disgrazia che può capitare un po' a tutti circolando per strada. Il fatto che il reo debba finire per forza in carcere, o quasi, ad esempio con un tasso di alcool nel sangue di 0,9 g/l pare giocoforza un'esagerazione, e non perchè si voglia sottostimare la gravità della guida in stato d'ebbrezza alcoolica. Non prendo in considerazione la questione stupefacenti in quanto è particolarmente spinosa, dato che si può rischiare la sanzione magari per la presenza di semplici metaboliti, pertanto se ne dovrebbe discutere per ore. Con la vecchia Norma (magari da ritoccare in qualche suo punto) il margine di manovra era maggiore e semplicemente adoperando il buonsenso, a mio parere, si era in grado di modulare la sanzione penale a seconda delle circostanze. Attraverso il bilanciamento delle circostanze, che non debbono essere equivalenti o vedere necessariamente quelle attenuanti prevalenti, con il vecchio Art. 589 C.p. si sarebbe potuto condannare, valutando in quali situazioni comminare pene superiori ai due anni. Anche restando sotto i due anni, è bene ricordare, che il beneficio della Sosp. condizionale della pena (Art. 163 C.p.) non è necessario che venga concesso sempre e comunque. Il Diritto penale è una materia particolarmente delicata e quando si iniziano a creare Norme che non lasciano uno spazio di manovra minimo all'interprete non si fa un gran servizio al sistema Giustizia. Scrivo ciò ben conscio che le condanne al carcere per omicidio colposo derivante da circolazione stradale sono veramente poche, ma dal mio punto di vista v'è la convinzione che i correttivi per creare un sistema più equo, atto a portare in stato di detenzione chi lo merita effettivamente, fossero già presenti senza necessariamente dover giungere ad una modifica legislativa abbastanza estrema, la quale mi pare decisamente discutibile nel suo complesso. Di qui a breve, comunque, se ne inizierà a vedere i frutti e se ne valuterà in concreto la bontà.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande