10°

20°

libia

Liberati in un blitz con 9 morti

Prime rivelazioni sulla liberazione dei due tecnici della Bonatti

Ricevi gratis le news
0

Ore 20,30 - (ANSA) - IL CAIRO, 4 MAR - Il capo del Consiglio militare di Sabrata, Altaher Algrabli, ha confermato che i tecnici italiani Gino Pollicardo e Filippo Calcagno sono stati liberati attraverso un blitz. In dichiarazioni all’ANSA, il miliziano ha sostenuto che il raid ha causato nove vittime tra cui due donne kamikaze.

........

La fine di un incubo per le famiglie - «Conoscendolo non mi sembra il tipo, piuttosto li avrebbe convinti parlando». Così il figlio di Gino Pollicardo, Gino Junior, ha risposto ai giornalisti che gli riferivano la notizia secondo la quale il padre e Filippo Calcagno si sarebbero liberati da soli. Gino junior ha detto di non essere a conoscenza delle circostanze della liberazione del padre, ma dopo aver visto il primo video ha commentato che il padre ha mantenuto «la solita flemma». «Potrebbe dire sono Bond, James Bond», ha scherzato il ragazzo

«Sto bene. Non vi preoccupate. Siamo al sicuro». Queste le parole dette stamane da Filippo Calcagno alla famiglia, che ha potuto risentire dopo otto mesi di prigionia in Libia dopo essere stato liberato a Sabratha insieme al collega Gino Pollicardo. A raccontarlo è il figlio Gianluca, 38 anni, che incontra i giornalisti davanti al cancello della villa di famiglia in contrada Colla, a Piazza Armerina (Enna). Gianluca racconta di una telefonata «molto breve» in cui il padre ha scambiato alcune parole con lui, la sorella Cristina, di 31, e la madre, Maria Concetta Arena, di 62. Al congiunto hanno detto: «Ti aspettiamo. Non vediamo l’ora che torni».
«Abbiamo saputo della liberazione stamattina - dice Gianluca - dai telegiornali, poi è arrivata la conferma dalla Farnesina, giustamente cauta. Ma non ci hanno detto quando sarà a casa nè dove si trova adesso mio padre. Per noi sono stati otto mesi angosciosi, ma sempre con la speranza che la vicenda si sarebbe potuta chiudere positivamente. La scorsa settimana sapevamo che si era vicini a una svolta, ma non era dato sapere nulla sulle tempistiche».
Gianluca racconta di quando ha interrotto il viaggio di nozze in Usa dopo aver saputo del rapimento del padre. «L'ultima volta che ci eravamo sentiti è stato il 18 luglio, prima che io e mia moglie partissimo. Papà sarebbe andato via l’indomani. Il 21 eravamo a New York e abbiamo saputo del rapimento. In questi mesi siamo sempre stati in contatto con la Farnesina».
Ieri quando è giunta la notizia dalla Libia dell’uccisione di due dei quattro italiani rapiti a Mellitah, Fausto Piano e Salvatore Failla, in casa Calcagno «c'è stato il crollo totale: due colleghi e amici di papà non erano più in vita e questo è stato il grande rammarico di tutti noi. Non conoscevo gli altri colleghi di mio padre, le loro famiglie non le abbiamo sentite per discrezione, ma siamo vicini a loro. Stamattina - dice Gianluca - abbiamo anche sentito la ditta di papà, che ci è stata sempre vicina».
«Accoglieremo papà con un grande abbraccio, poi cercheremo di farlo stare tranquillo. Non sappiano fisicamente e psicologicamente come hanno affrontato questi otto mesi. Mio padre al telefono non ci ha raccontato nulla della prigionia. Dalla voce ho sentito che stava bene, ma so che è un grande camuffatore, sa non trasmettere alla famiglia le sue paure, l’ha imparato da questo lavoro».
Casa Calcagno alla notizia della liberazione di Filippo si è riempita di parenti; l’uomo liberato ha cinque sorelle. «Sono subito accorsi tutti. Ora aspettiamo il suo ritorno».

"Siamo devastati: vogliamo tornare urgentemente dalle nostre famiglie: sono le prime parole di Calcagno e Pollicardo. guarda il video

«Per festeggiare aspettiamo il ritorno a casa di papà, ma siamo felicissimi». Lo ha detto il figlio di Gino Pollicardo, Gino junior, parlando ai cronisti danti alla casa di famiglia. I Pollicardo hanno ricevuto la visita del sindaco, Emanuele Moggia e dei carabinieri, mentre da questa mattina i parenti di Gino si sono radunati nell’abitazione accanto alla moglie Ema. E’ stata lei a ricevere la telefonata della Farnesina che annunciava la liberazione.

Una «gioia immensa rattristata dalla notizia dell’uccisione degli altri due colleghi». Così il figlio di Gino Pollicardo, Gino Junior, sulla porta di casa ha commentato la notizia della liberazione in Libia del padre. «Credetemi, è una gioia dopo tanti mesi di attesa e di tensione. Ringrazio tutti quelli che ci sono stati vicini, dalla Farnesina ai nostri compaesani, anche al parroco che stamattina ha fatto suonare le campane in segno di festa», ha aggiunto.

La cronaca della mattinata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spigaroli Murgia a Radio Parma

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Lealtrenotizie

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

5commenti

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

1commento

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Si rafforza la possibilità che possano così diventare di proprietà pubblica

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

economia

Derivati del pomodoro, cambia l'etichetta: bisognerà indicare l'origine della materia prima

I ministri Martina e Calenda hanno firmato il decreto

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

GERMANIA

Uomo attacca con un coltello a Monaco: 4 feriti

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

Moto

Rossi: "Spero in una gara asciutta"

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: