11°

tg parma

Caduta in bici: grave bimbo di 4 anni Video

Ricevi gratis le news
18

Caduta in bici in strada Ponte Caprazucca: grave un bimbo di 4 anni che era sul seggiolino della bici condotta dal papà. Guarda il servizio del Tg Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    03 Febbraio @ 07.16

    vignolipierluigi@alice.it

    Cioè vorreste dire che è obbligatorio per chi va a sciare e non per i ciclisti o meglio è obbligatorio per i professionisti, vedi Malori, purtroppo. Ma il codice della strada cosa dice? Proverò a leggerlo.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      03 Febbraio @ 12.15

      Il casco non è obbligatorio , né per chi va a sciare , né per chi va in bicicletta , pur se sarebbe una precauzione utile .

      Rispondi

  • filippo

    02 Febbraio @ 21.38

    Bertozzi le persone intelligenti sono quelle che rispettano le regole. Ogni volta che vede quelcuno che si cappotta in macchina (vedi home page) lo chiede se rispettava il limite? No. La sicurezza stradale in Italia non funziona. Abbiamo 3000 morti l'anno. Serve il casco per le bici? No perché in Francia e Germania di morti ne hanno 1/3 e il casco obbligatorio NON c'è. Provate a domandarvi voi paladini del casco in bici se serve di più far andare le macchine in città a 30 km/h o uno stupidissimo caschetto di plastica.

    Rispondi

    • Filippo

      03 Febbraio @ 07.37

      Però lo ammetto: se ti sfracelli contro un tir il casco serve a poco. È' proprio inutile: mo che lavor...

      Rispondi

    • Filippo

      03 Febbraio @ 07.34

      Sia in Francia che in Germania i bambini lo usano tutti, oltre a tanti adulti: se avessi viaggiato oltre vicofertile lo sapresti. E se vai a vedere l'articolo su una delle ultime tragedie stradali, troverai un mio commento in cui evidenziavo che la vittima chiaramente non indossava le cinture. Per le cadute accidentali, come quella del bambino di ieri, il casco serve eccome, ma tu sposti il problema sulle auto (che ieri non erano coinvolte): il classico benaltrista.

      Rispondi

      • filippo

        03 Febbraio @ 08.03

        Tiro in ballo le auto perché l'articolo non ne escludeva il coinvolgimento. Se non è coinvolta un auto, è una casualità visto che fanno 3000 (TREMILA BERTOZZI!) morti l'anno. Non è benaltrismo: la velocità troppo elevata, il numero spropositato (siamo il paese + motorizzato d'Europa, e la sosta selvaggia e città esclusivamente a misura di automobile sono IL PROBLEMA. Una caduta accidentale è l'eccezione che conferma la regola. Sei tu Bertozzi che ti rifugi (in senso figurato) dietro al caschetto per non voler vedere i veri problemi. Mai stato ad Amsterdam? Quanti caschetti hai visto? ZERO.

        Rispondi

        • Filippo

          03 Febbraio @ 17.54

          Tu ad Amsterdam evidentemente eri impegnato a fare altro, perché io di caschi ne ho visti, ridicolmente indossati da adulti, ed anche parecchi. E una casualità una bella cippa: bimbi e ragazzini in bici cadono anche da soli, per distrazione o sconsideratezza. Se non hai a che fare con i ragazzi, taci che fai una figura migliore.

          Rispondi

        • Vercingetorige

          03 Febbraio @ 12.12

          Le principali cause di incidenti stradali sono : 1 ) il mancato rispetto della precedenza . 2 ) il sorpasso azzardato , ad esempio in curva , su un dosso , o con altri veicoli in arrivo dalla direzione opposta. Purtroppo , queste gravissime infrazioni , restano sistematicamente impunite . La velocità è causa di incidenti solo in caso di uscite di strada , che si verificano soprattutto di notte , con conducenti solitamente giovani , spesso ubriachi , ed inesperti . Ovviamente la velocità aggrava le conseguenze dell' incidente , ma non ne è la causa prima. Se, ad un incrocio , chi deve dare la precedenza non la dà , o se , chi svolta a sinistra , non dà la precedenza a chi gli arriva di fronte , avviene lo scontro , ed è ovvio che un conto è scontrarsi a 30 km/h , altro conto è scontrarsi ai 180 , ma , la colpa dello scontro , non è dei 180 , è della mancata precedenza.

          Rispondi

  • filippo

    02 Febbraio @ 17.56

    Non mi risulta sia obbligatorio il casco in bici per fortuna, Bertozzi che cosa vuoi insinuare.

    Rispondi

    • gigiprimo

      02 Febbraio @ 23.57

      vignolipierluigi@alice.it

      è la solita deduzione italica! se non è obbligatorio non lo metto! se la vettura che sta arrivando è a dieci metri vediamo se si ferma? io sono sulle strisce! L'italia è un paese bellissimo, o meglio lo era, avevano fatto una legge con tanti obblighi e poi si sono rimangiato tutto, caproni! ma ben più ignorante chi non pensa alla propria salute e ancor peggio a quella di un innocente! Come a sciare, il casco può salvare in bicicletta!

      Rispondi

    • Filippo

      02 Febbraio @ 20.05

      Per i bambini sotto i 12 anni in bici il casco dovrebbe essere obbligatorio, anche se non lo è. Io non insinuo niente, ma le persone intelligenti capiscono quel che devono capire, e se il giornale sottolineasse che determinate leggerezze sono pericolose, forse ci sarebbero meno persone che pensano sia una fortuna che non sia obbligatorio: prova a chiedere cosa ne pensa adesso quel povero papà, nel caso il figlio non lo avesse avuto.

      Rispondi

    • salamandra

      02 Febbraio @ 19.50

      Non è obbligatorio, ma sarebbe sensato in tenera età anche se trasportati sul seggiolino. Perlomeno io l'ho sempre fatto indossare a mio figlio fino a 10 anni.

      Rispondi

  • Biffo

    02 Febbraio @ 17.03

    Dovrebbe essere assolutamente proibita l'installazione di seggiolini sulle bici; i bimbi trasportati sono in pericolo costante.

    Rispondi

    • salamandra

      02 Febbraio @ 22.15

      Ne muoiono di piú trasportati in auto. Proibiamo anche questo?

      Rispondi

      • Filippo

        04 Febbraio @ 17.41

        No, ma sospendiamo la patente ai genitori che non li assicurano con cinture e seggiolini!

        Rispondi

      • Biffo

        03 Febbraio @ 12.29

        Ma che commento sarebbe? Non ti pare che un'auto offra una maggior protezione ad un bimbo, che non una moto o una bici? Certo, a velocità compatibili con il raziocinio. La bici è un mezzo di trasporto quanto mai fragile, privo di protezione, a qualsiasi velocità; si può morire per una caduta, anche andando a passo d'uomo.

        Rispondi

      • gigiprimo

        03 Febbraio @ 08.54

        vignolipierluigi@alice.it

        A volte i trasportati in auto non sono agganciati come da regolamento, anche nei sedili posteriori sono anni che ci sono le cinture e il codice non ne obbligava l'uso!

        Rispondi

  • Filippo

    02 Febbraio @ 16.36

    Aveva il casco?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS