13°

30°

'ndrangheta

Perché "Aemilia" riguarda tutti noi: il video

1

E' un info-scribing animato a dare pieno avvio alla campagna “Svegliati Aemilia”, lanciata nei giorni scorsi dalla Cooperativa Open Group di Bologna, da Libera-Associazioni nomi e numeri contro le mafie dell'Emilia-Romagna e da Libera Radio per portare all'attenzione dei cittadini il più grande processo per mafia mai celebratosi nel nord Italia. Dopo un lungo periodo di negazione, di disattenzione e poi di sottovalutazione delle presenze dei clan nella nostra regione, nel gennaio del 2015 è arrivata un'indagine, sfociata oggi in un processo, che ha reso evidente sull'Emilia-Romagna uno scenario di relazioni e intrecci tra criminalità organizzata e professioni, mondo delle imprese e dell'informazione, politica e società civile. Uno scenario che Libera descrive da anni e a cui si contrappone con una costante azione di educazione alla legalità nelle scuole, sostenendo le iniziative politico-istituzionali di prevenzione e contrasto della criminalità organizzata, costituendosi parte civile nei processi per mafia, portando in quelle stesse aule giudiziarie giovani e studenti che oggi chiedono di comprendere quello che sta accadendo nelle loro città.
E' proprio questo l'intento con cui Open Group e Libera Radio (una delle testate giornalistiche di cui è editrice la cooperativa, insieme a Radio Città del Capo) hanno deciso di produrre l'info-scribing di 2 minuti, realizzato con le tecniche di animazione del ghost-scribing digitale e scritto insieme a Libera, come momento iniziale di una campagna di sensibilizzazione pubblica sul processo Aemilia. La fase preliminare del dibattimento si è aperta a Bologna il 28 ottobre dello scorso anno, dando ai cittadini emiliano-romagnoli l'opportunità di prendere coscienza della realtà. In particolare, di come le attività dei clan mettono a rischio i diritti di tutti. Dei lavoratori e delle imprese, in primo luogo, viste le modalità con cui “l’imprenditoria” mafiosa sta violando le regole del mercato, espellendo le realtà che vogliono continuare a operare nella legalità. E visto come le aziende delle cosche riescono ad accreditarsi grazie alla fornitura di servizi offerti a “prezzi vantaggiosi”, scardinando il tessuto economico-imprenditoriale di una regione considerata da sempre un “modello da imitare”.
La campagna “Svegliati Aemilia” risponde dunque alla necessità da parte della cooperativa Open Group di continuare con più forza a porsi tra quanti affermano che “le mafie sono qui, sul nostro territorio" e che concentrano la loro attenzione anche su un comparto caratteristico di questa regione, proprio quello della cooperazione. Utilizzano cioè strumenti nati per la solidarietà e il progresso civile del Paese insinuandosi nel mercato con false cooperative, con “cooperative spurie” che velocemente nascono a spariscono, vincono appalti al massimo ribasso e fanno dello sfruttamento dei lavoratori un modo di produzione. Difendere la propria identità di impresa cooperativa e i valori che la contraddistinguono significa dunque svolgere la più efficace e necessaria azione di legalità e contrasto alle mafie.
La campagna “Svegliati Aemilia” nei giorni scorsi è approdata sui social network con l'obiettivo di informare i cittadini sull'andamento del processo, in primo luogo sul suo inizio previsto a Reggio Emilia il 23 marzo. Un invito anche alla partecipazione alle udienze che proseguirà non solo in rete ma attraverso le reti formali e informali delle associazioni, delle imprese e dei sindacati, delle radio e delle televisioni, dei media che decideranno di dedicare un proprio spazio per condividerne e raccontarne contenuti e obiettivi.
A segnare, soprattutto, un momento di rottura col passato, col silenzio e con l'incapacità di reagire delle comunità dei cittadini: per la scarsa conoscenza e abitudine ad affrontare questi fenomeni, ma anche per la paura e la conseguente omertà che si accompagna all'aggressione criminale dei cartelli mafiosi. “Svegliati Aemilia” è perciò un richiamo a una cultura sopita che ha però radici profonde in questa regione: la cultura dei diritti e del progresso civile e democratico, che chiede a gran voce di ritrovare il senso di una nuova responsabilità diffusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    11 Marzo @ 14.46

    federicot

    Questo video è molto importante. Più di tutte le altre notizie. So benissimo che avete esigenze di cronaca ed editoriale, ma sarebbe opportuno tenerlo sempre nella vostra home almeno fino al 23 marzo. Ci siamo dentro tutti, riguarda tutti. Teniamolo bene in mente.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpe a forma di piccione ... follie giapponesi

pazzo mondo

La signora con le scarpe a forma di piccione: dal Giappone al giro del web video

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

 Amici, vince il ballerino Andreas Foto Video

tv

Amici, vince il ballerino Andreas Foto Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

IL VINO

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

sorbolo

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

berceto

Tre motociclisti cadono uno dopo l'altro sulla strada del Cento Croci

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

Weekend

Street food, bancarelle e vino: l'agenda della domenica

Intervista

Bob Sinclar: «Grazie Parma»

COLLECCHIO

Auto danneggiate e un computer rubato nel parcheggio dell'EgoVillage

salso

Terme, via libera alla liquidazione

iren

Traversetolo, guasto all'acquedotto: possibile mancanza di acqua

PILOTTA

Chiude l'anno luigino: la memoria in tre libri

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: ferito un 32enne. San Lazzaro: motociclista ferito Video

Un altro ciclista ferito a Lesignano. Incidente anche a Tizzano: un motociclista all'ospedale

8commenti

VIA GRENOBLE

Chiesa gremita per l'addio a "Camelot"

1commento

PARMA

E' morto Afro Carboni, storico gioielliere e volto della pesca su TvParma Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Computer in tilt, aerei della British Airways ancora a terra

URBINO

E' morto il bambino malato di otite e curato con l'omeopatia

4commenti

WEEKEND

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

Inghilterra

All'Arsenal l'FA Cup. Conte, sfuma la doppietta

F1 - MONACO

Pazza griglia di partenza, Ferrari imprendibili per rompere il digiuno di vittorie

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover