-6°

'ndrangheta

Perché "Aemilia" riguarda tutti noi: il video

1

E' un info-scribing animato a dare pieno avvio alla campagna “Svegliati Aemilia”, lanciata nei giorni scorsi dalla Cooperativa Open Group di Bologna, da Libera-Associazioni nomi e numeri contro le mafie dell'Emilia-Romagna e da Libera Radio per portare all'attenzione dei cittadini il più grande processo per mafia mai celebratosi nel nord Italia. Dopo un lungo periodo di negazione, di disattenzione e poi di sottovalutazione delle presenze dei clan nella nostra regione, nel gennaio del 2015 è arrivata un'indagine, sfociata oggi in un processo, che ha reso evidente sull'Emilia-Romagna uno scenario di relazioni e intrecci tra criminalità organizzata e professioni, mondo delle imprese e dell'informazione, politica e società civile. Uno scenario che Libera descrive da anni e a cui si contrappone con una costante azione di educazione alla legalità nelle scuole, sostenendo le iniziative politico-istituzionali di prevenzione e contrasto della criminalità organizzata, costituendosi parte civile nei processi per mafia, portando in quelle stesse aule giudiziarie giovani e studenti che oggi chiedono di comprendere quello che sta accadendo nelle loro città.
E' proprio questo l'intento con cui Open Group e Libera Radio (una delle testate giornalistiche di cui è editrice la cooperativa, insieme a Radio Città del Capo) hanno deciso di produrre l'info-scribing di 2 minuti, realizzato con le tecniche di animazione del ghost-scribing digitale e scritto insieme a Libera, come momento iniziale di una campagna di sensibilizzazione pubblica sul processo Aemilia. La fase preliminare del dibattimento si è aperta a Bologna il 28 ottobre dello scorso anno, dando ai cittadini emiliano-romagnoli l'opportunità di prendere coscienza della realtà. In particolare, di come le attività dei clan mettono a rischio i diritti di tutti. Dei lavoratori e delle imprese, in primo luogo, viste le modalità con cui “l’imprenditoria” mafiosa sta violando le regole del mercato, espellendo le realtà che vogliono continuare a operare nella legalità. E visto come le aziende delle cosche riescono ad accreditarsi grazie alla fornitura di servizi offerti a “prezzi vantaggiosi”, scardinando il tessuto economico-imprenditoriale di una regione considerata da sempre un “modello da imitare”.
La campagna “Svegliati Aemilia” risponde dunque alla necessità da parte della cooperativa Open Group di continuare con più forza a porsi tra quanti affermano che “le mafie sono qui, sul nostro territorio" e che concentrano la loro attenzione anche su un comparto caratteristico di questa regione, proprio quello della cooperazione. Utilizzano cioè strumenti nati per la solidarietà e il progresso civile del Paese insinuandosi nel mercato con false cooperative, con “cooperative spurie” che velocemente nascono a spariscono, vincono appalti al massimo ribasso e fanno dello sfruttamento dei lavoratori un modo di produzione. Difendere la propria identità di impresa cooperativa e i valori che la contraddistinguono significa dunque svolgere la più efficace e necessaria azione di legalità e contrasto alle mafie.
La campagna “Svegliati Aemilia” nei giorni scorsi è approdata sui social network con l'obiettivo di informare i cittadini sull'andamento del processo, in primo luogo sul suo inizio previsto a Reggio Emilia il 23 marzo. Un invito anche alla partecipazione alle udienze che proseguirà non solo in rete ma attraverso le reti formali e informali delle associazioni, delle imprese e dei sindacati, delle radio e delle televisioni, dei media che decideranno di dedicare un proprio spazio per condividerne e raccontarne contenuti e obiettivi.
A segnare, soprattutto, un momento di rottura col passato, col silenzio e con l'incapacità di reagire delle comunità dei cittadini: per la scarsa conoscenza e abitudine ad affrontare questi fenomeni, ma anche per la paura e la conseguente omertà che si accompagna all'aggressione criminale dei cartelli mafiosi. “Svegliati Aemilia” è perciò un richiamo a una cultura sopita che ha però radici profonde in questa regione: la cultura dei diritti e del progresso civile e democratico, che chiede a gran voce di ritrovare il senso di una nuova responsabilità diffusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    11 Marzo @ 14.46

    federicot

    Questo video è molto importante. Più di tutte le altre notizie. So benissimo che avete esigenze di cronaca ed editoriale, ma sarebbe opportuno tenerlo sempre nella vostra home almeno fino al 23 marzo. Ci siamo dentro tutti, riguarda tutti. Teniamolo bene in mente.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

12commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

3commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

17commenti

Classifica

Gli stipendi più alti: Parma al quinto posto in Italia

lega pro

Febbre Venezia-Parma: iniziata la prevendita

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

13commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video