-6°

tg parma

Imbrattano il Battistero, tre 15enni denunciati

2

Scritte sul Battistero con il pennarello indelebile, reato da codice penale: per questo tre 15enni rischiano una multa salata. Involontario, invece, il "vandalismo" di un ignaro signore che ha appoggiato la bicicletta nell'installazione di piazzale della Pace per poi andarsene a fare un giretto per la città.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nicola Martini

    05 Aprile @ 18.27

    Pare avvilente che ciclicamente il Battistero, uno dei monumento più importanti della città, venga imbrattato con delle scritte. Purtroppo basta dare un'occhiata in giro per Parma per rendersi conto che di beni mobili ed immobili, pubblici o privati, di pregio artistico o meno, imbrattati con scritte e graffiti v'è ne siano a iosa. Ciò la dice lunga sul senso civico di un numero di persone comunque non esiguo, perlopiù giovani e giovanissimi (anche se non è sempre così), che circolano per la nostra città. Purtroppo fatti di questo tipo, alle volte (fortunatamente non troppo spesso e si spera che non sia questo il caso), sono riconducibili ai modelli educativi non sempre ottimali adottati nelle famiglie. Ovviamente gli avvenimenti della fattispecie in questione andranno accertati nelle dovute sedi per definire il livello di responsabilità nella vicenda dei singoli, ma se i fatti si sono svolti come indicato nel servizio pare di poter asserire con un discreto grado di certezza di essere dinanzi a dei ragazzini ai quali poco importa della conservazione dei monumenti. Essendo minorenni ovvero persone ancora in formazione, come normale che sia, si punterà maggiormente sull'ottica del recupero dei soggetti in questione piuttosto che sull'ambito repressivo, anche se ciò a modesto parere di chi scrive non deve travalicare come alle volte capita (con i minori e non solo con loro) il confine con il concetto di impunità (o quasi). Pare il caso di rilevare come in realtà la fattispecie in questione, a modesto avviso dello scrivente, anziché essere riferibile al reato contravvenzionale ex art. 733 C.p. (come definito nel servizio), che è reato proprio in quanto può essere commesso solo dal proprietario del bene (o dal detentore per dottrina) dato che recita "Chiunque distrugge, deteriora o comunque danneggia un monumento o un'altra cosa propria di cui gli sia noto il rilevante pregio, è punito, se dal fatto deriva un nocumento al patrimonio archeologico, storico, o artistico nazionale, con l'arresto fino a un anno...", sia piuttosto riconducibile al delitto di cui all'Art. 635, c. II n°1 C.p. (Danneggiamento). La speranza, per come vanno le cose probabilmente vana, è che di qui a qualche tempo non si debbano sentire nuovamente notizie inerenti ad atti vandalici verso monumenti storici come capita ormai ciclicamente. Quando tutti capiranno, finalmente, come il patrimonio storico-artistico sia in realtà un asset fondamentale per il Paese sarà una buona giornata.

    Rispondi

    • Nicola Martini

      06 Aprile @ 13.01

      Errata corrige: ve ne siano anziché " v'è ne siano". Errore orrido dovuto alla riorganizzazione di una frase senza averla poi riletta con un minimo d'attenzione.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano: il sindaco di Langhirano: "chieste le strisce pedonali"

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

BASILICAGOIANO

Omicidio Habassi: Del Vasto capace di intendere e volere

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

5commenti

Calciomercato

Matteo Guazzo-Modena: salta tutto

Niente intesa sull'ingaggio, tegola per il mercato del Parma che ora ha un over di troppo.

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

16commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

Fotografia

Parma di Badignana: la cascata

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Foto

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta