21°

35°

anniversario

Édith Piaf, 100 anni di mito

Ricevi gratis le news
0

Di Edith Piaf oggi resiste e affascina ancora l’aspetto anticonvenzionale, l’artista ribelle che non dava peso alla fama o al denaro, trovando se stessa solo nella verità della scena e nei rapporti d’amicizia e amore. Sabato 19 dicembre avrebbe compiuto cento anni e se la Francia l’ha celebrata a Parigi con una grande esposizione alla Bibliothèque Nationale, chiusa a settembre, in Italia si apre ora una mostra per ricordarne l'arte e la vita: «Edith Piaf. l’amour (nel centenario della nascita)» a cura di Cesare Nissirio e Guglielmo Pepe al Teatro di Villa Torlonia a Roma, dove proprio sabato, giorno della ricorrenza, alle 19 alla presenza di Phillipe Leroy si terrà un concerto di sue canzoni con l’Ensemble Paris qui chante.
Proprio per questo aspetto a contrasto col mondo patinato della canzone e del suo delicato soprannome dovuto alla sua figura minuta, Piaf vuol dire passerotto, si parla di lei, che all’anagrafe si chiamava Giovanna Gassion, come di una sorta di rockstar antelitteram, di quelle che bruciano la propria vita controcorrente, una delle voci degli anni dell’esistenzialismo, e non a caso forse che i versi della sua canzone più celebre dicano: '' No, niente di niente! / No, non rimpiango niente! / Tutto è stato saldato, spazzato via, dimenticato./ Non m'importa niente del passato.// Coi miei ricordi, / innesco la fiamma,/ dei miei dispiaceri e dei miei piaceri / non ho più bisogno». Il suo amico Jean Cocteau (che la fece debuttare in teatro scrivendo per lei «Il bell'indifferentè') affermava che cantava «come se si strappasse l’anima dal petto».
A Parigi erano in mostra oltre quattrocento documenti e oggetti, nonchè il minuscolo (la Piaf era alta 1 metro e 47) abito di scena nero sospeso al soffitto all’entrata, con la gonna plissettata e le maniche lunghe: la cantante era convinta che il nero facesse risaltare la sua voce e poi non voleva lo spettatore venisse distratto dal suo aspetto. C'erano anche i guantoni del pugile Marcel Cerdan, suo grande amore scomparso nel 1949, una matrice in rame dorato dalle prime registrazioni della Polydor, un testo manoscritto di Roland Barthes del 1948 sulla canzone popolare che avrebbe dovuto leggere in Romania.
Il suo mito lo alimentò lei stessa, cominciando dal racconto delle proprie origini: diceva di essere nata per strada, a Belleville, anche se all’ospedale Tenon si trova un certificato che ne attesta la nascita. In realtà era figlia e nipote di saltimbanchi, nata da un acrobata e contorsionista, artista di strada che la portava in giro con sè, finchè nel 1935 la sentì cantare e la scoprì il direttore del cabaret Le Gerny's, che la lanciò nel bel mondo e l’anno dopo ottenne il prestigioso riconoscimento Grand Prix du Disque con «L'Etranger», mentre il suo debutto era legato a una canzone italiana, Parlami d’amore Mariù, divenuta Le chaland qui passe, e la mostra oggi di Villa Torlonia con manifesti, spartiti, foto, libri, riviste, documenti, dischi, e così via, parte proprio da quegli inizi col passaggio dalle alle miserie della rue al lusso, ai successi e poi di nuovo al dolore, all’alcolismo e alla droga.
I titoli del suo celebre repertorio sono noti a tutti e successi mondiali, da «La vie en rose» a «Milord’', da «Elle frequentait la Rue Pigalle» a «Je ne regrette rien», storie di amori appassionati, di colore e disperazione, ma sempre sorrette dalla poesia, oltre che dalla sua voce ruvida, aspra e potente, emblema della Francia durante la guerra, l’occupazione nazista e poi il dopoguerra, sempre in scena, sempre con la voglia di cantare (''altrimenti muoiò') sino all’ultimo agli anni in cui è malata, intossicata dai barbiturici e pare ogni volta debba morire in scena. Mistero e leggenda anche sulla sua morte che pare avvenuta a Cannes il 10 ottobre 1963, ma è stata registrata il giorno dopo a Parigi, dove si dice l’avesse trasportata nottetempo l’ultimo marito , perchè la regina dei boulevards non poteva che morire nella capitale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

NEW YORK

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Abbraccio tra il padre e Solomon

Delitto San Leonardo

Abbraccio tra il padre e Solomon

Accoglienza

Ecco la giornata dei profughi

Varsi

Colto da malore, grave il sindaco Aramini

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

CAMPIONI

Emanuele, Filippo e Matteo, i ragazzini d'oro

Personaggi

Dal Crazy Horse alla laurea

Felino

Soldi nelle slot invece che ai figli: condannato

Scurano

Il camionista: «Così ho evitato una tragedia»

Lesignano

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco minaccia le dimissioni

Giorgio Cavatorta ha scritto al ministro dell'Interno

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

6commenti

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

ANTEPRIMA GAZZETTA

Fred Nyantakyi resterà a vivere in città: "Parma non lo lasci solo" Video

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

ParmENSE

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

Guardia di Finanza

Fa sparire 135mila euro destinati ai creditori: nei guai imprenditore parmense

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

GIALLO

Molotov contro centro migranti a Modena

VENEZIA

L'incendio di Londra: mille persone al funerale di Marco, morto assieme a Gloria

SPORT

PARMA CALCIO

Luca Siligardi, nuovo bomber: "Bel gruppo. La serie B? Imprevedibile" Video

TOUR

Sull'Izoard vince Barguil, Aru in difficoltà: scivola al quinto posto

SOCIETA'

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

10commenti

telefono azzurro

Telefono e social, i bambini "inchiodano" gli adulti Video

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel