10°

20°

Parma

Striscioni anti-Resistenza: interrogazione parlamentare

Ricevi gratis le news
31

Il caso degli striscioni contro lo Resistenza arriva in Parlamento. La deputata Patrizia Maestri annuncia un'interrogazione parlamentare rivolta al ministro dell'Interno. I dettagli nel servizio del TgParma. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • PEPOMAN

    12 Maggio @ 10.06

    una cosa ho capito : per Balestrazzi questo striscione è infame e vergognoso

    Rispondi

    • 12 Maggio @ 10.46

      REDAZIONE - Anch'io ne ho capita una: vedo arrampicate di sesto grado (sugli specchi) per non ammetterlo. (G.B.)

      Rispondi

      • Biffo

        12 Maggio @ 18.58

        PERCHé, PEPOMAN, PER TE VA BENE COSì, QUESTO STRISCIONE? SE Sì, MI PUOI SPIEGARE PER BENINO I MOTIVI?

        Rispondi

      • PEPOMAN

        12 Maggio @ 17.56

        IO LO AMMETTO ...MA RIBADISCO CHE I VERI FASCISTI SONO ALTRI E NON CASA POUND E QUESTO DOVRESTE DIRLO ANCHE VOI MOLTO CHIARAMENTE

        Rispondi

        • 12 Maggio @ 19.50

          REDAZIONE - Fra i miei tanti difetti, non credo ci sia la mancanza di chiarezza: provi a rileggersi almeno alcuni dei miei fin troppi interventi sulla materia ed eviterà di farci questi richiami fuori bersaglio. Quanto al fatto che a Casapound non siano fascisti, direi che proprio la vicenda dello striscione qualche dubbio lo insinua...

          Rispondi

  • Stefano

    11 Maggio @ 21.44

    reinard.alfa@gmail.com

    Ti metto un altro p.s. da bambino abitavo in oltretorrente e ti assicuro che la gente aveva paura a dare contro al comunismo ( tutti orgogliosamente ex partigiani combattenti per la libertà ) a parte Don Dagnino, mio padre stesso per lavorare in comune mi diceva che aveva dovuto fare la tessera al partito comunista. Ma sono solo io che si ricorda di queste cose o c'e' qualcuno con i cosidetti che ha il coraggio di dirle? Lo chiedo perchè tutte le volte che ho nominato mio babbo e la tessera guarda caso sono sempre stato censurato. Uno dei miei notti è stato nei bersaglieri e decorato con la croce in egitto e in russia , l'altro è stato internato dopo la RESA ( non armistizio come dicono i dotti ) mentre era in grecia. Ho una idea differente dalla sinistra , la quale ha scritto i libri di storia. La resistenza a Parma ha fatto danni, durante e DOPO la guerra, questa è storia documentabile

    Rispondi

    • Indiana

      13 Maggio @ 03.57

      Indiana

      Anch'io sono nata e cresciuta in Oltretorrente.Durante la scuola elementare costringevano le intere classi a cantare O bella ciao, canto di derivazione comunista; il giorno che mi ero rifiutata perchè già da bambina avevo capito che mi si voleva fare il lavaggio del cervello: ebbene mi misero una nota e chiamarono i miei genitori. Non è violenza questa, oltre che totale mancanza di democrazia? Premetto che nessuno a casa mia è mai stato fascista, ma nemmeno partigiano!Eppure fin da bambini lo stato ha subito cercato di imporre a tutti un'ideologia senza lasciare il libero arbitrio. In quanti se la sono bevuta! E in quanto cercano ancora di farla bere, visto che nelle scuole si invitano sempre e solo partigiani, sempre e solo descritti come grandi eroi, e mai le loro vittime! Balestrazzi e chi come lui potrà anche scandalilizzarsi per un insulto alla sua amata resistenza, ma deve accettare l'idea che non per tutti è stata una liberazione e che in molto stavano meglio con il fascismo

      Rispondi

      • 13 Maggio @ 06.51

        REDAZIONE - A chi stava meglio col fascismo (e quindi con la guerra e con i campi di concentramento) verrebbe allora da augurare che quei tempi possano tornare: e che magari il nostalgico possa provare a viverli da ebreo. Chissà che Bella ciao non sembri poi una bella canzone a chi la ritiene (copioeincollo da lei) una "totale mancanza di democrazia". Vuol mettere la democrazia di quando un Sandro Pertini era in galera...? Che tristezza ! (G.B.)

        Rispondi

    • Vercingetorige

      12 Maggio @ 12.02

      Si vede che la gente di Oltretorrente ha fatto le barricate per paura dei comunisti ! Don Dagnino era un prete Partigiano . Personalmente non avrà mai sparato , ma nascondeva i Partigiani , collaborava con loro , aiutava le loro famiglie. Certamente non stava dalla parte delle Camicie Nere e delle SS !

      Rispondi

    • 11 Maggio @ 21.50

      REDAZIONE - 1) Come vedi qui non censuriamo proprio nessuno: se altre volte è successo vuol dire che il tuo commento non era come questo, quindi iniziamo a non far passare falsità che su un sito che sta pubblicando decine di commenti destrorsi da ieri sarebbero solo ridicole, oltre che appunto false e quindi in malafede. 2) Tutto quello che scrivi, e che rispetto, non ha nulla a che vedere (e a che attenuare) con l'idiozia e l'ignoranza di quello striscione che vi ostinate a difendere 3) Dire "La resistenza a Parma ecc. ecc. " (sia nello striscione che in questo commento) è come dire che, siccome a Parma c'è stato il crac Parmalat (e non solo quello) "i" parmigiani sono dei truffatori bancarottieri. La Storia non la devono scrivere solo quelli di Sinistra, hai ragione. Ma sarà meglio che non la scriviate neppure voi...

      Rispondi

  • Stefano

    11 Maggio @ 21.34

    reinard.alfa@gmail.com

    Balestrazzi leggiti il libro di Franco Morini, riporta date e avvenimenti precisi riguardanti eventi precisi nella provincia riguardanti la resistenza. Poi magari ti vergogni tu della gente innocente morta a causa dei ladri e assassini che si sono vantati di avere combattuto. 1000 durante la guerra e 200000 a sfilare in piazza. e mai nessuno che ha mai fatto veramente il conto dei morti causati da loro e dei furti a casa della povera gente. Senza contare poi cose vergognose come la festa dei partigiani che fanno ogni anno a castrignano esattamente sulla tomba della povera ragazza 16enne stuprata e uccisa dai "combattenti per la libertà". anche questi sono fatti, e fintanto che non si riconosceranno tutti, da una parte e dall'altra, non sono io a dovermi vergognare, ma voi. La rappresaglia era un diritto sancito dalla convenzione di ginevra, e sparare alle spalle si sapeva che condannava a morte civili innocenti, ma gli eroi sparavano e si nascondevano e intanto morivano i nostri nonni e le nostre nonne. Sono io a dovermi vergognare? La storia è storia solo se raccontata dai vincitori?

    Rispondi

    • Biffo

      12 Maggio @ 19.01

      Certo che un negazionista come Franco Morini fa testo, sulle vicende della Resistenza e del fascismo modello RSI.

      Rispondi

    • Vercingetorige

      12 Maggio @ 11.57

      La Convenzione di Ginevra non "sancisce" da nessuna parte il "diritto alla rappresaglia" ! Al contrario , la condanna come crimine di guerra ! I nostri nonni e le nostre nonne morivano assassinati dai nazifascisti ! I Partigiani , che certo non avrebbero potuto vincere la seconda guerra mondiale da soli , hanno dato comunque un contributo determinante alla Liberazione. Le più importanti Città del Nord Italia , Torino , Genova , Milano , Bologna , furono liberate dai Partigiani prima dell' arrivo degli Alleati. Che , alla macchia , in campagna e in montagna , ci fossero molti delinquenti comuni , lo sappiamo senza che ce lo venga raccontare Morini , ma non erano Partigiani , sebbene cercassero di farsi passare per tali. Lo dimostra il fatto che, quando c' era da rischiare la pelle in combattimento contro i nazifascisti , loro non c' erano. E' mistificatorio attribuire i loro misfatti ai Partigiani.

      Rispondi

      • Indiana

        13 Maggio @ 03.48

        Indiana

        Parecchi vicini di casa dei miei nonni, e non solo, nell'appennino parmense sono stati uccisi e/o torturati dai PARTIGIANI non dai nazisti o dai fascisti. Loro non contano proprio niente per voialtri?

        Rispondi

        • 13 Maggio @ 06.52

          REDAZIONE - Chi ha detto che non contano? E' per lei che, in compenso, non sembrano contare nulla i milioni di persone uccise in una guerra voluta da nazismo e fascismo: lì invece ricordate che il fascismo fece tanto bene al Paese...

          Rispondi

    • 11 Maggio @ 21.46

      REDAZIONE - Fai uno striscione su Castrignano e ne parliamo. Fai uno striscione su "La Resistenza" (o lo approvi) e ti dico che è infame e ignorante. Anche se vai avanti fino a stanotte: QUELLO STRISCIONE E' INFAME, poi apriamo tutti i dibattiti che vuoi e ti faccio pubblicare tutti i documenti che mandi. ma QUELLO STRISCIONE E' INFAME, perchè parla de "La Resistenza", che non è solo Castrignano.

      Rispondi

  • rradamess

    11 Maggio @ 21.06

    solo per complimentarmi per il sistema scelto per diffondere un loro pensiero. Di certo, visto che per ogni loro minima iniziativa si verificano contromanifestazioni con strade chiuse, carabinieri, polizia e GDF impegnate con probabili tafferugli e sicuri imbrattamenti di muri, di certo, dicevo, sono stati evitati molti fastidi in città. Ed il messaggio, pure sbagliato quanto volete, arriverà , sembra, perfino in parlamento.

    Rispondi

    • 11 Maggio @ 21.53

      REDAZIONE - Complimenti proprio meritati. Una cosa però la condivido, nel tuo commento: non avere firmato una pressa di posizione favorevole ad uno striscione ignorante. Sia chiaro: sulle contromanifestazioni, se violente, non sono d'accordo neanch'io e l'ho scritto più volte. Ma riuscire a commentare senza dire che lo striscione è infame, beh: ce ne vuole... (Gabriele Balestrazzi)

      Rispondi

      • rradamess

        12 Maggio @ 08.12

        Cara redazione, vi ringrazio per l' attenzione che riservate su questo delicato argomento. Mi permetta di dissentire dall' usare il termine infame riferito a questo striscione. Non so altrimenti quale aggettivo si potrebbe usare per una scritta o striscione comparsa più volte e a più riprese come: 10-100-1000 Nassirya

        Rispondi

        • 12 Maggio @ 09.00

          REDAZIONE - Glielo dico io senza tentennamenti e senza i distinguo che ho visto in questi giorni su Blocco studentesco: era infame anche quello. E così la deve pensare in entrambi i casi, credo, chiunque non abbia ancora portato il cervello (per dirla con Guareschi) all'ammasso: a sinistra o a destra... (G.B.)

          Rispondi

        • rradamess

          12 Maggio @ 10.13

          Secondo me non può essere usato lo stesso aggettivo per una frase che contiene una citazione fantozziana e una frase che invoca la morte di tanti carabinieri. C' è una bella differenza.

          Rispondi

        • 12 Maggio @ 13.22

          REDAZIONE - Proponimi un aggettivo e avrai la mia risposta. Comunque devo dire che per non condannare quello striscione di arrampicate ne fate in tanti. Io, alla tua domanda, ho risposto in 5 secondi: e non mi sembra di avere usato un aggettivo positivo

          Rispondi

  • Stefano

    11 Maggio @ 19.40

    reinard.alfa@gmail.com

    Detto in maniera un pò rude ma è il pensiero di molti. La resistenza a Parma è stata non solo inutile, ma dannosa per la popolazione. Ha causato rappresaglie e morte di decine e decine di civili senza ottenere risultati concreti allo scopo della liberazione. Qualche morto ammazzato alle spalle, qualche bomba in giro ( uccidendo anche civili come in via cavour ) , un paio di scaramucce a guerra praticamente quasi finita quando i fascisti erano ormai in ginocchio.... Mettiamoci in mezzo anche le "espropriazioni" del popolo a danni dei contadini che già faticavano a mangiare e pure i soprusi in nome della causa. Se facciamo un bilancio dei successi e delle tragedie che hanno causato mi sa che la scritta ci sta tutta.

    Rispondi

    • 11 Maggio @ 19.56

      REDAZIONE - Leggiti la lettera di Giacomo Ulivi, così poi magari ti vergogni un po' anche tu: dello striscione e cdi questo commento (Gabriele Balestrazzi)

      Rispondi

      • Stefano

        11 Maggio @ 21.37

        reinard.alfa@gmail.com

        P.S. l'ho letta. Leggi il sangue dei vinti, oppure fai un giro nei dintorni di langhirano e parla con i vecchi. rimarrai strabiliato. Guarda caso a castrignano i numeri civici sono ancora con il fascio littorio. Sarà un caso....

        Rispondi

        • Biffo

          12 Maggio @ 19.08

          Io ho letto "Il sangue dei vinti", ma anche le testimonianze di centinaia, migliaia di morti ammazzati dai fascisti dal 1919 alla primavera del 1945. Superano di gran lunga il numero dei morti per vendetta dal 1945 al 1947.

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro