-2°

10°

Sport

Squalifica di 8 anni, Schwazer sotto shock

L'atleta è deluso e il suo sogno olimpico è distrutto: "Abbiate rispetto", dice ai cronisti

Ricevi gratis le news
0

La delusione non passa. Alex Schwazer non ha ancora digerito la dura squalifica inflittagli dal Tribunale arbitrale dello sport, otto anni per la positività al testosterone nel controllo effettuato il primo gennaio scorso. E difficilmente riuscirà a digerirla. Un sogno infranto a pochi metri dal traguardo, il ritorno alle gare nei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, dopo lo stop per Epo alla vigilia di Londra 2012.
Schwazer ci credeva davvero, aveva assoldato un’icona della lotta al doping come Sandro Donati per ritrovare credibilità e la forma di un tempo e sembrava avercela fatta. Il dominio assoluto nella Coppa del mondo di marcia a squadre di inizio maggio a Roma aveva rilanciato l’altoatesino come favorito nella 50 km olimpica, ma poi tutto è nuovamente cambiato con la positività riscontrata pochi giorni dopo, tra l'altro nel secondo controllo della stessa provetta che aveva dato mesi prima esito negativo. Da qui nascono i dubbi e le accuse dell’entourage di Schwazer, che da subito ha gridato al complotto, accompagnando Alex in una dura corsa contro il tempo per dimostrare la sua estraneità al doping. Una corsa finita male, ieri sera a Rio de Janeiro dove l’altoatesino è stato convocato dal Tas tra le polemiche (l'udienza si sarebbe dovuta svolgere a fine luglio a Losanna ma è stata spostata più volte per finire addirittura in Brasile): "Forse ho sbagliato - ha ammesso Donati nella conferenza stampa convocata nell’hotel a Ipanema - Dovevo far capire meglio ad Alex che non avevamo speranze in un processo del genere. E’ stato un delitto sportivo, anche se imperfetto, perchè pian piano stanno emergendo parecchi punti deboli della ricostruzione dell’accusa. In così poco tempo, qui a Rio abbiamo potuto portare solo alcuni indizi, ma la nostra battaglia continuerà in altre sedi". 
Per Schwazer e Donati, l’idea di aver subito un’ingiustizia non è certo mutata: "L'unica sentenza equa doveva essere l’archiviazione perchè Alex non si è mai dopato - ha osservato il tecnico del marciatore - Questa è una decisione costruita, i nostri indizi sono una montagna ma noi non abbiamo una telecamera che riprende chi ha manipolato tutto. Perchè abbiamo ricevuto la positività il 21 giugno e le analisi erano state fatte il primo gennaio. Ora si tratta di mettere insieme, con pazienza, tutti i pezzi del puzzle e poi però non farli giudicare da un organismo di giustizia sportiva che segue delle regole particolari e tutt'altro che neutrali, ma dalla giustizia ordinaria". Per Schwazer il sogno dei Giochi Olimpici è però "distrutto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

 Mangiamusica, gran finale  con le Sorelle Marinetti

Fidenza

Mangiamusica, gran finale con le Sorelle Marinetti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

TERREMOTO

A Fornovo tra la gente: «Mi tremavano le gambe»

Vicino al Regio

Ubriaco cerca di rapinare tre ragazzi

TUTTAPARMA

La storia dei carabinieri a Parma

QUARTIERI

Sport e solidarietà , i 50 anni del circolo «Frontiera '70»

Tornolo

Lisa, nonna coraggiosa. Ha detto addio a 101 anni

FIDENZA

Tangenziale Sud, oggi via a nuovi lavori

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, 17 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

5commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

Le reazioni

La sindaca di Fornovo: "Tanta paura, ma niente danni"

Il sindaco Pizzarotti "La scossa è stata sentita a Parma, ma non è di particolare rilievo"

Gattatico

«Mi hanno derubato». Ma è una truffa

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

2commenti

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

4commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

Crolla la Juve, l'Inter batte l'Atalanta ed è seconda

SERIE B

Pari fra Salernitana e Cremonese: Parma sempre in testa

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

1commento

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto