19°

29°

tg parma

Folli: Rifiuti da Reggio? "Vantaggi quasi nulli"

Ricevi gratis le news
22

L'imminente arrivo a Parma dei rifiuti di Reggio e gli effetti sulle tariffe: al TG Parma parla l'assessore Gabriele Folli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fortunato

    10 Gennaio @ 17.29

    penso che presto si andrà fuori con le mascherine antismog. Oramai siamo al menefreghismo totale, basta fare cassa, questo è l' importante. La salute non conta......

    Rispondi

  • giorgio mezzatesta

    09 Gennaio @ 19.29

    lasciatemi dire che meraviglia non poco che non ci se la pigli con chi lo ha voluto costruito tanto grande da poter ricevere rifiuti anche di altre città. Della salute della gente importa poco o nulla!

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      10 Gennaio @ 21.20

      A me stupisce che un professionista, in qualsiasi campo, non si renda conto che un certo impianto, per essere profittevole, deve avere determinate dimensioni e capacità produttive, altrimenti non si ammortizzerà mai. Una volta stabilita la NECESSITÀ di farlo, così andava fatto. Sul tema, al netto della demagogia, una cosa sensata che ha scritto è che effettivamente, data la morfologia della pianura padana, per l'atavica assenza di ricircolo d'aria, era sicuramente opportuno farlo altrove. Questa è l'unica cosa che mi sento davvero di condividere e di rimproverare a chi ha preso determinate decisioni.

      Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      10 Gennaio @ 08.24

      A me stupisce che un professionista, in qualsiasi campo, non si renda conto che un certo impianto, per essere profittevole, deve avere determinate dimensioni e capacità produttive, altrimenti non si ammortizzerà mai. Una volta stabilita la NECESSITÀ di farlo, così andava fatto. Sul tema, al netto della demagogia, una cosa sensata che ha scritto è che effettivamente, data la morfologia della pianura padana, per l'atavica assenza di ricircolo d'aria, era sicuramente opportuno farlo altrove. Questa è l'unica cosa che mi sento davvero di condividere e di rimproverare a chi ha preso determinate decisioni.

      Rispondi

      • giorgio mezzatesta

        10 Gennaio @ 12.02

        guardi Filippo, del profitto mi interessa poco o nulla perché sono più propenso a pensare alla salute dei miei e altrui polmoni e a Parma sono già fortemente a rischio.

        Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          10 Gennaio @ 21.26

          Giorgio, se lei dice di essere stupito che un impianto sia "costruito tanto grande da poter ricevere rifiuti anche di altre città", io le rispondo che o non lo si faceva o lo si faceva così. L'alternativa era la discarica, o mandare i nostri rifiuti altrove, come facevamo da anni. Quartium non datur.

          Rispondi

        • Vercingetorige

          10 Gennaio @ 12.41

          Non per colpa dell' inceneritore , che contribuisce in misura praticamente irrilevante. Il tormentone dell' inceneritore è stato uno strumento propagandistico della GCR , cavalcato dai "grillini" per vincere le elezioni.

          Rispondi

        • salamandra

          10 Gennaio @ 14.32

          Scusi ma lei che è medico la legge di Lavoisier dovrebbe conoscerla! Se entrano X tonnellate di rifiuti ed escono Y tonnellate di cenere (X-Y) tonnellate di gas ce li respiriamo noi.

          Rispondi

  • Enzo

    09 Gennaio @ 16.38

    Folli, assessore che non combatte. I cittadini lo vorrebbero incatenato davanti all'inceneritore a fermare i camion col suo corpo, e invece cosa fa? Un'intervista dove si dice in disaccordo, e fine.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      09 Gennaio @ 20.40

      I cittadini lo vorrebbero , più che altro , in fabbrica.

      Rispondi

    • Vercingetorige

      09 Gennaio @ 20.36

      I cittadini lo vorrebbero , più che altro , in fabbrica !

      Rispondi

  • Vercingetorige

    09 Gennaio @ 16.13

    DI UNA COSA DOBBIAMO COMUNQUE ESSERLE GRATI , RAGIONIERE : con la sua trovata dei sacchettini infami , che hanno ridotto Parma un letamaio , ci ha liberato dai "grillini" dal 2017.

    Rispondi

    • Maurizio

      09 Gennaio @ 20.14

      Mah, che sia stato lui a fare la trovata dei sacchettini infami lo dice lei perchè le conviene crederlo, se fosse stato veramente lui come mai si utilizzavano in principio i sacchettini marcati enia quando enia non ha mai, dico mai, utilizzato i sacchettini infami? Se la trovata è di folli come mai allora tutti i comuni di parma utilizzano i sacchettini infami? Davvero Folli è un uomo così potente? Io ci credo, si dice lo chiameranno anche negli stati uniti dopo le prossime elezioni.....

      Rispondi

      • Vercingetorige

        10 Gennaio @ 12.49

        NON MI "CONVIENE" NIENTE ! Che sia stato lui è un incontrovertibile dato di fatto . NON E' ASSOLUTAMENTE VERO CHE ENIA non abbia mai utilizzato i sacchettini infami ! Ha fatto per diversi anni un "porta a porta" ( con sacchettini indifferenziati , che io ricordo perfettamente perché li esponevo ) , e che poi ha dovuto abbandonare a favore dei cassonetti , perché la città era ridotta un letamaio , come oggi !

        Rispondi

        • Maurizio

          10 Gennaio @ 20.00

          Dato di fatto? Folli plenipotenziario in provincia tanto da riempire di sacchettini infami tutta la provincia? Se parliamo di raccolta differenziata con amnu comparvero i primi cassonetti della plastica e poi quelli del vetro accanto a quelli dell'indifferenziato, quando avvenne la creazione di Enia si iniziò a fare la differenziata porta a porta partendo da mezzani con bidoni condominiali, bidoni condominiali che vennero estesi anche a parma prima in periferia e poi in centro (i sacchi dell'indifferenziato sono quelli neri che si usavano da decenni, i sacchi grandi dell'amnu che dovevi buttare nel bidone in strada e non lasciare sul marciapiede), poi negli ultimi anni stesso discorso, raccolta porta a porta con iren però che sostituisce i bidoni con i sacchi.... comparvero però dei sacchi per alcuni anni, prima gialli e poi bianchi, recanti il marchio enia. Quello a cui lei si riferisce probabilmente è il porta a porta sperimentato alcui decenni fa, non quello degli ultimi 15 anni

          Rispondi

  • Remo

    09 Gennaio @ 14.40

    al di là dell' "arlia" con i cugini d' oltr'Enza, Parma ha portato per molti anni i rifiuti nel loro inceneritore, mi sembra doveroso ricambiare, naturalmente ci deve essere un giusto adeguamento delle tariffe che si devono cambiare, in più loro, in meno noi...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

SOS ANIMALI

Ritrovati a Bargone due cuccioli abbandonati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti