11°

17°

finanza e polizia

Parma gestione entrate: i nomi degli indagati

Ci sono 4 avvisi di garanzia - Le reazioni politiche: c'è chi chiede le dimissioni del sindaco

Ricevi gratis le news
23

Blitz di Guardia di Finanza e Polizia negli uffici di Parma gestione entrate e Parma Recapiti, società incaricate dal comune di Parma delle notifiche dei verbali di multa e sanzioni. L'operazione fa seguito ad alcuni esposti presentati da cittadini e associazioni per presunte anomalie sul recapito a domicilio degli accertamenti.
Gli accertamenti hanno interessato anche le abitazioni dei tre indagati: il presidente di Parma Gestione Entrate Enrico Tosi, l'amministratore delegato Oscar Giannoni e il direttore Pierluigi Allegri. Risulterebbe indagato anche Federico Merli, amministratore di una società privata incaricata di effettuare il servizio di notifica; per lui l’accusa è di falso ideologico.

4 avvisi di garanzia - Sarebbe questo l'esito dell'inchiesta. E le ipotesi reato vanno dal falso ideologico al peculato e si parla addirittura di usura. (Tutti i particolari sulla Gazzetta di martedì 22)

IL COMUNE: "FIDUCIA NELLA MAGISTRATURA, VALUTEREMO PROVVEDIMENTI VERSO PGE". Attraverso un comunicato, il Comune di Parma commenta le perquisizioni di questa mattina negli uffici di Pge: 

L'Amministrazione Comunale segue con attenzione l'indagine in atto, che riguarda la partecipata Parma Gestione Entrate.
Lo fa ribadendo piena fiducia nel lavoro della Magistratura, e ricordando che il Comune è il primo interessato a fare piena luce sulle vicende che riguardano la società in questione, tanto che l'Amministrazione da tempo ha avviato verifiche e, nello specifico, ha incaricato una società specializzata, affinché controllasse in modo puntuale eventuali situazioni di criticità o di comportamenti scorretti nella gestione delle attività che PGE svolge per conto del Comune.
L'azione è stata intrapresa proprio allo scopo di tutelare il Comune stesso da possibili danni, non solo economici, e soprattutto i cittadini, in caso fossero stati danneggiati a loro volta da procedure errate, a cominciare dalle modalità di notifica delle contravvenzioni.
Alla luce degli eventi in atto, il Comune valuterà gli opportuni eventuali provvedimenti da assumere nei confronti della Società, allo scopo di garantire la trasparenza e il buon funzionamento nella gestione delle entrate di competenza dell'Ente.


LE REAZIONI POLITICHE
: i comunicati

PAGLIARI - "Quella di Parma Gestione Entrate, società di riscossione del Comune di Parma, è un’altra brutta pagina che la giunta pentastellata e una politica inadeguata e inefficiente fa subire a questa città. Nessuno può esserne contento, ma nessuno può far finta di niente". Lo dice il senatore del Pd Giorgio Pagliari, eletto a Parma.
"E' un’altra brutta pagina che, ironia della sorte - prosegue pagliari - si è aperta nel giorno della lite tra l’ex sindaco, costretto alle dimissioni nel 2011, e l’attuale, su chi dei due ha 'miracolato' Parma (ma di cosa parlano e che città vedono?), riproponendo scenari dell’epoca vignaliana ed evidenziando segni di mancata discontinuità, peraltro più volte denunciati da più parti. 'Ora Parma non si vergogna più ha dichiarato, proprio oggi, il sindaco. Sì, Parma non si vergogna perché è onesta, ma oggi Parma soffre, come nel 2011, perché la sua immagine viene deturpata dalla corruzione (in senso lato) nata e sviluppatasi nella società comunale. Questo è il dato politico, al netto di quello giudiziario, che è di esclusiva competenza della magistratura. E, ferma la presunzione costituzionale di innocenza, non vi è chi non rimanga impressionato dai reati ipotizzati: accanto al peculato e al falso ideologico, infatti, compare persino l’usura, mai richiamata neppure nell’era vignaliana.
Su quali basi, il 28 gennaio scorso, l’amministrazione comunale ebbe a dichiarare che tutto era a posto a Parma Gestione Entrate? Come è stato possibile? Questa situazione avrebbe dovuto accertarla, con tutte le conseguenze, l’amministrazione comunale e non il movimento 'Nuovi Consumatori', che, invece, è stato pubblicamente aggredito. Il sindaco ha il dovere di spiegare senza reticenze. E di assumersi tutte le responsabilità come socio di riferimento di PGE. La morale della favola è che Parma, purtroppo - conclude Pagliari - attende ancora il 'cambio del libro', di cui avevano creato le premesse le opposizioni consiliari tra il 2007 e il 2011, gruppo del Pd in testa. Ed è constatazione che riempie di tristezza e rilancia l’esigenza del 'Patto per Parma'".
Giorgio Pagliari
Senatore Pd


GHIRETTI - Usura, peculato e falso ideologico. Ipotesi di reato che pesano come macigni sull'attuale dirigenza di Parma Gestione Entrate. In attesa di conoscere i fatti e le circostanze contestate una prima considerazione politica ritengo si possa fare. In questi mesi sono state molte le occasioni in cui si è chiesto conto di cosa stesse avvenendo all'interno della partecipata e, nonostante i molti dubbi espressi su una serie di partite, non ultima la nomina a Presidente di un esperto informatico, la risposta del Comune e dell'assessore al Bilancio Ferretti è sempre stata invariabilmente che andava tutto bene. Nel caso più recente, quello relativo alle notifiche delle multe, si è arrivati addirittura a rispondere ad una interrogazione articolata su sei domande con un semplice “stiamo verificando”.
Temo che su questa vicenda forse un pochino di celerità nel verificare avrebbe giovato a tutti e avrebbe consentito oggi di non fare la figura di quelli che nella migliore delle ipotesi non si erano accorti di nulla.
Qualunque altro giudizio dovrà forzatamente attendere lo sviluppo dell'inchiesta, per il momento mi aspetto però che domani, in occasione del Consiglio Comunale la Giunta riferisca in aula in modo esemplare, spiegando nel dettaglio cosa sia successo e quali misure intenda adottare nell'immediato. È un atto a questo punto dovuto nei confronti della città, in nome di quella trasparenza che purtroppo su questa come su altre partite è venuta a mancare completamente.

Roberto Ghiretti
Parma Unita

GUARNIERI - E' giusto che su quanto sta emergendo su Parma Gestione Entrate il Comune si rimetta ai risultati ufficiali dell'indagine in corso, ma lo stesso garantismo messo in campo ora per i membri della società che parrebbero coinvolti, alcuni dei quali nominati da questa Amministrazione, e' ben diverso dall'atteggiamento giustizialista e forcaiolo usato dal Sindaco e dalla sua maggioranza nei confronti di altri ! E se davvero trovassero conferma le gravi accuse della magistratura, che cosa avrebbe da dire il Sindaco? Come potrebbe giustificare le sue scelte e soprattutto il fatto che nessuno in Comune si sia mai accorto di nulla, o abbia preteso soldi, a quanto sembra dovuti al Comune, a fronte di tagli ai servizi e di una tassazione alle stelle inflitti ai cittadini? Il fatto poi di avere dato un incarico a una società esterna per la verifica dell'operato di Parma Gestione Entrate, oltre a suonare come una beffa, in quanto si tratta di ulteriori costi per svolgere un controllo che il Comune avrebbe già dovuto garantire, appare anche, per i tempi di affidamento, per lo meno tardivo. Le accuse sono gravi e l'esigenza di chiarezza e trasparenza, oltre che di eventuali provvedimenti concreti, da parte del Sindaco, a questo punto e' massima.

Maria Teresa Guarnieri
Altra Politica


CATTABIANI - Franco Cattabiani, capogruppo di Civiltà Parmigiana, dice il comunicato, "ritiene che sia giunto il momento che l'Amministrazione Comunale debba prendere atto della propria debolezza organizzativa e la fragilità del suo governo societario.
Giunti a questo punto, sotto il profilo politico, l'unico rimedio è l'immediata revoca del cda di Pge e la sua messa in liquidazione, così da mettere una pietra tombale a questa vicenda che comunque finisca sotto il profilo penale è già finita sotto il profilo di credibilità della riscossione pubblica a Parma.
Quale autorevolezza in nome Pge potrà portare nell'azione di riscossione? Come potranno i cittadini fidarsi? La riscossione è la base del funzionamento di un bilancio pubblico ed essa avviene perlopiù in modo spontaneo a fronte del rispetto che i cittadini hanno della cosa pubblica: oggi questo è definitivamente venuto meno.
Mettendola in liquidazione suggeriamo di cambiarne anche il nome, che poi è la sintesi di questa "storia": Parma Gestita Male".


PELLACINI - Tanto tuonò che piovve ma, in precedenza, nessuno ha voluto ascoltare le avvisaglie del temporale che stava arrivando. Mi riferisco al caso di Parma Gestione Entrate e alla notizia degli avvisi di garanzia per i dirigenti.
Sono personalmente intervenuto in Consiglio comunale, supportato dalle segnalazioni dei cittadini, per tutti i problemi che si sono evidenziati e non si sono mai voluti prendere in considerazione, non si sono mai volute cercare soluzioni alternative. Di fatto si è sempre negata l’evidenza. 
Mi riferisco alle notifiche fatte in modo garibaldino, alle modalità e all’assoluta mancanza di un punto d’appoggio per i cittadini. Chi riceveva una multa era, come si dice, in “braghe di tela” con l’Amministrazione comunale sorda a dire di essere pronti a salvaguardare il cittadino mentre, di fatto, cercava solo un modo per fare cassetto.
Ora Pizzarotti ha su di sé tutto il peso politico di quelle scelte, la nomina del presidente di Pge è infatti una sua decisione. E’ inutile che provi a lavarsene le mani, la responsabilità è sua, come detto le segnalazioni non sono mancate.
Dovrà rispondere ai cittadini già domani in Consiglio comunale. Richiedo da subito la convocazione di una Commissione di Garanzia urgentissima da convocare entro 48 ore nella quale gli esponenti di Pge verranno a relazionare su quanto sta accadendo. Commissione peraltro già richiesta in passato.

Vedremo la reazione dei Consiglieri di Maggioranza, specie alcuni di questi, sempre pronti a offendere e accusare gli altri ma con scarso esercizio di democrazia. Avranno ora la possibilità di dimostrare di essere “duri e puri” come hanno sempre affermato già a partire dalla campagna elettorale. Per questo motivo sono pronto a chiedere le dimissioni al sindaco Federico Pizzarotti che viene meno proprio al suo mandato primario ovvero di salvaguardare i cittadini stessi e i loro interessi.

Giuseppe Pellacini
Capogruppo Consiglio Comunale Unione di Centro - UDC

Per saperne di più: cos'è Parma gestione entrate

Archivio Gazzettadiparma.it
Parma gestione entrate da mesi sotto la lente della magistratura

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oberto

    22 Marzo @ 11.50

    ma PGE è stata fatta e nominata da questa giunta? Per non parlare della posizione del senatore Pagliari, che essendo a Roma dovrebbe pensare a Equitalia.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    22 Marzo @ 06.28

    Cosa dice adesso il sindaco smart? Che figura di cioccolato...

    Rispondi

  • antonio

    21 Marzo @ 23.28

    Dai commenti vedo che tutti i trombati si fanno sentire, ma le origini di questa PGE di quando sono? Continuando così il loro destino sarà di essere trombati in eterno, la gente chiede capacità proponitive non sterili critiche

    Rispondi

    • Medioman

      22 Marzo @ 10.37

      Qualunque (....) può avere "capacità proponitive" (il mondo è pieno di ciarlatani), ma io, quando ho votato Pizzarotti, gli chiedevo "capacità gestionali", che è tutta un'altra cosa. Non è obbligatorio avere "tanta esperienza" (le principali multinazionali hanno dirigenti di età relativamente giovane), ma altre qualità che, evidentemente, sono mancate.

      Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    21 Marzo @ 23.24

    Cosa dice adesso il sindaco smart? Che figura di cioccolato...

    Rispondi

  • Ivo

    21 Marzo @ 22.50

    Sono indagini che vanno avanti da anni , che c'entra giunta e sindaco ? Non mi sembra siano stati nominati da loro.., pur di attaccare la giunta , si fanno commenti ridicoli

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

Il regista James Toback

Dopo Weinstein

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

Autovelox mobile

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

18commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Gran Bretagna

Allerta in un bowling: forse ci sono ostaggi

LA SPEZIA

Sarzana, architetto muore in strada: aveva una profonda ferita alla testa

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL SALONE

Non solo Suv: Tokyo rilancia le sportive