10°

20°

TG PARMA

Una montagna di rifiuti in via Emilia Est, individuati i responsabili

Folli: in un anno tremila controlli e 600 multe

Ricevi gratis le news
9

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio

    01 Novembre @ 18.45

    Se sono stati individuati, per prima cosa gli si fa ripulire tutto a costo zero, poi si provveda alle denunce del caso! Questo,senza indagare suiia provenienza, perché la provenienza degli incivili avere parecchie direzioni.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    01 Novembre @ 11.16

    SE SI VUOLE CONCRETAMENTE AFFRONTARE IL PROBLEMA , BISOGNEREBBE DIRE CHI SONO I "RESPONSABILI CHE SONO STATI INDIVIDUATI" . Non i loro nomi , che non interessano a nessuno , ma la loro provenienza ed estrazione sociale , per capire in quale ambiente bisogna andare a cercare il problema , e dove bisogna intervenire. Ma è sempre la solita storia : si lancia il sasso , ma , quando si tratta di andare all' origine delle questioni , ci si nasconde dietro alle piante ( come diceva Ghirardi ) . Comunque , l' abbandono di rifiuti ingombranti è diverso dalla raccolta dei rifiuti domestici .

    Rispondi

    • Remigrante

      01 Novembre @ 13.00

      E che si fa? Una volta si sa che sono Ucraini (mettiamo, uso un paese come un altro, non si offendano gli Ucraini) si inizia ad insultare gli Ucraini per strada ed ad inveire contro di loro sulle colonne di gazzettadiparma.it? Solo perché sono Ucraini? "Dire non il loro nome che non interessa a nessuno, ma la loro provenienza per capire in quale ambiente bisogna intervenire": si rende conto della gravità delle sue parole? Sa questi concetti a cosa hanno portato ormai 80 anni fa?

      Rispondi

      • Vercingetorige

        01 Novembre @ 16.57

        Non si insulta e non si inveisce , ma si segue più assiduamente la loro integrazione . Si spiega loro come van fatte le cose qui da noi , e si sorveglia che lo facciano , altrimenti non lo impareranno mai. E , questo , sempre ammettendo che siano in buona fede, altrimenti la faccenda si complica ancor di più . Sto attento a non dire "parole" di cui non sono convinto.

        Rispondi

        • Remigrante

          01 Novembre @ 17.41

          Avevo un'impressione che fosse un commentatore ragionevole (cosa rara, a mio parere), e riconosco che messo giù così il commento sia molto più accettabile. Rimango comunque convinto che correzioni "di classe", "di etnia", "di provenienza" siano, oltre che poco "democratiche" , inattuabili. E comunque, il pubblicarle sul giornale non sarebbe di utilità alcuna (se non aumentare l'intolleranza sociale).

          Rispondi

        • Vercingetorige

          01 Novembre @ 18.59

          La ringrazio per il complimento , che contraccambio , ma non mi sembra che analizzare un problema , con l' obiettivo di risolverlo , sia "poco democratico" . I dati che emergono dall' analisi , piacciano o non piacciano , sono quelli che sono. Sull' opportunità di "pubblicare certe notizie sul giornale" posso anche essere d' accordo con lei , ma , allora , forse sarebbe preferibile non divulgarle affatto , piuttosto che divulgarle a metà , se non si vuole rischiare che il lettore se la prenda anche con chi non c' entra. Non si può risolvere un problema senza risalire alla sua origine.

          Rispondi

      • Filippo Bertozzi

        01 Novembre @ 15.19

        Tu puoi pure nascondere la testa sotto la sabbia, ma chi lascia il vecchio mobilio in strada quasi sempre è straniero (non ucraino), proveniente da paesi dove si getta tutto per strada. Non volerlo capire, e non porre in essere dei correttivi mirati a certe culture (usando un eufemismo), rende la gente intollerante.

        Rispondi

  • ab9pr

    01 Novembre @ 08.33

    alberto_bianco@alice.it

    @Michele ma vergognati e pensa un po anche a giudicare te stesso ... sei una "storia pesa" e te ne accorgerai dopo le elezioni del NUOVO sindaco che le tue banalità non avranno risolto un bel niente.

    Rispondi

  • Michele

    01 Novembre @ 00.04

    mandra_sala@libero.it

    Tremila controlli.... se fossero stati fatti nelle zone degli spacciatori di droga sarebbero stati utili. Fatti per il rido sono soldi buttati. Ma la giunta pizzarotti non prova un po di vergogna ?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

SERIE B

Parma, batti un colpo

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: si vota per la finale

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Garani è presidente del gruppo fotografico Obbiettivo Natura

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Libere: domina Hamilton. Vettel (terzo) gira poco

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: