22°

32°

salso

Immigrati, scontro Salvini-Fritelli, Massari

Il leader della Lega: "Moschea a Fidenza? Vuoi un turismo che non è quello che faceva ricca Salso". La replica: "La sua è propaganda elettorale. I nostri sono fatti"

Ricevi gratis le news
0

Il segretario della Lega Nord Matteo Salvini è arrivato a Salsomaggiore attorno alle 12,45: Francesca Strozzi del TgParma l'ha intervistato in diretta. 
Per quanto riguarda il tema dell'immigrazione, Salvini dice che "bisogna chiudere i rubinetti", salvare i migranti in mare ma poi riportarli indietro. "Il problema è che gli 88 che non mandano a Salso li mandano nel comune di fianco", dice il leader del Carroccio, secon cui la gestione dei profughi si intreccia con la crisi del settore termale e del turismo. Salvini aggiunge: l'immigrazione dev'essere "limitata, controllata e qualificata". 
Dal segretario della Lega Nord arriva anche una stoccata al Partito Democratico: di recente i sindaci del Parmense hanno preso posizione sulla gestione dei migranti ma "se fai parte del partito che da cinque anni sta finanziando questa immigrazione fuori controllo, hai la coscienza sporca. Se vuoi fare a Fidenza una delle più grandi moschee del Nord Italia, evidentemente poi attiri un certo tipo di clientela e di turismo che non è quello che faceva ricco Salsomaggiore". 
A Salsomaggiore c'è anche Fabio Rainieri, che sulla candidatura dice: "L'obiettivo è mandare a casa Pizzarotti". Al centrodestra, dice, serve "il candidato giusto" e "noi ci stiamo lavorando". 

«Non usiamo più la parola profughi, questi sono clandestini dal primo all’ultimo». Matteo Salvini, il segretario della Lega Nord, lo ha detto oggi a Salsomaggiore Terme a un comizio sulla questione immigrazione. "Se il ministro degli Interni fosse della Lega Nord, da oggi non sbarcherebbe più nessuno perchè la Marina Militare e la Guardia Costiera, invece di fare da scafisti, salverebbero la gente ma la porterebbe indietro», ha aggiunto il leader del Carroccio.
«Il problema - ha concluso - non è quindi diffondere su tanti comuni il caso, il problema è chiudere il rubinetto a monte. I cittadini per bene pagano l’ipocrisia del Pd».
Sul caso di Salsomaggiore, dove il ministero degli Interni ha bloccato l’arrivo di altri 88 rifugiati, Salvini ha invece sottolineato: «Quelli che dovevano arrivare qua saranno spostati nel paese a fianco per arricchire un’altra cooperativa. E intanto si uccide l’Italia del turismo, del benessere, della gente per bene».

La replica di Fritelli e Massari: "Salvini fa propaganda elettorale"

“I problemi, come sempre, hanno due soluzioni: la soluzione della propaganda elettorale di un mestierante della politica alla Salvini, che manteniamo a Bruxelles con 16.000 euro al mese. E c’è la soluzione pratica che abbiamo conquistato chiedendo al Governo di fare la sua parte. Una soluzione che funziona e che non ha colore politico. Potrebbe essere esportata in tutto il Paese se la materia profughi fosse un terreno comune di lavoro e non una scuola di propaganda”. Replicano così i sindaci di Salsomaggiore (Filippo Fritelli) e Fidenza (Andrea Massari) al segretario della Lega. “Ci spiace aver rovinato la polemica precotta a Matteo Salvini e al suo codazzo. Pensava di arrivare a Salsomaggiore per gridare contro lo scandalo dei migranti ospitati negli alberghi privati e ha trovato il problema risolto – spiegano i due amministratori – . Stop a 88 nuovi arrivi, introduzione delle quote territoriali, nascita del modello Sprar anche a Salsomaggiore. Modello che accoglie solo numeri limitati di persone, per tempi certi e togli e il business dalle mani rapaci dei privati. Modello che esiste da 13 anni a Fidenza e che abbatterà del 60% le 235 presenze già oggi insediate negli alberghi di Salso e Tabiano. Ci siamo riusciti non con qualche slogan, ma lavorando tanto e per mesi ad una serie di soluzioni che sono state accolte dal Ministro dell’Interno, anche grazie ad una protesta cui la stampa ha dato una voce formidabile. Ai media, non alle chiacchiere di Salvini, diciamo ancora grazie”.

Soluzioni di buon senso contro le quali Salvini – di fronte ai giornalisti che gliele snocciolavano – “poteva esercitarsi a fare l’uomo di Governo, pronunciare un “ben fatto, Sindaci” e impegnarsi a portare una buona prassi ovunque. Invece ha scelto quello che gli viene meglio: tirare la palla in tribuna, vaneggiare sul Pd, il Governo. Dare degli scafisti ai ragazzi della Guardia Costiera e della Marina Militare. Mancavano solo due battute sugli indiani d’America”. I due Sindaci ricordano che “sorprende sentire uno con l’esperienza di Salvini che pretende di sapere i nomi degli albergatori privati che hanno ospitato i profughi. Sono tutte informazioni che potrebbe reperire comodamente in Prefettura, senza dannarsi l’anima in una conferenza stampa, peraltro attorniato da amministratori parmensi che dopo tanti proclami, hanno dovuto accettare come tutti la loro quota di profughi parcheggiati in strutture private. E con un numero di ospiti superiore a quello registrato nella ben più grande Fidenza”. Infine, Massari e Fritelli commentano di “aver scoperto da Salvini che a Fidenza sta nascendo, addirittura, la più grande moschea del Nord Italia. Una bufala da guinness, perché non è una moschea, non ci saranno raduni sediziosi, non ci saranno torri né muezzin. E’ semplicemente la sede di un’Associazione di promozione sociale che esiste dal 2005, che ha già una sua sede in centro e che la trasferirà in un immobile in periferia. Un diritto possibile per questa Associazione proprio perché diventata Aps grazie all’iter iniziato in Comune a Fidenza mentre governava la Lega Nord. Come ha scritto oggi l’Aps in una nota stampa, i cittadini italiani e fidentini di fede musulmana vanno bene quando la Lega governa e diventano soggetti pericolosi quando la Lega non governa più?”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti