Sei in Gazzetta di Parma

Red carpet per la coppia di panda giganti

Sono arrivati da Pechino in prestito per 15 anni

23 febbraio 2014, 19:56

Chiudi
PrevNext
1 di 7

 

Un tappeto rosso e il primo ministro Elio Di Rupo su una delle piste dell’aeroporto di Bruxelles: così sono stati accolti Hao Hao e Xing Hui, una coppia di panda giganti cinesi che Pechino ha deciso di prestare al Belgio per 15 anni. Di Rupo ha parlato di "tesori nazionali", affermando che i belgi "sono molto onorati e fieri del fatto che la Cina abbia accettato di fare questo prestito".

La femmina Hao Hao (Gentile) e il maschio Xing Hui (Stella Scintillante), entrambi di quattro anni, "staranno qui come a casa loro", ha assicurato il premier. Il governo di Bruxelles prevede che centinaia di migliaia di visitatori andranno ad ammirare i panda nella loro nuova "casa", un apposito spazio che ricrea il loro habitat naturale nel bio-parco di Pairi Daiza, località a una sessantina di chilometri dalla capitale.

E l’ambsciatore cinese in Belgio, Liao Liqiand, si è lasciato andare a una frase poetica: "Hanno sorvolato mille montagne e mille fiumi – ha detto – per arrivare in Belgio". In realtà la coppia di plantigradi ha volato per 15 ore a bordo di un aereo cargo partito dalla provincia del Sichuan: ognuno di loro è stato assicurato per un milione di dollari.

Ora dovranno sottostare a un periodo di quarantena e acclimatazione nella loro nuova residenza, uno spazio di 5.300
metri quadrati con "giardino cinese", tempio buddhista, due grandi "camere", un migliaio di piante da the e, ovviamente, il loro cibo preferito: gli alberi di bambù. Poi, presumibilmente da aprile, il pubblico potrà accorrere ad ammirarli.