Gazzetta di Parma

Giovanni Anghinetti combattente della Grande Guerra

01 novembre 2014, 20:28

Chiudi
PrevNext
1 di 1

Giovanni Anghinetti nato a Riano il 27 febbraio 1881, agricoltore, sposato con Adelina Piazza e padre di sette figli, il più grande aveva 10 anni e la più piccola uno, nel 1915,alla visita di leva venne riformato, ma nel 1917 viene richiamato e arruolato nel 2° Rgt Art. da Fortezza e inviato al fronte. Fatto prigioniero dopo il fatto d'arme di Caporetto, viene ricoverato nel Lazzaretto di guerra n.131 a Udine, dove il 27 gennaio 1918 muore, come afferma il certificato di morte redatto dal nemico, causa "catarro intestinale", e lì sepolto in una fossa comune. Per i famigliari, venne considerato "disperso", in quanto le autorità locali di allora non comunicarono a loro la morte avvenuta in prigionia,solo negli anni cinquanta a seguito di una ricerca effettuata da un nipote, emerse la verità sulla sua triste fine. L'ultimo dei suoi figli morì nel 2004, era mio padre. (Foto di Elio Anghinetti)