Gazzetta di Parma

Cascinapiano ore 10, il grande botto: fatta brillare una granata

18 febbraio 2015, 11:42

Chiudi
PrevNext
1 di 2

L'ha notata un uomo che passeggiava nella zona del depuratore di Cascinapiano e subito l'ha segnalata ai carabinieri: una granata da cannone americana da 57 millimetri, eredità della Seconda Guerra Mondiale.

L'hanno fatta brillare oggi nei pressi del fiume, intorno alle 10, due artificieri del Genio Pontieri di Piacenza, il primo maresciallo Antonio Pinto e il sergente maggiore Gianfranco Barraco. Zona off limits, evacuate tutte le persone che stavano lavorando nelle vicinanze (per le abitazioni non è stato necessario: le prime sono ad oltre 100 metri dal luogo del ritrovamento) e poi il botto. 

La granata lanciata e non esplosa oltre settant'anni fa era ancora- come hanno accertato gli artificieri - ad altro potenziale esplosivo e quindi potenzialmente pericolosa. 

Non sono rari questi ritrovamenti: solo l'hanno scorso il Genio Pontieri di Piacenza ha fatto brillare circa 200 ordigni simili nella sua zona di competenza.

Sul posto, a monitorare la situazione e a tenere lontani i curiosi durante l'intervento, i carabinieri di Langhirano guidati dal maresciallo Roberto Merella e la polizia municipale.