Gazzetta di Parma

Una «farmacia» nella discarica a cielo aperto

13 agosto 2015, 17:27

Chiudi
PrevNext
1 di 5

Una vera e propria «discarica-farmacia»: ecco l’ennesima pagina su un’emergenza rifiuti che ha passato il segno.
Questa volta siamo a Casalbaroncolo – nel tratto di competenza della città – dove una muraglia di scatoloni zeppi di medicinali ha fatto capolino sul ciglio della strada. Dallo Zantipres - indicato nel trattamento dell’ipertensione arteriosa – all’intregratore alimentare Migrasoll: bustine e flaconi sono stati abbandonati circa una decina di giorni fa. E, paradossalmente, sui contenitori sono ben visibili i riferimenti della ditta che ha consegnato il materiale, quello del destinatario (c’è un nome, un cognome e l’indirizzo di un’abitazione in zona San Lazzaro) e la data di consegna: 2011.
Una nuova ferita aperta, dunque, che grida vendetta proprio perché, forse mai come prima, potrebbe essere semplice rintracciare i furbetti che hanno abbandonato un carico che scotta. Ad accendere i riflettori sulla faccenda è stato il signor William They, parmigiano, oggi residente a Sorbolo, che si dice «disgustato dall’ennesimo spettacolo di inciviltà». .............Articolo completo sulla Gazzetta di Parma