Gazzetta di Parma

Anche l'A.M.M.I. fa squadra

17 ottobre 2015, 20:32

Chiudi
PrevNext
1 di 8

La staffetta di Parma Facciamo Squadra è partita e non si arresterà fino al prossimo gennaio. A prendere il testimone come ambasciatore del progetto, oggi è una squadra interamente al femminile, l’A.M.M.I., Associazione Mogli Medici Italiani, la cui sezione di Parma spegne quarantacinque candeline quest’anno. Come racconta la presidente Daniela Capocasale, “cerchiamo di essere attente alle problematiche della nostra società, occupandoci prevalentemente di educazione sanitaria corretta e prevenzione, sempre a fianco della classe medica. Il benessere della nostra città ci sta molto a cuore, non potevamo perdere l’occasione per offrire un aiuto concreto e per questo abbiamo scelto di dedicare le nostre prossime iniziative benefiche a Parma Facciamo Squadra”. Anche le donazioni di A.M.M.I. alimenteranno il fondo che si costituirà grazie alla generosità dei cittadini. Sarà un fondo di garanzia che attiverà progetti di micro imprenditorialità e sussidiarietà per persone in situazioni reddituali a rischio.
Cinque salvadanai sono l’icona che ricorre nelle foto della campagna 2015; su ciascuno una scritta dice qualcosa in più sull’utilizzo delle donazioni: “per non cadere nell’usura”, “per lo studio”, “per ripartire dopo una malattia”, “per evitare lo sfratto”, “per un nuovo lavoro”. Questioni diverse ma un unico filo rosso: dare l’opportunità a chi si trova in bilico sul baratro della povertà di far partire, o ri-partire, la propria vita. Lo strumento utilizzato sarà il credito d’inclusione, che prevede sì un sostegno economico sotto forma di prestito ma, soprattutto, un accompagnamento nella stesura di piano d’azione con qualcuno che segua tutte le fasi della sua realizzazione. Si raccoglie quindi denaro ma anche la disponibilità di nuovi volontari che possano affiancare coloro che saranno aiutati dalla campagna. Perché non lasciando sole le persone, è possibile farle risalire.
L’esperienza di Ricrediti, associazione già impegnata in progetti di micro finanza sul nostro territorio, sarà fondamentale per la riuscita del progetto.
Ma Parma facciamo squadra non può riuscire nel suo intento senza l’aiuto di tutti, per questo l’appello che si rinnova alla città è di contribuire con una donazione sul sito www.parmafacciamosquadra.it.
Fondazione Cariparma, Barilla e Chiesi Farmaceutici, moltiplicheranno la solidarietà per quattro, aggiungendo un euro per ogni euro raccolto.

Per saperne di più: www.parmafacciamosquadra.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA