Gazzetta di Parma

Gwend in lacrime: eliminata. Ma a testa alta

09 agosto 2016, 19:02

Chiudi
PrevNext
1 di 8

Non è bastata la solita grinta per avanzare: le Olimpiadi per Edwige Gwend sono finite, tra le lacrime, al secondo turno delle eliminatorie nella categoria di peso 63 kg. Grande, grandissimo, rammarico soprattutto per come è maturata la sconfitta: la judoka del gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, cresciuta nel Kyu Shin Do Kai Parma, infatti, dopo aver vinto con la Hermansson per ippon, al secondo turno ha perso «solamente» per due sanzioni a zero con la numero uno al mondo, Tina Trstenjak. Come se non bastasse, poi, a sei secondi dalla fine dell’incontro, situazione dubbia per un’irregolarità da parte della slovena che i giudici hanno dato comunque per buona e lasciando così il vantaggio alla Trstenjak. Ed Edwige Gwend, alla seconda Olimpiade in carriera dopo Londra 2012, piange lacrime amare.