×
×
☰ MENU

Lndc Attenzione all'acqua all'aperto e mai lasciare il cane in auto

Il vademecum per proteggere i nostri amati animali dal freddo

Il vademecum per proteggere  i nostri amati animali dal freddo

09 Gennaio 2022,15:42

La Lega Nazionale per la Difesa del Cane ha diffuso un vademecum di dieci consigli per proteggere i nostri amici a quattro zampe dal freddo invernale, che qui di seguito riassumiamo. Come spiega l’associazione, anche i nostri animali con l’abbassarsi delle temperature bruciano più calorie: per questo è importante dare loro un’alimentazione adeguata, «in particolare - sottolinea la LNDC - per i gatti che vivono all’aperto una dieta ricca di nutrienti, grassi e proteine».

Agli animali che trascorrono tempo all’esterno occorre fornire un riparo idoneo, asciutto e senza correnti d’aria, con una cuccia di giuste dimensioni collocata a qualche centimetro da terra, dotata di coperte sul fondo e, in caso di freddo pungente, coibentata con materiali ecologici. Un altro punto riguarda la cura costante da riservare ai nostri fedeli amici che, se bagnati da pioggia o neve, devono essere puliti ed asciugati con cura, «soprattutto le zampe e tra le dita, dove possono rimanere i cristalli di ghiaccio che potrebbero contenere sostanze tossiche», oltre che spazzolati con regolarità.In questa stagione, poi, i soggetti più fragili, anziani, malati, ed anche i cani di taglia piccola, specie se a pelo raso, «non dovrebbero essere lasciati all’aperto, soprattutto di notte».


«L’acqua del cane o del gatto - prosegue l’associazione - se si trova all’esterno può congelarsi. Consigliamo di cambiarla spesso e di usare recipienti in plastica, poiché il metallo conduce il freddo più rapidamente».
Anche in inverno, mai lasciare il cane incustodito in auto: il rischio è l’ipotermia o il congelamento, soprattutto nelle ore serali.In garage, i pericoli per cani e gatti sono tanti: ad esempio, il liquido antigelo, così come quello del radiatore, è molto velenoso per gli animali, senza contare il monossido di carbonio quando si accende la vettura, quindi mai custodire i quattro zampe nella rimessa delle auto.
Attenzione anche agli apparecchi elettrici come «stufette portatili, cuscinetti termici, scaldini elettrici ecc: nel caso in cui cani, gatti e conigli masticassero i cavi elettrici, potrebbero essere fulminati». Durante le uscite nella neve, non dimenticare di tenere i cani al guinzaglio: «potrebbero perdere le tracce di odore e smarrirsi facilmente». Infine, conclude la LNDC, «con le basse temperature i gatti liberi o anche altri animali che vivono all’aperto potrebbero andare a rifugiarsi sotto le automobili, per riscaldarsi con il caldo del motore. Prendiamo la buona abitudine di controllare sotto l’automobile, all’interno del passaruota, o per sicurezza dare dei leggeri colpi sul cofano della macchina prima di partire, in modo da permettere a eventuali ospiti di fuggire».

Rose Ricaldi

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI