Archivio bozze

Calcio

Parma, è un esodo. Torna Cerri?

31 gennaio 2015, 06:00

Parma, è un esodo. Torna Cerri?

Paolo Grossi

Se, come pare in queste ore molto probabile, la montagna di nomi (Gilardino, Pazzini, Giovinco, Floccari, Balotelli e chi più ne ha più ne metta) partorirà alla fine del mercato il topolino (ci perdoni Alberto) del ritorno a Parma di Cerri, la mossa rappresenterà la certificazione, al di la delle frasi di maniera, che il Parma di Taci sta già pianificando la prossima stagione in B (sperando non resti un miraggio pure quella). In quell'ottica infatti la scelta di far rientrare l'ex capitano degli Allievi dal prestito alla Virtus Lanciano è certamente una mossa logica. Il ragazzo, classe '96, è reduce da un serio infortunio occorsogli in autunno e che in questi mesi ha curato, tanto che ormai dovrebbe essere pronto per rientrare in campo. D'altra parte quest'anno, prima di farsi male, aveva segnato cinque reti in 9 partite, una media che se proiettata sull'intera stagione lo porterebbe oltre quota venti nella classifica marcatori. Insomma, realisticamente può valer la pena provarci dopo aver gettato sconsideratamente al vento in gennaio le poche speranze di salvezza in A.

Diaspora

Ieri poi altre due cessioni, peraltro anticipate nei giorni scorsi, sono state ufficializzate. De Ceglie è tornato alla Juventus, da dov'era arrivato in prestito ad agosto mentre Bidaoui è a sua volta finito in prestito al Latina che boccheggia in serie B. Per quanto riguarda De Ceglie (il cui procuratore Pallavicino ha rivelato ieri che «il Parma ha chiesto a tutti i giocatori di trovarsi una nuova squadra), con le sue tre reti, una al Milan e due all'Inter, era il secondo miglior marcatore della squadra alle spalle di Cassano. In una settimana entrambi hanno fatto le valigie. La smobilitazione operata dalla nuova proprietà però non è ancora finita perché il procuratore di Afryie Acquah ha dato per imminente la firma per la Sampdoria. Il ghanese avrebbe espresso chiaramente la volontà di lasciare il Parma ma su di lui c' è anche il forte interessamento del Torino. E la stessa cosa starebbe per fare, secondo il suo agente Martin Guastadisegno, Gabriel Paletta anche lui nel mirino della Samp.

Pizzarotti vedrà Kodra

Intanto il capogruppo dei 5Stelle in Consiglio Comunale Marco Bosi «la settimana prossima è in programma un incontro tra Pizzarotti ed il presidente Kodra. Serve chiarezza - ha detto Bosi a Radio Parma - e servono i soldi. Speriamo che si riesca a sbloccare la situazione. Noi come Comune non abbiamo mai speso troppo tempo sul Parma, perchè è una società che sta in piedi da sola. In questo caso però la partita è diversa. Il Comune deve tutelare gli interessi del Comune stesso e quindi dei cittadini. Se il Comune non dovesse muoversi per tutte le strade, in caso di fallimento la Corte dei Conti potrebbe chiedersi perchè gli amministratori non hanno agito, creando un danno per la città».